Hennè, tra errori comuni e falsi miti Non solo per chi vuole capelli rossi

hennè

Una sera di questa settimana ormai terminata ero al compleanno di un amico. C’era un’altra amica (ciao Chiara, se ci stai leggendo), che aveva da poco cambiato colore di capelli. In modo naturale, usando l’hennè. Un mio grande amore ormai quasi da dieci anni. Con Chiara, prima dell’applicazione, ne abbiamo parlato diffusamente, ci siamo confrontate sulle caratteristiche che rendono una polvere affidabile e via dicendo. Quando l’ho vista, con dei capelli belli bellissimi, non ho potuto fare a meno di essere soddisfatta per aver contribuito all’esperienza. E così oggi parliamo di hennè.

L’ho fatto per la prima volta a 17 anni. In questi quasi dieci anni ho imparato trucchi ed errori, sperimentato, pensato di lasciar perdere e rifatto sempre e solo hennè. Online si trovano centinaia di suggerimenti, ma sono convinta che solo anni di esperienza permettono di evitare gli errori più comuni. Ci si potrebbe scrivere un libro, ma noi proviamo a dirci i principali. Se volete approfondire, basta chiedere.

Che cos’è l’hennè.
Una definizione così abusata che è un po’ come se per strada vi chiamassero “Ehi, tu”. Quello che genericamente si chiama hennè è infatti una pianta, lawsonia inermis, con delle ottime doti protettive nei confronti dei capelli e solo come conseguenza colorante. Di colore rosso ma, al contrario delle tinte chimiche, la tonalità dipenderà sempre e comunque dal vostro colore di partenza, determinando un effetto più che naturale. Impossibile avere un rosso-biondo se siete nere corvine di partenza, insomma: potrete arrivare però a un bel mogano.

Quando sentite parlare di hennè neutro o nero, si tratta in realtà di altre due piante diverse. La prima è la cassia italica o cassia obovata: mantiene tutte le proprietà protettive dell’hennè, addolcisce la chioma, ma non rilascia alcun tipo di colore. La seconda è l’indigo che, a differenza delle sue piante colleghe, scurisce i capelli donando dei riflessi viola/blu. Le tre polveri vengono spesso usate insieme, in mix dalle quantità diverse, per ottenere particolari tonalità o mitigare la colorazione rossa del lawsonia. L’hennè biondo o qualunque altra denominazione diano i venditori, semplicemente, non esiste. O è un mix delle tre piante oppure è finto.

Cosa non è hennè.
Qualunque ingrediente riportato sulla confezione che non corrisponda al nome delle tre piante dovrebbe bastarvi per rinunciare. Sono ammesse, anche se rare, altre aggiunte naturali (camomilla ad esempio), ma mai e poi mai picramato. Un imbucato fin troppo comune negli hennè che altro non è che colorante sintetico. E allora dov’è il vantaggio di una tinta naturale? Questo, insieme all’incompetenza di diversi erboristi che non sanno bene nemmeno loro cosa vendono (e da quanto tempo conservano la merce, altro tasto dolente), rende quasi impossibile trovare della buona henna sfusa nelle erboristerie. Nonostante tutti la vendano.

Come agisce l’hennè.
Decidere di colorare i capelli con la polvere di lawsonia è quasi una scelta per la vita. E, non so perché, non ci avverte mai nessuno. L’hennè infatti non penetra in profondità nel capello come le tinte chimiche: si ferma alla parte più esterna e lo avvolge da fuori come una pellicola protettiva. Ma dove attacca non va più via. Il che ci porta a tre grandi verità, indispensabili da conoscere per scegliere.
1) In caso di ripensamento, non vi resterà che aspettare mesi e mesi – o tagliare i capelli – per poter far su una tinta chimica. Sfidare la potenza dell’hennè significa non solo rischiare di venir fuori con i capelli verdi – sono casi rari, ma capita – ma più comunemente buttare dei soldi. Sopra un hennè più o meno fresco, infatti, non prende nessuna colorazione.
2) Anche dopo tempo, comunque, se si è scelto lawsonia, bisogna fare i conti con il fatto che i riflessi rossi sono i più duri a sparire: tenderanno a venir fuori da qualunque altro colore voi facciate.
3) Importante, infine, sapere che, se anche si dovesse usare sempre e solo hennè (come faccio io insomma), il colore con gli anni andrà sempre di più a scurire. Mai a schiarire. Tocca rassegnarsi.

Dove compro e quale hennè scelgo.
Dopo anni, mi sono convinta che valga la pena sbattersi alla ricerca di un buon hennè piuttosto che tentare a caso rischiando di seccare i capelli (nelle polveri cattive abbondano i metalli) e restare deluse dal colore. Ottime polveri si trovano nei negozietti o negli alimentari etnici (ogni tanto, a Catania, ho trovato qualcosa di buono da Cristaldi International Food, in via Pacini) al prezzo giusto dell’hennè: due o tre euro per 100 grammi. In alcune città, strano a dirsi, anche nelle macellerie halal. Per chi non riuscisse, non resta che mettersi il cuore in pace e ordinare online. Spendendo un po’ di più (anche sui dieci euro per 100 grammi, tra spese di spedizione e cresta dei venditori).

Per farla breve e darvi due nomi di lawsonia – la mia specialità – da cercare: Sahara tazarine per un rosso vivo, aranciato, e Jamila per un rosso ciliegia, più sul mogano. Difficili da trovare se non online, ma inarrivabili come finezza della polvere (un bel vantaggio quando si ha da spalmare un pappone), colorazione e morbidezza della chioma. Tra i mix di piante, consiglio quelli Khadi, venduti in diversi siti. Un’ottima dritta che si impara con il tempo è: se potete scegliere tra un hennè per capelli e uno per tatuaggi (Baq – body art quality), preferite sempre il secondo. Più semplice da spalmare, con minor rischio di schifezze e una colorazione all’ennesima potenza.

Ho trovato l’hennè giusto. E adesso?
Se pensate che gli errori siano finiti qui, mi spiace scoraggiarvi, ma non è così. Ne parleremo nel prossimo post. Intanto, però, fatemi una promessa: non abbandonate la missione se la ricerca di una buona polvere dovesse essere difficoltosa. E non cedete alle lusinghe dei barattoloni da erboristeria (a meno che non vi fidiate ciecamente del rivenditore e non vi abbia già mostrato la sua competenza). Vi giuro che dopo ne varrà la pena. Anche per chi non vuole i capelli rossi, ma sani.

(La foto è di epimetheus)

361 pensieri riguardo “Hennè, tra errori comuni e falsi miti Non solo per chi vuole capelli rossi”

  1. Era da un po’ che volevo dare una scossa ai miei capelli. Il rosso, che pure mi piace tanto in testa a quelle a cui sta bene, su di me pare sempre banalotto. E c’ho provato, eh.

    Una volta, anni fa, sono entrata dal mio vecchio parrucchiere con l’intento di farmi bionda. Lui mi guardò e mi disse: «Se vuoi farti rovinare, vai da un altro». Uscii da lì rossa e liscia. Facevo prima ad andare da un altro. Su Facebook ancora ci sono le foto del folle gesto. Non stavo male, semplicemente non aggiungevo niente a quella che normalmente ero.

    Da un po’ mi chiedevo se il castano scurissimo, quasi nero, potesse fare al caso mio. E se il rischio Biancaneve è dietro l’angolo, quello Morticia Addams, per me, è proprio a due passi, senza neanche dover svoltare. Alla fine, ho preso due tinte vegetali Khadi: un color nocciola e il più scuro dei castani. Le ho mischiate insieme e ho ottenuto un colore un paio di toni più scuri del mio naturale.

    Il risultato mi piace, non sembro neanche troppo morta, ma c’è un ma. Mi domandavo: se volessi ottenere dei riflessi più chiari? È un’idea malsana viziata dal fatto che sono abituata alla roba chimica che permette di fare qualunque cosa, oppure c’è un modo anche con l’henné e le altre piantine? Per dire: se mischiassi della Lawsonia alla mia tinta marrone verrei fuori con la testa rossa oppure avrei semplicemente qualche riflesso? Oppure i capelli mi cadrebbero a ciocche tipo Marge sotto stress nei Simpson?

    (P.S. Hai presente quell’odore di spinaci che fa la tinta quando la riscaldi? Ecco: io, memore della tua mitica maschera al cioccolato, ho messo nel mix anche un po’ di cacao amaro e del miele. Alla fine il profumo non era nemmeno così male)

  2. Ciao Luisa, innanzitutto scusa il ritardo con cui arriva la mia risposta. Sono contenta che tu abbia sperimentato! E che sia riuscita a battere la puzza delle polveri coloranti naturali. 😉

    Veniamo a noi. Hai detto bene, con una polvere colorante naturale non si fanno miracoli. Basandosi sulla tonalità della nostra chioma, il lawsonia – come il suo collega indigo – non permette di raggiungere tutti i colori possibili. E alcuni molti distanti dal nostro comunque con difficoltà.

    Nel tuo caso, se ho capito, mischieresti del lawsonia a un altro mix color nocciola (che ha già hennè dentro? Dicci la composizione). In teoria, sì, dovresti riuscire a scaldare un po’ il colore. Con dei riflessi ovviamente rossi. Al massimo, potresti arrivare a un mogano, ma non ne sono così sicura (dipende da quanto sono scuri adesso).

    Sulla tonalità di chiaro, insomma, impossibile dire con certezza. Sui riflessi rossi invece sarei più sicura: in qualunque mix, il lawsonia vince sempre su tutto.

    Facci sapere e buoni esperimenti.

    Cloe

  3. io per ovviare all’odore fin troppo naturale aggiungo qualche goccia di olio essenziale, rosmarino, di solito, perché dicono faccia bene ai capelli

  4. Ciao Cloe, scusa ma non sono molto pratica di hennè.Se voglio farmi castano scura e coprire i capelli bianchi come faccio?Ho letto che solo il lawsonia copre i capeli bianchi e poi dopo il lawsonia si può fare l’indico per scurire.Cosa mi consigli?Per favore, mi dici dove posso comprare dell’hennè lawsonia di buona qualità a catania?Grazie per le risposte che vorrai darmi, buona giornata.ps: il tuo contatto fb qual’è?Me mi trovi col mio indirizzo mail.Ciaooooooooo

    1. Ciao Claudia,

      Piuttosto che fare due applicazioni, perché non provi un mix di lawsonia e indigo? Se compri online ne trovi di ottimi da khadi (spendendo qualcosina in più ma niente di proibitivo).

      Oppure, se non vuoi lanciarti nel mix da sola, consiglio anche a te i mix pronti Logona che trovi nei supermercati bio. Nei periodi in cui non riesco a reperire del buon hennè e ho fretta, li uso anche io.

      Per una dritta catanese, io stessa cerco da una vita senza aver trovato l’hennè definitivo (oppure la volta dopo scompariva dagli scaffali). Prometto che vi segnalerò qui eventuali scoperte.

      In bocca al lupo!

  5. Salve, io vorrei un consiglio: sono incinta nel primo trimestre..la tintura con l’henné è veramente sicura? io sono castana scura con mèches sul mogano vorrei conservare quindi questi riflessi rosso mogano che tipo di prodotto dovrei usare? non c’è qualcosa di semplice per non ammazzarmi a trovare polvere e polverini! :))))

    1. Innanzitutto auguri Carine!

      L’hennè, se di buona qualità, è l’unica tinta veramente sicura. Ribadisco la qualità perché spesso si trovano polveri con materiali ferrosi che certo bene non fanno.

      Se vuoi fare l’henné quindi dovrai perdere un po’ di tempo a cercarne uno buono. Altrimenti puoi provare le tinte Logona – sempre misture di polveri (hennè ma non solo), facili da applicare mischiando solo un po’d’acqua – nei supermercati bio.

  6. Ciao! Articolo molto interessante, complimenti! :)

    Io avrei una domanda. Il mio colore naturale di capelli è biondo cenere, con leggerissimi riflessi rossi. Anni fa avevo una tinta bionda ma ormai mi son ricresciuti i capelli. Sopra al colore naturale ora ho delle leggere mesh bionde (ogni tanto faccio la modella per i capelli, e mi aveno fatto queste mesh con un colore chiamato ILLUMINA COLOR), ma ora ho molta ricrescita.
    Mi piacerebbe molto fare un colore sul rosso, ma non rosso scuro, un rosso ramato chiaro.

    Potrebbe funziona con l’hennè?

    1. ciao Gabry,

      Con il tuo colore di base e il lawsonia verrebbe fuori un bel rosso irlandese! Il sogno della mia vita!

      Però, se hai delle tinte chimiche sui capelli, ti sconsiglio di fare hennè. Il disastro sarebbe dietro l’angolo. Tra un qualunque prodotto di tintura chimica e l’hennè è meglio far passare diversi mesi. E lo stesso vale al contrario. Quindi, dopo aver fatto l’henna, difficilmente potresti prestare la tua chioma a un parrucchiere tradizionale per operazioni sul colore.

      Valuta tu.

      1. ciao, volevo chiederti una cosa, soffro di dermatite seborroica, da quando uso le polveri indiane, la dermatite non c’è più, ma ho sempre capelli grassi e sottili, quando uso l’hennè rosso, dopo 2 giorni sono grassi grassi e devo fare per forza lo shampoo. quindi non è vero che l’hennè secca
        ciao,
        grazie

  7. ciao a tutte, spero qualcuna mi leggerà e potrà darmi una dritta…
    vorrei smettere di tingere i capelli (che già sono sottili di loro, vorrei smettere di danneggiarli…) che da biondo scuro faccio neri…e avendo letto che facendo prima l’henné e tipo il giorno dopo l’indigo posso riuscire a tingerli anche così, facendogli anche parecchio bene, mi piacerebbe provare…ma ho il terrore di far pocci!
    qualcuna lo fa? funziona davvero?
    grazie a chi mi vorrà rispondere!

    1. Ciao Robby,

      come ho scritto, non sono esperta di indigo. Una cosa però è certa: non fare lawsonia prima che siano passati un bel po’ di mesi dall’ultima tintura chimica.

      In bocca al lupo!

  8. ciao!
    é quasi un anno ke utilizzo l henné per colorare i miei capelli, e ho trasformato i miei capelli da castano scuro in rosso mogano….ora vorrei provare a mischiare henné rosso, nerove biondo.. .é da pazzi!??? riskio di trasformare i miei capelli in verde!???? grazie mille!!!

    1. Ahahaha No Maria Martina, nessun verde. Solo che… l’hennè biondo non esiste. :) Quello che vendono con questa dicitura è una porcheria.

      I mix si fanno sempre con le tre polveri: lawsonia (rosso), indigo (nero) e cassia (neutro). Se non sei sicura delle dosi – non mi hai detto che colore stai cercando di ottenere, ma online troverai parecchie idee – puoi sempre provare con i mix pronti Khadi (da comprare online) che consiglio sempre.

  9. Ciao!! Anche io ritorno ogni tanto sull’idea dell’henne, ma ho ancora i brutti ricordi di un terribile effetto melanzana che mi venne a 15 anni (dopo aver letto il tuo articolo immagino fosse indigo ^.^). Avendo i capelli castano scurissimo, che mix dovrei usare secondo te per avere dei bei riflessi ramati?

    1. Ahahaha Anna, immagino la tragedia! :)

      Se parti da una base così scura e vuoi arrivare al ramato, sappi che potresti riuscire con del buon lawsonia (solo lawsonia, nessun mix). Più probabilmente verrà fuori un mogano – più o meno chiaro -, ma dipende dal tipo di hennè che userai.

      Nel tuo caso io andrei di Sahar Tazarine, potentissimo come colorazione rame, anche se introvabile (io lo compro su ebay). E poi lo mischierei solo ad acqua calda: niente agenti acidi (yogurt, aceto, ecc) che scuriscono il colore.

      Fammi sapere se superi il trauma, sono curiosa.

  10. Hey ciao ho provato l henne nero per body art ma nn mi rilascia il colore :( non capisco perchee si secca e diventa tipo farina e se metto troppa acqua tipo tre cucchiai diventa troppo liquidooo sai darmi un consiglio sulla preparazione?

    1. Ciao Desy, non ho ben capito. Si secca durante la posa? Quanto tempo li tieni? Per la liquidità, invece, prova a mischiare all’impasto un po’ di balsamo o crema per capelli, oppure un cucchiaino di miele. Contrasta anche l’effetto secco delle polveri.

      Per quanto riguarda la mancata colorazione, invece, può dipendere da diversi fattori. Di solito è indice di una polvere non buona o mal conservata. A meno che tu non fossi già nero corvino. :)

  11. Anche io lo uso da moltissimi anni( credo una ventina).Ho 54 anni e sino riuscita fino adesso a non unare tinte chimiche. Quello che ho usato in questo periodo l’ho comprato in Marocco. Quando lo finirò sarò costretta a tornarci!
    Ciao
    Loredana

  12. Ciao ho letto le tue varie risposte e diciamo che la risposta alle domande che sto per farti le avrei già trovate ma, oltre che una conferma, ho bisogno di una ulteriore dritta. Sono o meglio ERO, castana. Avendo ormai più di 50 anni è da tempo che faccio la tinta (castano chiaro) per coprire i capelli bianchi. Uso quelle in scatola che puoi fare da sola in casa. Non ho mai avuto una capigliatura folta, i capelli sono sottili e con la menopausa è ancora peggio. Vorrei passare all’hennè ma da quello che ho letto, a chi fa tinte chimiche consigli di aspettare dei mesi prima di passare all’hennè. Ma come faccio?! vado in giro con una ricrescita da paura? oltre al fatto che proprio non mi va di aspettare che vengano fuori tutti i capelli bianchi prima di fare l’hennè! tanto vale allora lasciarli bianchi e amen. E’ una cosa alla quale dovrò rassegnarmi lo so, ma per adesso visto che dimostro ancora molti anni in meno di quelli che ho, vorrei godermi ancora un pò questo stato di grazia :-) Domanda: qual’è il motivo per cui bisogna aspettare? il colore non prende sui capelli già trattati? Non ho capito molto sulla storia dei mix e dei colori, so solo che vorrei restare castana (ma con l’hennè mi sembra alquanto difficile) o comunque non voglio diventare nero corvino. Da una collega di lavoro che fa l’hennè, ho visto che i capelli bianchi diventano mogano e mescolati ai capelli scuri che ha, sembra che abbia le meches. Non male l’effetto. Cosa devo comprare di preciso? la mia collega mi ha detto che lei l’acquista dall’Erbolario. Questi negozi sono un pò in tutta Italia, magari se li conosci puoi dirmi se i loro prodotti sono buoni? Grazie per l’aituo che darai a questa donna disperata!!!

    1. Cara Anna,

      Ti consiglio di aspettare perché l’hennè potrebbe non prendere o, peggio, avere interazioni disastrose in termini di colore con la tinta chimica.

      Tu però giustamente hai un’esigenza, coprire i capelli bianchi. Perché allora, semplicemente, non ti affidi a una tinta vegetale da comprare in erboristeria? Puoi scegliere il colore che vuoi e sicuramente – per quanto non completamente naturale – stresserà meno i tuoi capelli fini di una da supermercato/profumeria (ricca di ammoniaca per capirci).

      Su una tinta vegetale inoltre, per esperienza, basterebbe attendere un paio di mesi per fare l’hennè. Magari mischiando un po’ di lawsonia (che rilascia colore rosso) alla cassia (colore neutro). Così dovresti ottene il colore che cerchi (mogano sulle parti bianche e più castano sulla base scura).

      Queste polveri si trovano anche sfuse in erboristeria, ma non sempre sono affidabili (polveri che stanno lì da anni, di scarsa qualità, ecc). Alcune marche fanno dei preparati già in busta, ma anche in questo caso non è detto che siano 100 per cento naturali. Prossimamente, per aiutare chi non compra online e vuole provare subito, pubblicherò una lista delle marche da erboristeria accettabili e reperibili in città.

      Non desistere!

  13. Io ho provato Hennè comparato all’Auchan..Credo fosse buono come prodotto(parlo per gli ingredienti naturali).. il problema è che sarebbe un pò antipatico da stendere e l’odore è bruttino

    1. Cara Elisa,

      Vado molto di rado nei grandi ipermercati e non ho mai notato hennè all’Auchan. Sai dirmi che marca è? Sono molto curiosa.

      L’odore dell’hennè, in ogni caso, è molto particolare, ma si può correggere con qualche goccia di olio essenziale oppure, se ne hai in cucina, con una goccina di vaniglina. Per quanto riguarda la stesura, invece, molto dipende dalla qualità della polvere: più è sottile e poco sabbiosa e più diventa simile a una crema (anziché un impasto grumoso che cade a pezzi… Ci sono passata :) ). Anche in questo caso, però, qualche piccolo rimedio c’è: li trovi sparsi nei vari commenti ai post dedicati all’hennè.

      Se ti piace l’effetto, non ti resta che sperimentarne tipi diversi fino a trovare quello adatto a te!

  14. Ciao , volevo provare l’hennè perchè sto allattando il mio piccolino di 3 mesi.
    Durante la gravidanza ho fatto dalla mia parrucchiera il riflesso e non il colore tradizionale. Secondo te posso fare hennè oppure c’è il rischio di alterazioni per via del riflesso che però nn faccio da tre mesi ?

    1. Nessun problema per il riflesso, ma devo dirti di fare molta attenzione all’hennè che compri. Perché spesso – specie quello venduto sfuso o comprato a caso nei negozietti etnici – può contenere metalli e altre schifezze che, nel tuo caso, non sarebbe proprio il caso di incontrare. Magari spenderai qualcosina in più o dovrai cercare più attentamente, ma ne vale di certo la pena.

  15. Ma che bell’articolo!!:) vorrei farti una domanda a cui ancora non ho trovato risposta su internet…dunque, ho fatto un henne ahimè con del picramato (sono stata fregata dall’erborista…e dalla mia inesperienza), ora ho comprato l’hennè jamila e vorrei farlo nonostante stia per andare al mare…sai dirmi quali sono gli effetti della salsedine e del sole sui capelli colorati con hennè? Mi consigli di agire o meglio aspettare settembre? Grazie:)))

    1. Ciao Sarah, evviva il Jamila! Vai serena, anzi, non farà che bene ai tuoi capelli. Al massimo, si schiariranno un po’. Ma, visto che il Jamila ha riflessi ciliegia e non rame, non dovresti nemmeno rischiare l’effetto-arancione. 😉

      Ps. Cerca pero’ di farlo almeno una settimana prima (o comunque tre giorni minimo) così da dare il tempo all’hennè di scaricare.

      Buon mare e buon Jamila!

  16. Ciao Cloe,
    volevo chiederti un consiglio, io ho fatto l’henne rosso per almeno tre volte (preso all’erboristeria), ma poi ho scoperto che esso conteneva picramati, quindi una mia amica mi ha consigliato di comprarlo online su un sito francese, solo che non trovo tutti i vari colori che hai elencato, a me piacerebbe un rosso ciliegia, o rame, insomma abbastanza acceso (ho i capelli biondi-cantano chiaro) solo che non so davvero su che siti andare, potresti consigliarmene qualcuno?

    Baci, Michela

    1. Prova ad andare per marche: se vuoi un rosso ciliegia cerca online il Jamila, se invece vuoi un rame meglio un Sahara Tazarine. Spesso si trovano a prezzi competitivi anche su Ebay.

      In generale, diversi siti anche italiani (come ecco-verde) hanno gli ottimi hennè khadi. Oppure puoi cercare i mix Logona nei supermercati bio vicino casa tua, come suggerisco in un post più recente sull’hennè.

      Buona ricerca!

  17. Ciao Cloe…
    ho letto con interesse tutte le informazioni che dai riguardo l’hennè…..io non cambierei per nulla al mondo i miei “fili” bianchi che per magia diventano rosso fuoco….
    ho solo una domanda dopo quasi 25 anni di hennè…..ma non c’è alcun modo per non lasciare tracce di colore dopo ogni lavaggio? io viaggio spesso per lavoro e in valigia non posso non portare un asciugamano “dedicato” ai miei capelli!!
    Grazie per un eventuale consiglio….

    1. Margot, hai più esperienza di me! :) Ma ti scarica davvero a ogni lavaggio? Non soltanto ai primi due o tre?

      Fammi sapere cosa metti oltre alla polvere, che magari la magagna sta lì.

      Ti aspetto.

  18. Ciao, complimenti per il post, davvero dettagliato e utilissimo. Voglio tingermi anch’io i capelli con l’hennè e sarei curiosa di sperimentare un colore minimamente diverso dal mio, solo che sono davvero molto titubante. Ti spiego: ho una pelle chiara gialla/olivastra a sottotono neutro, capelli e occhi castano scuro piuttosto neutri anche loro. A metà giugno una mia amica parrucchiera mi ha fatto dei riflessi (chimici) ramati, che però secondo me risultano troppo caldi per me, quindi sarei per escludere il lawsonia puro. Mi piacerebbe tantissimo provare l’indigo, perchè adoro quei riflessi ciliegia, ma ho paura che sia troppo freddo essendo io neutra nei miei colori naturali. Allo stesso tempo mi scoccia non provare nulla di nuovo. Insomma, ho tanta confusione in testa, so quello che non voglio, ma non quello che voglio. Se puoi aiutarmi te ne sarei grata. Un bacio e complimenti ancora :)

    1. Ciao Camilla, perché non ti affidi ai mix già pronti di Khadi (da comprare online) e Logona (nei supermercati bio)? Ce n’è davvero per tutti i gusti e le colorazioni non sono mai eccessive. Sono certa che troverai il colore che soddisfa anche te.

  19. Ho trovato questi consigli molto interessanti! :) Da un po’ di tempo volevo provare l’hennè, un po’ per cambiare e anche perché so che fa bene al capello stesso (che ultimamente è un po’ stressato e secco) Ho i capelli biondo cenere, quanto tempo dovrei tenere l’impacco di hennè per ottenere un bel rosso acceso? I miei capelli mi piacciono molto, però sento l’esigenza di cambiare!
    Inoltre, dato che non riesco a convincere mia madre a farmi utilizzare l’hennè (nonostante i miei 19 anni ha ancora il controllo sulla mia testa), cosa potrebbe farla cambiare idea?
    Aspetto una risposta, Camilla :)

    1. Ciao Camilla, forse la tua mamma, come la mia, vive l’incubo della schiavitù da ricrescita e vuole evitarti questo supplizio.

      Prova intanto ad applicare maschere e oli per combattere i capelli secchi. Magari vedendo i risultati della cosmesi naturale, cambierà idea. O magari la cambierai tu e vorrai tenerti il tuo colore, ma con i capelli soffici. 😉

  20. Ciao!
    Io vorrei provare l’indigo, ho i capelli castano scuro secondo te riuscirei ad avere i riflessi viola/blu o renderebbe i miei capelli semplicemente più scuri?
    Oggi sono stata in erboristeria ma, quando ho nominato l’indigo, mi hanno guardata come se avessi detto chissà quale blasfemia…il che mi lascia molto riflettere o.o
    Dove potrei comprarlo online? E soprattutto, quale marca prendere?

    1. Ciao Giorgia, prova a dare uno sguardo al mio ultimo post su dove comprare fisicamente hennè di qualità e che marche scegliere. Online invece consiglio sempre Khadi, che ha anche tanti mix già pronti per le più indecise.

  21. anch’io mi sono fatta prendere da questo bellissimo modo di tingere i capelli che spero di non mollare.verso i primi di giugno mi decido di colorare i capelli per la prima volta con henne’.vado in erboristeria e mi affido alla signorina,dico che vorrei fare un bel rosso,biondo, (da considerare che i miei capelli di mia natura sono biondo scuro ramato)mi consiglia di fare il rosso tiziano,con aggiunta di poco biondo, non chiedo le inci perché non sapevo ancora dell’aggiunta di picramato e mi fido,comunque (la marca era erbamea, me lo ha pesato perché lo aveva preso da un sacco grande) lo faccio ,tutto ok,ed ottengo un bel rosso e mi sta anche bene perché ho carnagione chiara,l’unico problema che ho riscontrato e’ che sulle tempie ho dei ciuffetti bianchi,che l’henne’ me li ha coperti ma ho ottenuto un colore piu’ aranciato rispetto alla lunghezza,ora chiedo,per ottenere un colore leggermente piu’ scuro in modo che si avvicinasse piu’ al mio naturale,e che non ci sia differenza con i bianchi,quale mix fare?

    1. Ciao Sabina, come detto, l’hennè colora i capelli in base al loro colore di base, ottenendo così un effetto più naturale. È quindi normale che, sui capelli bianchi, il risultato sia sempre più chiaro.

      Puoi provare a preparare un po’ di polvere a parte, quanto basta per i ciuffetti laterali, e lì aggiungere una punta di indigo per scurire.

      In aggiunta, puoi usare per quella parte un mix acido (limone, aceto, yogurt, ecc) che tende a scurire.

      Si va per tentativi insomma! 😉

      1. …questo da preparare sempre a parte dal primo henne’? e dopo quanti giorni potrei fare questo mix per scurire la ricrescita? anche il giorno dopo?

        1. Puoi anche prepararli contemporaneamente, mettendo la mistura giusta al posto giusto. Oppure sì, almeno due o tre giorni dopo l’hennè per dare il tempo al primo colore di stabilizzarsi.

  22. CIAO da circa dieci anni uso hennè che compro in erboristeria, premetto che sono castana chiaro e che da piccola ho sempre avuto riflessi ramati .Tra le varie marche proposte ho scoperto hennè iraniano non ti so dire che marca è cmq ci sono di diverse tonalita e solitamente faccio un mix rimango soddisfatta solo che alcune volte non copre i capelli bianchisino alla radice , sai da cosa dipende? Inoltre è normale che secca il capello? Cosa potrei unire per renderli meno secchi? Uso olio di jojoba prima di asciugarli ma c’è qualche sostanza che potrei mettere in posa insieme all’henne?
    Grazie .ciao

    1. Cara Lia, senza sapere che hennè hai usato è difficile dare una risposta. Considera però che, nella maggior parte dei casi, una linea di hennè che offre diverse tonalità difficilmente è sinonimo di naturale. Il che potrebbe spiegare l’effetto secco. Che gli hennè veramente buoni non danno.

      Puoi comunque aggiungere un po’ di maschera per capelli o balsamo all’impacco. Ma mai oli, che renderebbero più difficile all’hennè penetrare nel capello.

      Per quanto riguarda la copertura invece non può che derivare dall’applicazione. L’impasto ti viene forse troppo denso per poterlo stendere bene (stile crema della tinta del parrucchiere per capirci)? Anche in questo caso, un hennè diverso – dalla polvere più fine e non sabbioso – aiuta parecchio.

  23. Ciao, i miei capelli sono tinti chimicamente però vorrei tornare al mio colore naturale (cioè passare da un biondo scuro tinto a un castano naturale) con l’hennè. Se lo usassi che effetto otterrei? sulla tinta e sulla ricrescita otterrei due colori diversi?

    1. Cara Valeria, innanzitutto direi che è abbastanza impossibile ottenere un castano con l’hennè, i cui riflessi rossi sono sempre ben visibili – con intensità diverse – anche nei mix con cassia e indigo. Se fosse un mogano quello che stai cercando, allora con i mix pronti in commercio (di recente ho segnalato i marchi validi) o sperimentando tu stessa, potresti ottenerlo senza troppi problemi.

      Tieni comunque presente che le polveri colorano secondo la base. Quindi, se ricrescita e lunghezze sono troppo differenti, si noterà uno stacco.

      Facci sapere!

  24. Ciao, ho dato un’occhiata a tutti commenti ma non trovo comunque la risposta adatta. Io ho i capelli castano scuro (quasi neri), e ho preso l’hennè per nutrire i capelli, ma volevo anche provare qualche riflesso.. Se NON voglio i capelli rossi, ma semplicemente qualche naturalissimo e blando riflesso visibile al sole, va bene se lo lascio in posa solo per i 20 minuti minimi? Ah, io ho preso l’hennè del supermercato, quello FORSAN: secondo te rischio molto? Grazie!

    1. Ciao Lara, su un capello così scuro e con un hennè non particolarmente colorante, direi che al massimo puoi ottenere un mogano e quindi credo possa andare bene. Il tempo di posa aiuta, ma anche la preparazione: per scurire puoi unire al mix qualche sostanza acida che fa ossidare diversamente l’hennè. Io consiglio lo yogurt, che fa anche un gran bene. Ma puoi usare allo stesso modo aceto di mele o succo di limone, per citare esempi facilmente reperibili.

      Per quanto riguarda il Forsan: trovi facilmente di meglio.

  25. ciao!è da quasi 2 anni che mi tingo i capelli chimicamente di rosso rubino acceso….purtroppo i miei capelli oltre le spalle non crescono e mi dispiace perché amo i miei capelli ricci!che una volta l’anno faccio la permanente….mi stanno benissimo!xò la permanente rovina parecchio, ma non posso stare per almeno un paio di mesi con 2 colori in testa per lasciarli riposare e rinforzandoli con olio balsami e cose varie x la permanente 1 volta all’anno!

    ho capito che leggendo un po’ su internet, che arrivare ad avere un bel rosso fragola sarebbe impossibile…non mi dispiacerebbe avere un ramato anche se non so se mi possa stare bene, sono leggermente mora, ho cmq una ricrescita castana quasi scura…

    però amo i miei capelli!e vorrei potergli dare un tono deciso e duraturo e cmq vorrei nutrirli!sono stufa di metterli un chilo d’olio altrimenti sono aridi!non uso neanche più una schiuma per ricci ma olio di cocco e olio della garnier che mi rendono i capelli morbidi, ma dopo le tinte chimiche arrivano anche le doppie punte! e che li taglio sempre le punte appena prima di una tinta!aimè…

    quindi tornado a noi, che cosa posso usare come hennè?la lawsonia?io vorrei tanto un color rosso acceso….

    oppure, ho letto dell’hennè neutro che rinforza i capelli senza colorarli, io farei anche le tinte chimiche e poi l’hennè neutro ogni tanto per rinforzarli! perchè se poi negli anni, se faccio il rosso rame, diventa scuro il colore…non mi conviene usarlo la lawsonia…credo…

    quindi cosa mi consigli?hennè per rosse rame sempre e comunque??e poi quando sarà il momento della permanente che periodo devo aspettare tra hennè e riccioli “nuovi” e poi riprendere l’hennè a farlo cosa succede? rovino il riccio o non prenderebbe il colore??

    invece usando l’hennè neutro tra una tinta chimica e un’altra è fattibile?oppure deve esserci uno stacco anche lì?

    sono un po’ confusa sul cosa fare!a me non dispiace il mio rosso rubino…..se lo avessi con tinte vegetali sarei cento volte più felice!almeno evito di tagliarmi sempre i capelli!

    spero tu mi possa aiutare!!!baci!

    1. Ciao Miriam, la tua situazione è in effetti un po’ complessa.

      Innanzitutto, come sai benissimo, sarebbe bene saltare qualche ciclo di permanente e dare il tempo ai capelli di riprendersi con tante cure (oli, maschere, il giusto shampoo, ecc). Per quanto riguarda il colore, se è così diverso dal tuo di partenza come dici, ritengo sia impossibile raggiungerlo con l’hennè o con una tinta soft. Utilizzare della cassia sicuramente è una buona idea ma tra tinta e permanente non credo possa risolvere il tuo problema.

  26. Ciao!! Complimenti x il blog, è molto ricco di informazioni preziose e ben strutturato!:)
    Vorrei chiederti una consulenza per l’henne.
    Premessa: sono asmatica e soffro di allergia al Nikel, dopo essere stata x un anno biondo platino con tinte, soffrivo così tanto di dermatiti e disturbi respiratori dopo la tinta che ho deciso di tornare biondo scura/castana chiara cenere 6, il mio naturale.
    Sono rimasti dei riflessi biondi rossicci e vorrei coprirli e rendere i miei capelli più scuri e di tono cenere freddissimo, in quanto il rosso mi sta malissimo!
    È possibile trovare un henné del mio caso?
    Grazie bacione:)

    1. Ciao Alessia, direi che l’hennè non fa proprio al caso tuo, considerati i riflessi rossi (intensi, ramati, mogano, come vuoi, ma rossi) che rilascia in ogni caso. Anche se mischiato con indigo o cassia.

      Hai provato piuttosto con una tinta vegetale?

  27. Ciao :) ho letto le varie domande che sono già state poste ma nessuna fa al caso mio. Io ho già i capelli di un rosso tiziano scuro, vorrei renderli un leggermente più accesi evitando però l’effetto carota. Cosa mi consiglieresti?

    1. Ciao Martina, non mi hai detto se il tuo colore è naturale oppure no. Nel secondo caso, l’hennè non fa per te almeno non prima di due-tre mesi senza tinte chimiche. Nel primo caso – fortunella – o nel caso in cui tu usassi già hennè ti direi di provare con una polvere diversa che viri più sul rame (su una base scura non sarà mai carota).Come l’introvabile Sahara Tazarine.

      Oppure, se usi hennè e utilizzi sostante acide per l’ossidazione, evitale e metti solo acqua calda nell’impasto: il colore sarà meno scuro.

  28. Ciao! Innanzitutto ti ringrazio per avermi schiarito le idee con questo dettagliatissimo post! Vorrei soltanto chiedere un ulteriore consiglio…ho i capelli castani con dei riflessi ramati. Non ho mai fatto tinture dal parrucchiere, salvo alcuni colpi di sole a 12 anni(ora ne ho 18). Dopo l’estate mi piacerebbe accentuare i miei riflessi naturali, ma senza l’effetto carota..diciamo che aspiro a dei riflessi sul ciliegia/mogano;da ciò che ho letto,quello che fa per me credo sia il Jamila. Ecco il mio dilemma:mi sono documentata in giro per internet e grazie all’esperienza di alcune amiche, e ho sentito dei tempi di posa..ecco, vorrei sapere per quanto tempo bisogna lasciare in posa l’impacco senza che la colorazione sia totale e ritrovarmi con i capelli rossi…grazie in anticipo! :)

    1. Ciao Fede, con il Jamila andresti a colpo sicuro senza rischi di riflessi carota (a meno che non si sia biondo platino!). In ogni caso, i tempi di posa dell’hennè vanno da una a quattro ore. Anche di più che chi ha pazienza. Senza grandissimi cambiamenti in termini di resa, a dire il vero.

      Nel tuo caso però, se vuoi sentirti più sicura, prova a tenerlo poco più di un’ora (di meno rischi di restare delusa al contrario) e poi, una volta acquisita sicurezza, aumentare di conseguenza.

  29. Ciao Cloe! Grazie di cuore per questo articolo. Volevo chiederti un parere. Mi tingo i capelli di biondo chiaro, il mio colore naturale è un biondo cenere (davvero triste). Vorrei avere dei capelli sani e belli quindi ho deciso di dire addio alle tinte chimiche. Posso usare l’henné neutro per dare un po’ di luce?

    1. Certamente, Chiara! Qualunque gesto d’amore nei confronti della tua chioma – impacchi con cassia, maschere, oli, ecc – li renderanno più morbidi, setosi, dalle squame chiuse e quindi più luminosi.

      In bocca al lupo!

  30. Intanto complimenti per il blog :) ci dai un sacco di consigli utilissimi e più di una volta hai evitato disastri estetici :p

    Una mia amica mi ha portato una confezione di henné biondo, marca henné color, dal Olanda.

    Io ho i capelli biondo cenere chiaro, e vorrei semplicemente ravvivare i riflessi dorati che il sole mi da d estate.

    Ho paura di ottenere riflessi rossicci o, peggio, arancioni, perché ho ancora residui di colpi di sole platino risalenti a tre anni fa.

    Prima di rovinar i la testa e piangere per giorni, potresti darmi qualche consiglio?

    L INCI è: cassia italica leaf powder, rheum palmatuM extract, chamomilla recitata extract, rosmarius officinalis extract, lawsonia inermis leaf extract

    1. Uhm… Isabella, se devo essere sincera, l’Inci non mi convince affatto. Sono tutti ingredienti naturali, per carità, ma quando hai a che fare con le polveri – lawsonia, cassia, indigo – diffida quando trovi scritto “estratto” e non solo il nome della polvere. Vuol dire che della pianta c’è solo il profumo e chissà cos’altro.

      Se non sei ossessionata dal bio a tutti i costi, comunque, puoi provare. Non mi preoccuperei troppo per il colore: la tinta chimica risale a un secolo fa e la quantità di lawsonia (colore rosso) sembra infinitesimale (è l’ultimo ingrediente).

      Però fammi sapere, che ormai sono curiosa. 😉

      1. ciao, volevo chiederti una cosa…..
        ho fatto l’hennè delle erbe di janas,quello freddo…..ho capelli castano medio, ho miscelato con limone e karkadè, ma sono venuti ramati, per farli più scuri, come posso fare? ho anche l’hennè khadi quello con amla..

  31. Ciao, ho comperato l’henne’neutro per fare un impacco ristrutturante.Ho i capelli castano ramato (tintura chimica), rischio di alterare il colore dei miei capelli? Potresti indicarmi gli ingredienti da utilizzare nella maschera all’henne’neutro ? Grazie

    1. Ciao Ilenia, la cassia non rilascia colore e quindi non ha alcuna interazione.

      Per quanto riguarda la preparazione, puoi mischiare la polvere a un vasetto di yogurt bianco – fa un gran bene ai capelli e aiuta a far diventare l’impasto corposo – e a un po’ di acqua calda quanto basta perché l’impasto si stenda bene. Lasci raffreddare un po’ e poi metti su.

      Buone prove!

  32. Grazie per tutte le informazioni sull’hennè che ci dai:)Per coprire i miei primi capelli bianchi, grazie a te ho fatto un ottimo acquisto scegliendo il jamila e sono molto soddisfatta.In vacanza, mi è capitato di trovare un negozietto indiano che aveva un hennè che si chiama star rashmi rachmi mehandi 100%natural.Adesso ho la ricrescita e vorrei provarlo, ma non ho trovato informazioni in rete, volevo sapere se tu lo conosci, se sai se contiene picramato, ppd o schifezze di altro tipo che vorrei evitare.La polvere è giallo ocra, l’ho fatto ossidare con succo di limone(le volte precedenti ho ossidato il jamila con l’aceto, ma fa un’odore terribile e stavolta ho voluto provare col limone).La pappetta dopo pochi minuti, è diventata marrone e adesso sono indecisa se applicarla o no sui miei capelli, non vorrei ritrovarmi verde o viola.Per favore, mi dai un consiglio?Per ora ho piazzato la pappetta in congelatore, in attesa di capire cosa farne.Spero leggerai il mio messaggio, grazie mille in anticipo dei consigli

    1. Ciao Claudia, non so se sono arrivata in tempo (ero anche io in vacanza! :) ), ma purtroppo ti anticipo che non ho una risposta definitiva. Non conosco l’hennè che hai acquistato, ma so per certo che nei negozietti etnici si possono avere grandi colpi di fortuna o prendere grosse fregature. Tutto dipende dal fatto che le etichette sono spesso in arabo e non sai mai se c’è solo lawsonia o altro. Se questa fosse in italiano o in inglese, ci toglieremmo sicuramente il dubbio.

      In ogni caso, il fatto che la pappetta sia diventata marrone non depone molto a suo favore (di solito è indice di picramato). Il fatto che sia ossidata solo dopo pochi minuti, anche.

      Se non ci hai speso molto e tieni al fatto che il tuo hennè sia super naturale, io al posto tuo passerei la mano.

      Ps. Jamila per chi preferisce un riflesso più scuro e Sahara Tazarine per chi ama il rame sono due dritte infallibili!

  33. Ciao, uso tinte chimiche da 20 anni (ne ho 34), adoro i rossi, tutti, dal rame al rubino … la mia ultima pazzia la settimana scorsa … decolorazione e tinta color rame brillante … i miei capelli stanno andando in pezzi … ma vorrei rimediare e passare all’henne … HELP!!!

    1. Ahi ahi Alessandra, che combini? Puoi certamente passare all’hennè ma non prima di tre mesi. Qualcosa in più mi sa nel tuo caso. O rischi di trovarti i capelli con colori improponibili.

      Nel frattempo – se potrai sopportare la ricrescita e tutto il resto – approfittane per prenderti cura dei capelli con gli oli e le maschere che spesso ci consigliamo anche qui.

      1. Grazie Cloe, non credo di riuscire a stare 3 mesi con la ricrescita … posso fare le tinte vegetali nel frattempo …? Lo so sono un disastro! Ho sentito che l’hennè fa reazione con la decolorazione prendendo fuoco … è vero? Che colore potrebbe uscire? una volta mi sono venuti verdi …

        1. Mi è capitato di alternare tinte vegetali a hennè e non ho mai avuto particolari problemi. Anche se ho cercato comunque di tirare almeno un mese e mezzo. Penso che questa possa essere la soluzione adatta a te.

          Ps. Ecco, i capelli verdi. :)

          1. Grazie!!! Credo di poter resistere un mese … e mezzo, aspettiamo e vediamo che succede =)

          2. Ciao Cloe, è passato qualche mese e ho finalmente sperimentato l’hennè, la prima volta non ho avuto risultati, perchè l’ho tenuto solo per un’ora, la seconda volta è andata meglio, ho usato: hennè poudre acajou njd cosmetics, anche se la ricrescita è più scura, pazienza … oggi ho usato hennè rosso rinforzato tiziano della herbamea, che però contiene picramato.(posa 40/60 minuti) Conosci queste marche? A me piacciono i capelli rame, pensi che il Sahar Tazarine potrebbe fare al caso mio? preferirei non comprare online, ci sono marche buone disponibili in erboristeria?

          3. Cara Alessandra, il Tazarine è il migliore hennè per i riflessi ramati, ma è quasi introvabile non online.

            Per le marche reperibili in erboristeria o nei negozi bio trovi un post apposito. Ma ovviamente si tratta di polveri senza picramato, e quindi meno coloranti.

  34. Ciao Cloe!
    Bellissimo blog!!<3
    Ho letto i commenti ma non ho chiara la situazione…..mi spiego meglio. Io di hennè non ne so praticamente nulla! Tranne che la mia compagna di università tanti anni fa si ritrovò con i capelli verdi appunto ;).
    Io ho i capelli di base biondo cenere con una marea di capelli bianchi, e li schiarisco. Ora di base ho una tinta con i colpi di sole sopra. Inoltre mi sono spalmata un mix di erbe che avrebbe dovuto rinforzarli, che mi ha regalato una amica, l'Heenara e in realtà si sono seccati molto. L'unica cosa carina è stato il fatto che me li ha tonalizzati e ha dato un lievissimissimo riflesso rosso che è già sparito.
    Ora la mia domanda è: se volessi ottenere il mio biondo di base con leggeri riflessi rossi ma chiaro chiaro, come posso fare?? Ho pensato a mixare l'heenara con un pò di lawsonia inermis…….ma nn vorrei ritrovarmi carota perchè non ho idea di come si faccia e delle quantità…ho i capelli molto lunghi. Inoltre il dubbio resta sempre perchè che ne faccio poi della mia simpatica ricrescita biondo cenere /pianura padana 😀 mixata di bianco? Grazie grazie grazie se vorrai spendere del tempo per aiutarmi!

    1. Cara Barbara, hai detto bene: il rischio è di ritrovarti rosso fuoco! :) Come sempre quando si tratta di casi difficili come questi, io dico sempre che è meglio affidarsi all’inizio a chi ne sa più di noi e poi imparare e sperimentare pian piano. Quindi ti consiglio di dare un’occhiata ai mix già pronti Logona che dovrebbero avere anche qualcosa sul biondo. Ci fai sapere? In bocca al lupo!

      1. Grazie mille!! seguirò certamente i tuoi consigli e se deciderò di agire …..certissimamente ti aggiornerò!! 😉

  35. CIao
    Utilissimi questi consigli, volevo chiederti una cosa…io vorrei fare diciamo lo step opposto..ho utilizzato l’henne neutro come maschera sui miei capelli naturali ed ora vorrei farmi fare dal parrucchiere lo shatush..che li decolora in modo chimico praticamente;
    dato che costa un bel po’ non vorrei rischiare di andare e che poi non venisse, secondo te quanto dovrei aspettare??
    considerando che lho utilizzato una volta dopo mesi di nessun trattamento l’henne neutro.
    Grazie in anticipo se riuscirai a rispondermi :)

    1. Ciao Marzietta. Francamente la tua è proprio una bella domanda. La cassia non colora e quindi non mi preoccupa l’eventuale interazione con la tints chimica. Però filma il capello – ed è quello il suo pregio – rendendo più difficile alle altre sostanze penetrare.

      Premettendo che le polveri non vanno mai via se non con la ricrescita, io direi che aspettare un paio di mesi, per sicurezza (come nel caso di tinta sull’henna) sarebbe una buona precauzione in ogni caso.

  36. Ciao Cloe! faccio da 10 anni delle tinte chimiche MOGANO senza amoniaca perchè ho subito 2 interventi alla testa, volevo sapere se se posso passare al Henne Rosso con 1 punta di Nero per non spendere ogni 2 mesi un capitale da parruchiere ed avere i capelli in BUONA salute? Grazie mille x la tua risposta, sito d’avvero interessante!!

    1. Ma certo Cecile! Se la tua base è già un castano non molto chiaro, potresti affidarti anche al solo lawsonia, ma con una punta di indigo (o di cassia, dal colore neutro) vai sul sicuro.

      Se spulci un po’ online troverai di sicuro diversi mix a cui ispirarti già provati da chi ci è passato prima di te. Oppure all’inizio puoi affidarti ai mix già pronti (khadi da comprare online, logona nei supermercati bio).

      Buon passaggio e benvenuta nel club delle hennate! :)

  37. Ciao Cloe! non so perchè la mia richiesta di info sia sparita…poco male te la riformulo!!! Da 10 anni dopo aver subito 2 interventi alla testa faccio delle tinte MOGANO (chimiche – senza amonica) perchè dopo gli interventi avevo i capelli “peppe/sale” e a 40 anni non volevo presentarmi verso i miei amici e colleghi cosi!!! posso passare all’HENNE rosso con 1 punta di nero, o devo aspettare come hai detto a vari persone dai 2/3 mesi?? Grazie per la tua risposta e questo sito lo trovo molto interessante!!! :-)

    1. Ritrovata la tua richiesta, ti ho risposto più giù, ma qui mi dai più dettagli. Se ci sono capelli bianchi – che verrebbero fuori molto rossi – devi per forza smorzare il lawsonia con indigo e/o cassia.

      Per il resto, più delicata è la tinta, meno tempo dovrai attendere. Se sei già abituata s tingerli ogni due mesi, direi che può bastare. Al prossimo giro, datti all’hennè senza problemi. 😉

      1. Grazie mille per le tue 2 risposte molto preziose!! :-) e visto che ho scelto una taglio carrè corto, con l’HENNE potro permettermi di mantenere il mio TAGLIO aggiornato!!! 😉

  38. Le colorazioni Logona si possono usare dopo aver lasciato scaricare un riflessante (in teoria non permanente…coprei capelli bianche ma poi scarica e tornano normali) fatto dal parrucchiere? Quanto bisogna aspettare? Sono castana scura e il riflessante è un cioccolato.
    Mille grazie

    1. Ciao Benedetta, non so in quanto tempo scarichi il tuo riflessante ma, in media, non credo più di un mese. Dopo di che, darei il via libera all’operazione Logona. Facci sapere come ti trovi poi, io li adoro.

  39. Una settimana fa mi sono tinta i capelli color biondo scuro mogano ramato all’inizio andava bene il colore mi piaceva e i capelli non presentavano danni ma poi si sono indeboliti e spezzati.
    Mi hanno consigliato di usare l’hennè che ho scoperto da poco essere una pianta naturale che da beneficio al capello… ma ho letto che non si può usare se si hanno i capelli tinti da poco!
    Siccome so molto poco sull’ hennè,vorrei sapere come funziona,se qualcuna ha presentato degli effetti negativi,se posso usarlo per il mio caso come “rinforzante per i miei capelli” e nel caso poterli scurire ,se scurisco i miei capelli come diventeranno?

    1. Ciao Alessia, se leggi tutti i commenti ai due post sull’hennè troverai le risposte che cerchi e tanti spunti utili.

      In breve: prima di usare l’hennè sui capelli tinti chimicamente bisogna aspettare almeno due-tre mesi; la colorazione dipende dal tipo di polvere usata o dai mix scelti (tra le naturali non c’è solo l’hennè con la sua colorazione rossa più o meno intensa); nell’attesa puoi sempre penderti cura dei capelli con oli e maschere di cui abbiamo parlato e parleremo anche qui.

      Forza e coraggio!

  40. Ciaoo mi sembra che ieri ti avevo scritto una richiesta in cui facevo delle domande sull’hennè ma è sparita va beh riscrivo :)
    Allora oggi mi sono presa tutti gli appunti possibili sull’hennè ma ci sono cose che non mi sono chiare poi ho scoperto solo da tre cosa sia e e per caso mi sono imbattuta nel tuo blog(miracolo).
    Allora tre settimane fa mi sono tagliata i capelli perchè mi accuso che li maltrattavo ;avevo usato per mesi interi la piastra quasi tutti i giorni non fornendo ai capelli nessun tipo di protezione o trattamento, così usando le marchè più disperata di maschere ristrutturanti che hanno funzionato minimamente essendo io la prima che pretendeva un miracolo ho deciso di tagliarli!
    Stanca a diciassette anni del mio colore sono andata in un negozio di cosmetici e ho visto un tinta L’Orèal che mi ha rapito il cuore:Biondo scuro mogano ramato… l’ho presa subito e circa dieci giorni fa l’ho fatta ,all’inizio l’adoravo ma l’altro giorno usando anche uno shampoo per il colore mi sono accorta che i capelli non sono danneggiati in modo irreversibile ma però si presentano odiosi al pettine,spezzati e il colore non è più vivo come lo vorrei ma comincia a schiarire anche se in modo lieve e non mi piace visto che si sta avvicinando ad un rossiccio!
    Allora sono partita dal fatto che voglio provare l’hennè neutro per le sue proprietà benevole per il capello ma mi sono venuti dei dubbi esistenziali …
    Posso usare l’hennè neutro anche se non è un periodo abbastanza lontano quando ho tinto i capelli o succede un casino?
    Se usassi l’indigo cosa succederebbe,scurirei i capelli o che colore potrebbe venire fuori,devo aspettare che il colore se ne vada del tutto ?
    Non ho capito un concetto hai parlato di hennè neutro che serve per sue proprietà ristrutturanti ,l’hennè nero che darà ai capelli dei riflessi nero /viola e qual’è l’hennè che darà un rossiccio e a cui ti rivolgi alle corvine che verranno di un bel mogano se nel caso usassi questo hennè per capelli rossi sui capelli mogano cosa verrebbe fuori lo stesso colore solo ravviato ?
    Scusami ma sono molto curiosa,non uccidermi per la miriade di domande,aspetto tua risposta. Grazie in anticipo!

    1. Eccomi Alessia, ho già risposto al tuo primo messaggio ma qui sei più dettagliata. Allora, il colore dipende dalla pianta usata, che impropriamente chiamiamo sempre hennè ma che in realtà sono: cassia (colore neutro), indigo (nero-viola) e lawsonia (rosso, l’unico vero hennè).

      Per la polvere di cassia puoi anche aspettare giusto un mesetto che scarichi il colore perché, non avendo colorazione, non ha interazione con la tua tinta. Per quanto riguarda il colore da ottenere con le polveri, invece, è più complesso. Tieni presente che il lawsonia da solo non ha un colore di partenza: tinge più o meno di rosso secondo la base di partenza (più chiara è più il colore verrà ramato e viversa). Se dal nero si raggiunge un mogano, dal mgano si raggiunge un colore più caldo, ma mai peldicarota. A meno di non usare hennè molto coloranti – che difficilmente si trovano però, anche a cercarli come l’oro.

      Se tu non vuoi schiarire troppo – tra qualche mese – puoi provare un mix delle tre polveri. On line trovi diverse ricette di mix oppure, se hsi dubbi, puoi affidarti a quelli già pronti (e naturali) di Khadi (da comprare on line) o di Logona (che trovi nei supermercati bio).

      In generale, prima ancora di pensare al colore, ti consiglio di prenderti cura della chioma. Altrimenti nessun risultato ti soddisferà mai.

  41. Ciao Cloe, Dopo aver letto tante recensioni positive sull’henne, soprattutto per chi ha capelli grassi e fini come i miei mi sono decisa ad acquistarlo anche io. Non ho trovato quello neutro perchè l’erborista mi ha detto che aveva solo rosso nero e castano ed ho acquistato quello castano ma non mi sono preoccupata di chiedere cosa ci fosse dentro..! Ora io ho i capelli castani (è un colore spento), e principalmente vorrei usare l’hennè solo per rinforzarli e risolvere un pò il problema dei capelli grassi,ma non mi dispiacerebbe avere un colore un pò più deciso e luminoso, secondo te anche se si tratta di hennè castano possono venirmi fuori dei riflessi rossi/ramati? mi piacerebbe avere un effetto cioccolatoso lucido, posso fare l’hennè dopo tre mesi di distanza da un bagno di colore fatto dalla parrucchiera? grazie in anticipo!!

    1. Ciao Maria, come ho detto più volte, l’hennè castano o biondo non esiste. E nemmeno il neutro e il nero a voler essere pignole, che sono polveri diverse ma che chiamiamo hennè insieme al lawsonia (quello che colora di rosso, il vero e unico hennè, per capirci). Per quanto riguarda il tempo, invece, vai tranquilla.

      Detto questo, è difficile fare una previsione senza sapere cosa c’è nel tuo mix. Se lo vendono come castano e tu parti da una base scura, di sicuro non diventerai pel di carota. Ma non posso escludere del tutto eventuali riflessi ramati (un color mogano insomma).

      Se vuoi fare una prova senza rimetterci la chioma, prendi un po’ di capelli dalla tua spazzola e tingili con un po’ di polvere (stesso procedimento come se dovessi farlo in tutta la testa). Oppure prova con una ciocca interna.

      Ps. Al netto del colore, non sapremo mai se lì dentro c’è anche del colorante.

      In bocca al lupo!

      1. Ciao Cloe,
        Ho provato l’hennè castano che ho comprato sfuso in erboristeria, la stesura è stata un vero disastro, nonostante abbia diluito con molta acquae un cucchiaio di aceto l’impasto, questa non si riusciva a stendere per via dei grumi e della consistenza densa,(ho fatto fatica anche a togliere tutti i grumi dalla testa quando ho fatto lo shampoo)Mi consigli di aggiungere qualcosa al mio impasto per renderlo cremoso e facile da stendere (ho i capelli grassi e lo yougurt lo escluderei) oppure provo a buttarmi su un’altra marca? grazie mille in anticipo!!

        1. Ciao Maria,

          Sicuramente una buona polvere aiuta a ridurre il problema. In caso, però, puoi provare ad aggiungere un po’ di balsamo e maschera per capelli.

          Buone prove!

  42. Buongiorno.. quest’estate al mare un’amica mi ha consigliato di usare l hennè come colorazione naturale.. prontissima a farlo, ma ho un problema … da anni coloro i miei numerevoli capelli bianchi con creme e ossigeno acquistati in un negozio all’ ingrosso per parrucchiere.. facendo quindi una tinta ho scelto un colore più chiaro del mio castano scuro originale così da fare un effetto meches ramato … la mia domanda è questa… ora che i miei capelli rovinati dal mare hanno perso lucentezza e di colore arancione … posso osare a fare una colorazione con l hennè?..
    Mi piacerebbe provare il vero hennè che tende al mogano … a dimenticavo saranno 4 mesi che non faccio la tinta su tutto il capello ma solo sulla cute..
    Attendo con gratitudine una risposta perché i miei capelli gridano pietà!!
    Grazie di cuore se mi risponderai :-)
    Nadia

    1. Ciao Nadia, che pasticcio! :)

      Innanzitutto, a maggior ragione se hai decolorato, dovresti aspettare qualche mese anche per la cute.

      Detto questo, il colore rilasciato dal lawsonia (il vero hennè, per capirci) dipende dal colore di partenza. Se adesso sono parecchio chiari, è possibile che venga fuori qualcosa di più carico di un mogano (che invece verrebbe di sicuro con la tua base scura). In ogni caso i capelli bianchi sarebbero sempre ben più accesi. Nel tuo caso, sarebbe necessario fare un mix tra lawsonia, indigo e cassia. Sono polveri un po’ difficili da reperire di buona qualità e azzeccare il mix non è così semplice, ma puoi sempre tentare oppure affidarti a qualcosa di già pronto ma davvero naturale. Nelle risposte agli altri commenti ho più volte consigliato delle marche.

      Non desistere, mi raccomando!

  43. Grazie mille Cloe … vedrò di recuperare queste polveri con la speranza di ritrovare vitalità alla mia lunga chioma… ti farò sapere :-)
    Nadia

    Ps non trovando più il mio commento ti ho mandato anche un’ email… sono proprio disperata.. :-)

    Grazie ancora

  44. Ho 15 ed è da un po’ che mi sto informando su vari siti per quanto riguarda l’henne per i capelli.
    Ho i capelli castano chiaro con alcune ciocche biondine, vorrei avere un castano/rossino con delle ciocche rosse.
    Che tipo di henne mi consigli comprare

    1. Ciao Vanessa, se la tua base è molto chiara – come mi sembra di capire – con il solo lawsonia rischi di ottenere un rosso molto carico (specie sulle ciocche bionde). L’ideale sarebbe stemperare il lawsonia con la cassia (colore neutro) oppure, per una base più mogano, con l’indigo.

      Se vuoi affidarti a dei mix già pronti, nei commenti trovi diversi consigli.

      Buone prove!

  45. Ciao! Ho 20 anni e non ho mai fatto tinte, solo qualche colpo di sole più chiaro (sono castana chiara) quando ero più piccola (di cui ormai non c’è più traccia) e anni fa ho fatto la cavolata di provare a schiarirli da sola con una lozione (atroce!) con cui erano diventati arancioni e sfibrati! Quindi ho dovuto aspettare il completo cambio di capelli per riavere i miei sani! Ora però ero curiosa non del biondo ma del rosso! Non voglio assolutamente niente di chimico perchè ho i capelli molto fini e il tuo post mi ha aperto gli occhi! 😀 L’unica cosa che non mi è chiara.. se dovessi fare dei riflessi rossi con l’hennè e non mi piacessero quanto durano? cioè se lo faccio una volta e vedo che non mi piace dopo un po’ va via da solo e tornano i miei capelli di sempre o devo per forza farci una tinta sopra per rimediare (dopo qualche mese ovviamente) ?? Grazie infinite!

    1. Ah un’altra cosa, con un solo procedimento già si vedono i risultati o prima di averli bisogna fare più applicazioni? 😀

      1. L’hennè tinge da subito. Applicazioni successive, specie se ravvicinate, alla lunga porteranno solo a scurire gradualmente il colore ottemuto.

    2. Ciao Erika, come ho già scritto nei vari post, l’hennè si fonde con il capello e non va via se non con la ricrescita. Con il tempo, certo, il colore cambia, ma i riflessi rossi restano (anche sotto alcune tinte leggere a dire il vero).

      Non lo consiglierei quindi per un tentativo. Però puoi sempre fare una prova su una ciocca di capelli interna o su un ciuffetto raccolto dalla spazzola.

  46. Ciao Cloe! Il tuo post è stato molto esplicativo e dopo momenti di indecisione ho deciso di farmi l’henné. Ho solo da chiederti un paio di cose se hai tempo di rispondermi: 6 mesi fa sono andata dal parrucchiere con l’intento di farmi dei riflessi ramati perchè tanto mi mancava la tinta di quel colore, lui mi ha assicurato che non era una tinta ma un gloss che sarebbe andato via! Dopo 6 mesi invece si intravedono ancora dei riflessi rossi e la ricrescita. Vorrei uniformare il tutto con il mio colore naturale che è un castano chiaro-biondo cenere e quindi ho comprato le polveri Logona biondo dorato e castano dorato con l’intento di mischiarle per meglio avvicinarmi al mio colore naturale. Mi consigli quale proporzione tra le due? altri consigli per l’applicazione e per ottenere un colore non troppo scuro? Grazie in anticipo :)

    1. Cara Elisa, nessun problema per la vecchia tinta. Per i colori Logona, invece, tieni presente che il risultato è sempre un po’ meno vivo del promesso. Quindi, se vuoi una chioma più chiara, aumenta il biondo. E non aggiungere nulla alla polvere se no acqua calda (niente sostanze acide – limone, aceto, ecc – che tendono a scurire).

      Buon Logona!

  47. Complimenti per i fantastici articoli, io ho fatto l’ henné mogano una volta sola lo scorso maggio….adesso vorrei provare una tonalità più chiara..magari biondo..ma visto ke i riflessi non sn ancora andati via ho paura ke diventino arancioni…

    Cosa posso fare? Che mi consigli?

    Baci marta :)

    1. Cara Marta, come ripetuto spesso, l’hennè biondo non esiste. Puoi affidarti a mix già pronti – come Khadi o Logona – dall’effetto più sicuro (nel senso che è più o meno quello che vedi sulla scatola) e modulabile. La prima volta prova a prendere qualcosa di vicino a un biondo cenere (più scuro della tua idea insomma) e vedi che interazione ha (non può essere nulla di drammatico). Poi, in caso, scendi di tonalità di conseguenza per ottenere un colore più chiaro.

  48. Ciao. Prima di tutto ti faccio i miei complimenti, i tuoi consigli sono davvero esaurienti e utili per chi come me è costantemente a rischio pasticcio! vengo alla mia richiesta. Il mio colore di base è un nero quasi corvino, sul quale i primi capelli bianchi spiccano come fili da pesca. Ho usato l’indigo per risolvere il problema e sono sempre rimasta soddisfatta, su di me il risultato era molto naturale. A maggio ho fatto dei colpi di sole che ho tenuto tutta l’estate sui quali ho usato una settimana fa il lawsonia. Il risultato è stato un rosso scuro bellissimo e brillante, mescolato al mio nero, capelli morbidi e in forma. Il problema è che già comincia a mancarmi il mio colore naturale! Vorrei evitare la tinta chimica, quindi Le domande sono: se faccio l’indigo sopra il rosso che ho ora viene fuori una porcata? E inoltre, quanto mi conviene aspettare per non correre rischi? Ti ringrazio in anticipo!

    1. Cara Irene, innanzitutto stai serena per i tempi: le polveri naturali possono essere usate tra loro con l’alternanza che vuoi. Pure domani insomma.

      Per quanto riguarda il colore invece è possibile che il rosso spunti fuori ancora per un po’, anche sotto l’indigo, perché si tratta dei riflessi più resistenti. Bisogna anche considerare la tonalità di rosso che hai, ma in ogni caso – magari tra qualche applicazione – lo scurirai, fino a coprirlo. Niente di irrimediabile quindi e, in ogni caso, che non si possa portare in giro. :)

      Se invece ti è piaciuto l’effetto del lawsonia sulla salute del capello – che con l’indigo magari non ottieni -, puoi considerare di utilizzare la cassia (dal colore neutro) tra un’applicazione di indigo e l’altra. Oppure di mischiarle, non appena avrai ristabilito il colore e non ti servirà più una elevata coprenza.

      Buon ritorno al corvino!

  49. Ciao Cloe!
    Innanzitutto complimenti per il tuo blog, l’ho scoperto poco tempo fa e già lo adoro.
    Detto questo, non so se qualcun’altro te l’abbia già chiesto ma te lo voglio chiedere comunque (pardon quindi, se ti dovrai ripetere!).
    Ho fatto a Luglio l’hennè rosso sui capelli (100% naturale ovviamente la mia erborista mi ha consigliato un hennè fresco e di qualità, mi ci trovo molto bene) castani. Ho avuto un risultato buono, un bel castano ramato dai riflessi stupendi.
    Il problema è che, mannaggia a me, mi sono già stufata!
    Sono tremenda lo so, comunque mi chiedevo se si poteva fare l’Indigo (quindi un colore più scuro, in pratica vorrei avere un bel castano scuro se non nero nero nero [che è quello a cui attualmente aspiro]) sopra i capelli tinti con la Lawsonia.
    Viene? Non viene? Avrò i capelli verde palude? Aspetto una tua risposta c:

    1. Ahah, tranquilla Giulia, puoi procedere. Il rischio di strani colori c’è solo in caso di successive tinte chimiche.

      Inizia con l’indigo. Tieni presente però che i riflessi rossi sono i più duri a morire e che quindi, alle prime applicazioni, potrebbero sempre restare un po’.

      Buon cambiamento!

  50. Ciao, sono diversi anni che uso l’henne mogano in una confezione gia’pronta “henne persiano”con gli anni i capelli bianchi che ho sparsi assumevano una colorazione rosso scura che che dava dei riflessi come colpi di luce.Ora pur non avendo cambiato ,miscela i capelli bianchi vanno piu’ sull’arancione.Il parrucchiere ,dove vado inevitalbilmente a tagliare i capelli, sostiene che il motivo è legato all’aumento dei capelli bianchi. Io penso che sia una baggianata legata al fatto di voler fare una tintura chimica.Sai darmi qualche consiglio.

    1. Che strano, Luisa. Di solito, infatti, ripetute applicazioni di hennè portano a scurire il colore e non a schiarirlo (sarebbe la mia gioia, e invece…).

      Trovo strana, come te, anche la spiegazione del parrucchiere. I bianchi diventano sempre molto chiari. Fosse uno o cento. E anche questo è atipico nel tuo caso.

      Mi do solo due spiegazioni: o sono cambiati i capelli bianchi (sai quando virano sul giallino?) oppure è cambiata la miscela. Non vorrei avessero aggiunto del picramato. Hai provato a cambiare hennè?

      Fammi sapere, che adesso sono curiosa.

      1. Ciao, proverò acquistando una nuova miscela. Per quanto riguarda la preparazione ho sempre usato acqua calda,fatto riposere per una mezzora e aggiunto mezzo vasetto di yogurt. Ho letto invece che per ottenere tonanità più scure si dovrebbe preparare l’impasto con succo di limone…..
        Grazie per la tua disponibilitá

  51. Ciao cloe, i tuoi consigli sono utilissimi soprattutto x chi cpme me non ha mai usato l henné né alcun tipo di tintura. sono castana e vorrei dare luce alla mia chioma.stavo optando x le meches ma ho paura dei risultati dato che cerco un colore naturale ma che sia visibile.volevo usare il decolorante ma mi hanno detto che usciranno biondo. platino.se uso l henné devo stenderlo su tutti i capelli o posso farlo anche solo su qualke ciocca.a me piacerebbe un rosso ramato biondo come posso.fare?grazie mille

    1. Ciao Daniela,

      purtroppo l’hennè è talmente difficile da stendere che la vedo dura fare un lavoro a ciocche che sia dignitoso (e non in stile Spice Girls, se ci intendiamo).

      In generale però l’hennè si modula secondo il nostro colore di base. Che, di solito, non è mai piatto, ma con punti più scuri (la radice) e chiari (le punte e le lunghezze). Sicuramente questo garantisce un effetto molto naturale.

      Se però sei solo un po’ stufata e hai voglia di cambiare, ma non sai per quanto tempo, io ti sconsiglio di usare il lawsonia. Troppo rognoso da mandare via.

      1. Ciao cloe grazie x i tuoi preziosi consigli. domani x cominciare proverò la tua maschera al cacao.nel fratrempo mi convinco a cambiare radicalmente colore.un ultima domanda:ma il lawsonia lo posso usare anche solo come riflessante o mi schiarisce tutti i capelli.x essere più precisa sul mio castano scuro,che d estate il sole scambia nel ramato alle punta,cosa ne uscirà fuori se mi decido ad usare l hennè . infite grazie..
        ps-ho inserito un collegamento diretto del tuo blog sul mio cellulare, così nn mi perdo nessun tuo consiglio….notte-notte

        1. Su un castano scuro verrebbe fuori un mogano (con riflessi ramati o ciliegia secondo il tipo di hennè). Niente di troppo chiaro insomma. Ma non definirei il lawsonia un riflessante (nel senso che il colore è comunque molto persistente).

          Se vuoi un effetto blando, mischia lawsonia e cassia (colore neutro, che stempera il rosso). E poi magari, le volte successive, cambi le proporzioni in base al tuo gusto (+ lawsonia = + rosso).

  52. Ciao, vedo che sei piuttosto esperta quindi ti chiedo volentieri un parere.
    Ieri, presa da un folle istinto di cambiamento, sono andata a comprare l’hennè all’erboristeria. Facendomi suggerire da mia madre che la fa da diversi anni, l’ho tenuta mezz’ora (come lei è solita fare). Mentre mi stavo sciacquando abbiamo letto sul foglietto illustrativo che per i miei capelli erano necessarie 3 ore.
    Ora i miei capelli sembrano esattamente come prima che facessi l’hennè, ma la mia voglia di tingermi i capelli non è ancora passata.
    Ho comprato la tinta coprente (quella che dura qualche settimana) della L’Oreal Casting, ma ho paura a farla perchè non vorrei andare in giro con i capelli blu, verdi, gialli, viola ahahah
    Cosa mi suggerisci di fare? Aspettare qualche annetto che mi ricrescano i capelli? :(

    1. Ciao Giulia,

      Ma perché non riprovare con l’hennè, che hai effettivamente tenuto su troppo poco tempo?

      Oppure, se vuoi scegliere la tonalità di arrivo con maggiore sicurezza, uno dei mix già pronti Khadi o Logona.

      Io eviterei la tinta adesso. Ma non è necessario aspettare un anno dall’hennè, bastano due-tre mesi.

      1. Riproverei l’hennè se non fosse che nei paraggi pare che il mogano sia finito a tutti e di fare altri colori non mi va.

        Inoltre ho letto che se l’hennè era del tutto naturale, la tinta non avrebbe creato problemi. Io ho usato la Sitarama e mi pare di aver capito che è naturale. Inoltre la tinta che ho comprato non è a base di ammoniaca (dato che ho letto che è questa che potrebbe creare problemi). Me la sconsigli ancora, vero?

  53. Ciao ho 20 anni e non ho mai usato coloranti .. ho i capelli molto scuri, castano scuro quasi nero ma vorrei schiarirli un Po per avere un colore più cioccolato più bastano. Tu cosa mi consigli? Non voglio danneggiare i capelli né tanto meno essere poi dipendente di una tinta

    1. Ciao Viviana, puoi provare con dei mix pronti Khadi da ordinare online. Mi risulta che abbiano diverse sfumature cioccolattose. Buona ricerca!

  54. Ciao, finalmente qualcuno che dice che non e’ tutto semplice e facile..
    Vorrei farti qualche domanda veloce, più che altro consigli.. Sono castana chiara, anni fa una mia amica parrucchiera mi faceva sempre le meches, ma dopo due anni avevo caprioli tipo paglia, per iniziare ad avvicinarmi al mio colore mi aveva fatto un castano ramato che mi e’piaciuto moltissimo…adesso sono almeno due anni che non li colpito più e ho il mio vero colore perché piano piano ho tagliato via i capelli colorati.. Poi ho letto dell’henne, ma non so come orientarmi x scegliere quello che mi dia solo qualche riflesso senza farmi proprio rossa rossa..mi aiuti? Grazie mille :)

    1. Cara Rachele, se hai una chiara ma non vuoi diventare peldicarota, evita il solo lawsonia. Io penserei a dei mix con cassia (colore neutro, che “spegne” il rosso dell’hennè). Se vuoi essere sicura del risultato, cerca nei supermercati bio o nelle erboristerie molto fornite i mix già pronti Logona. Sarà facile orientarti con i colori.

      1. Credo farò io un mix perché quelli già pronto mi fido poco, ho letto cose terribili, preferisco prendere io le polveri 100% pure ..
        Ho pure incuriosito tantissimo mia nonna, che tingendosi x via dei capelli bianchi un’alternativa naturale e che anzi fa bene non le dispiacerebbe!
        Grazie ciao!

        1. Ci mancherebbe, Rachele, se hai voglia e pazienza per sperimentare, il mix fatto da sé è sempre la scelta migliore. Per chi non è abbastanza intraprendente o ha paura di sbagliare, però, consiglio sempre e solo quelle due marche (Khadi e Logona, rispettivamente da comprare online e offline) perché ne conosco la qualità e la resa.

          Buon spignatto, anche alla nonna! 😉

  55. Ciao Cloe,
    grande sito! Ti faccio qualche domandina anche io: dopo anni di tinte dal parrucchiere (nero – rosso – nero – poi di nuovo rosso), a luglio ho fatto pace con il mio colore naturale, che è un castano scuro, e mi sono fatta fare l’ultima tinta per riacquistarlo. Ora non mi interessa cambiare colore e, anzi, vorrei rimanere naturale per qualche anno. Ovviamente, però, dopo anni di tinte chimiche, i miei capelli hanno perso la forza e la luminosità dell’adolescenza e io ho pensato di provare a ridare loro la vita con un hennè neutro (cassia, da quello che ho capito).
    Mi consigli questa scelta? Nel mio caso lo userei solo per le sue qualità benefiche e non per la colorazione. Ti chiedo: l’hennè neutro è neutro per davvero? Può aiutarmi a rimettere in sesto i miei capelli? Essendo neutro, devo comunque aspettare quei 2/3 mesi dall’ultima tinta chimica?
    Grazie mille!

    1. Cara Gin, vai di cassia senza esitazione. La sua colorazione è davvero neutra e puoi procedere quando vuoi. 😉

      Butta anche un occhio alle maschere e ai consigli per lo shampoo. I belli capelli sono il risultato di diversi accorgimenti.

      Buon colore naturale!

  56. Ciao,
    complimenti per il sito e soprattutto per la cura e costanza che hai nel rispondere a noi tutte.
    Ho un dilemma…
    sono bionda naturale, dicono sia un colore particolare, va dal miele a riflessi più chiari sulle punte.
    Sono dieci anni che vorrei provare a tingermi i capelli ma qualsiasi parrucchiere me lo ha sempre sconsigliato sia perchè si rovinano visto che sono molto fini ma soprattutto perchè dicono che il mio colore è molto originale per essere naturale e bla bla bla.
    Ne sono contenta ma sono annoiata a vedermi sempre bionda, così ieri un parrucchiere mi ha consigliato un hennè rosso.
    Il dilemma è: davvero dopo una serie di shampoo scarica fino a ritornare magicamente del mio colore o sarò poi costretta a tagliarli?
    Partendo da una base così chiara il risultato non è un rosso forte e innaturale…tipo un semaforo rosso nella strada?

    Da piccola avevo molti riflessi ramati….ora sono pochissimi…

    Cosa mi consigli di fare?

    Grazie mille!!!

    1. Non farlo, Robi! :)

      Innanzitutto, l’hennè non è una tinta e non scarica con i lavaggi. Ma resta lì – cambiando sfumatura di colore – fin quando non li tagli.

      Usare solo lawsonia, con una base chiara come la tua, significherebbe davvero trasformarsi in un semaforo.

      Purtroppo però nessuna polvere naturale sembra fare al caso tuo. Semmai puoi provare un mix già pronto (Logona o Khadi), abbastanza vicino al tuo colore, così da non essere schiava della ricrescita (e di eventuali ripensamenti).

      Inoltre, hai pensato a giocare con il taglio piuttosto che con il colore?

      Facci sapere e buona scelta.

  57. Ciao Cloe. I miei capelli hanno un colore castano chiaro con riflessi biondi e rossi naturali. A me piace il mio colore di capelli e mi avevano consigliato l’henne perchè riflessante. tuttavia dai commenti sopra riportati e dal tuo articolo ho quindi dedotto che esso è una tinta che comunque colora totalmente i capelli. Io vorrei valorizzare i riflessi che ho e di rendere i capelli un po’ più chiari. cosa mi consigli? Grazie:)

    1. Probabilmente hai solo bisogno di un po’ di lucentezza in più. Applica delle maschere pre-shampoo, stai attenta ai leave-in che usi, e pensa a degli impacchi di cassia (colore neutro).

      Già così vedrai la tua chioma più luminosa.

  58. Ciao Cloe, veramente complimenti, un articolo scritto benissimo. Io da qualche tempo faccio l’hennè della lush “rosso scarlatto” molto semplice da fare perchè ha già un mix di lawsonia e indigo e burro di cacao e oli essenziali, e mi trovo molto bene. Unico neo è che quando risciacquo mi sembra eccessivo il residuo di sabbia. Tu l’hai mai provato? Che ne pensi?

    1. Ciao Giusy, non compro molto da Lush perché parecchi prodotti sono perfettamente riproducibili in casa. Tra quello che preferisco, però, posso dirti che non c’è l’hennè. Trovo che colori davvero poco.

      Se compri on line, puoi provare i mix Khadi, di ottima qualità. Altrimenti i Logona, che trovi nei supermercati bio. Tra i mix già pronti, li trovo i migliori.

  59. Ciao! Io ho acquistato dell’hennè su internet un mesetto fa (solo lawsonia), ho preparato tutto secondo le istruzioni e tenuto a riposo una notte, il giorno dopo l’ho applicato e tenuto solo un’ora, per paura che il rosso fosse troppo evidente (sebbene i miei capelli siano castani). Il risultato è stato molto visibile da un punto di vista di consistenza, i capelli erano visibilmente più corposi e voluminosi, ma il colore era appena accennato, con dei riflessi visibili soltanto al sole (e molto poco).
    Ieri l’ho riacquistato, stavolta in erboristeria, sfuso (sempre solo lawsonia, 5 euro per 100 g non è un po’ caro?), con l’intenzione di tenerlo un po’ di più, ed ho come l”impressione che sia molto migliore! L’ho preparato stamattina e lasciato tutto il giorno a riposare, adesso è di un bel marrone/rosso che la scorsa volta non aveva assunto :) Siccome ho nuovamente paura che il risultato sia eccessivo, l’ho applicato solo su una ciocca e vedrò domani il risultato, al risveglio. Ad ogni modo, scrivo principalmente per condividere un trucchetto che mi è stato molto utile! La scorsa volta l’odore dell’hennè mi era insopportabile, ed il fatto che sia rimasto sui capelli per così tanto tempo quasi mi ha fatto tentennare sulla possibilità di rifarlo. Oggi, anziché miscelare la polvere con l’acqua, ho preparato il composto con del tè ai frutti rossi (profumatissimo!) ed un po’ di cannella. Incredibilmente, ha neutralizzato l’odore dell’hennè (so che ad alcune persone piace, ma è comunque un odore troppo forte che mi dava fastidio emanare). Vedremo domani il risultato, intanto profumo di more e mirtilli!

    1. Cara Margherita, ottimo il consiglio sull’infusione, ma devo purtroppo frenare il tuo entusiasmo sull’hennè che hai comprato.

      La colorazione assunta a contatto con l’acqua e che hai descritto – marrone tendente al rosso – è di solito sintomo del picramato. E cioè colorante chimico, spesso presente negli hennè non puri (che per lo più si trovano proprio in erboristeria).

      Sicuramente colorerà più del tuo precedente hennè (che comunque hai tenuto troppo poco mi sa) ma non sarà naturale. :(

  60. Premetto che i miei capelli sono corti,veramente corti, e li taglio costantemente, in più ho la cute grassa e che spesso e volentieri produce forfora… Mi piace tantissimo il color prugna, le tinte chimiche purtroppo dopo pochi lavaggi perdono quel riflesso fantastico, con l’henné mi toglierei forse un po’ di problematiche di cute, ma si riesce a fare un prugna?? Penso proprio di no…. Purtroppo, allora mi domandavo, e se dopo aver fatto la tinta ci faccio l’henne naturale? Il colore chimico potrebbe durare di più e la cute ne gioverebbe… Lo so che x la mia povera cute le tinte chimiche nn sono certo consigliate…

    1. Hai detto bene Valentina, non ti fanno bene per niente.

      In più, dopo la cassia, il capello potrebbe risultare come “schermato” e non far prendere più bene il colore chimico.

      La colorazione dell’indigo è comunque nero-viola. Perché non provi su una ciocca interna?

  61. Ciao! Ho letto della tua competenza con l’hennè e vorrei un tuo consiglio. Io adoro il colore rame dorato..ovvero quel bel riflesso rame sul capello biondo…sono riuscita ad ottenerlo con una tinta erboristica (herbatint 8.4) che però mi secca il capello che già è crespo e riccio…vorrei tanto poterlo trattare con l’hennè per migliorarne anche la struttura ma non vorrei perdere questo tono perchè mi piace troppo…ti premetto che ho pochi capelli bianchi e la base castano chiaro…cosa mi consigli

    1. Cara Francesca, quando si vuole che il colore viri sul dorato, i mix sono sempre più complicati. Per questo ti consiglio di affidarti a qualcosa di già pronto, come i mix Khadi o Logona.

  62. Ciao Cloe, il problema è che non ho ciocche interne, in quanto sono praticamente rasati ai lati col ciuffo stile anni 50… Per schermati intendi il problema che non prenderebbero piu colore o che potrebbero sembrare più opachi? Fra una tinta e l altra aspetterei sicuramente più di un mese, e solo metà ciuffo sarebbe “vecchio”…dici che è meglio se sento con la mia erborista? Ho paura a fare l’henne non naturale perché poi se il colore nn m piace non potrei farci niente x un po’. Grazie mille e soprattutto grazie mille per la risposta tempestiva!!!

    .

  63. Ciao! Scusa per l’ora :)
    mi sto interessando all’hennè perchè mi piacerebbe avere i capelli di un bel rosso senza però tingerli chimicamente. Volevo chiederti quindi un paio di consigli;
    Il mio colore naturale è biondo cenere chiaro ma ultimamente mi sono tinta i capelli con una nuance “rame intenso” senza ammoiniaca (so che comunque rovinano i capelli). Ne ho fatte tre, a distanza di quattro settimane l’una dall’altra.
    Ora vorrei iniziare con l’hennè….
    E’ possibile farla su dei capelli tinti in modo chimico? Che colore otterrei? Ora sono un rame riflessato biondo, ma mi piacerebbe averlo un pò più scuro e intenso… secondo te è possibile?
    Grazie per la disponibilità ^^
    Buona domenica
    Ary

    1. Cara Arianna, molto dipende dalla qualità dell’hennè che prenderai. Su una base biondissima è molto probabile che venga fuori un rosso irlandese, per capirci.

      Se la tua base è già rame (con i riflessi biondi dati dalla tinta), potresti ottenere una tonalità più scura.

      Ma se quello che cerchi è un mogano, ecco, sarà difficile, a meno di non mischiare lawsonia e indigo.

      L’unica, in ogni caso, è provare,

  64. Ciao! Ho appena acquistato su internet henné puro e indigo Khadi….come da voi consigliato. In attesa della consegna volevo chiedere se nel caso miscelassi 2 parti di indigo con una di lawsonia ed una di Senna/cassia posso preparare il tutto la sera prima insieme a limone e jogurt o devo prima mischiare la lawsonia con il limone e lo jogurt ( andrebbe bene solo lo jogurt?) ed il giorno dopo aggiungere indigo e senna/cassia?
    Spero di essermi spiegata anche se in maniera contorta….
    Inoltre….ho già fatto henné su capelli tinti chimicamente e mi sono trovata benissimo senza alcun verde ;))) adesso vorrei passare al fai da me….speriamo bene
    Macchia molto la pelle qualora non fossi brava a distribuire la pappa tra i capelli?
    Grazie mille e complimenti x la dedizione 😉

    1. Ciao Irene,

      lawsonia e indigo vanno preparati separatamente. Il primo molte ore (o una notte appunto) prima (e va bene solo yogurt se non ti serve acidificare troppo); mentre il secondo puoi prepararlo anche sul momento. Anzi, le puriste dei mix, procedono prima all’applicazione con lawsonia e poi, quando hanno sciacquato tutto, stendono l’indigo.

      Per quanto riguarda le macchie, dipende dalla qualità delle polveri. Usa il trucco delle parrucchiere con le tinte chimiche: cospargi con una crema viso grassoccia i contorni della pelle all’attaccatura dei capelli. Il colore penetrerà più difficilmente.

      Ps. Il rischio di capelli verdi si ha quando dall’hennè si passa troppo velocemente a una tinta chimica e non il contrario (per il quale comunque io consiglio di aspettare, ma per dare un tempo di ripresa alla chioma).

    1. Cara Nancy,

      grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza!

      Per quanto riguarda la secchezza, credo che la risposta stia nell’indigo Forsan: contiene solfato ferroso se non sbaglio.

  65. Ciao! Io ho i capelli neri, che risultati mi darebbe l’henné? Solo dei riflessi che si vedono alla luce del sole?
    Sono puntata all’indigo perché vorrei dei riflessi viola e blu, ma sapendo che vanno a scurire mi sembra di capire che non si vedrà nulla perché più scuri di così non potrei averli!

    1. Cara Monica, il rosso del lawsonia scurisce (e nel tuo caso darebbe dei riflessi, specie alla luce, si). Sul nero dell’indigo, francamente, non ho così tanti anni di esperienza alle spalle per poterlo dire (mai usato per intero, ma solo nei mix).

      In generale, visto che i tuoi capelli sono già neri, fare un tentativo non potrà farti che bene. Non può succedere alcun disastro e, la volta dopo, fai sempre in tempo a cambiare.

  66. Ciao Cloe,
    Complimenti per il tuo blog!
    Ho un dubbio amletico e spero tanto tu possa aiutarmi:
    Io ho i capelli castano chiaro e circa 2 mesi e mezzo fa, ho fatto dei colpi di sole biondi per camuffare i primi bianchi.
    Ora vorrei passare all’hennè ma temo che sui colpi di sole, ormai praticamente decolorati, possa venir fuori il famigerato verde.
    Quanto tempo dovrei ancora aspettare per essere sicura? La radice striata di bianco si fa sempre più evidente!
    Grazie mille

    1. Ciao Emi, tre mesi dovrebbero essere sufficienti. Piuttosto, su una base così chiara – quella decolorata intendo -, io mi terrei pronta a un rosso molto chiaro.

      Se vuoi, la prima volta, puoi mischiare alla lawsonia un po’ di cassia, così da stemperare un po’.

  67. ciao,
    grazie per i tuoi consigli. io ho molti capelli bianchi, faccio l’henné da sette anni, vorrei scurirlo un po’. ultimamente l’unico prodotto che ho trovato e’ gel all’henné dell’erbolario.vorrei comprare Jamila ma non lo trovo! on line solo e- bay ma 7 euro piu’ 8 di spese postali! e se provo con khdi castano chiaro?

    1. Cara Mary, vai di Khadi senza problemi.

      Oppure, visto che hai già parecchia esperienza, perché non provi un mix con indigo?

  68. Ciao Cloe
    Io ho capelli di base biondo scuro, ho utilizzato tinte chimiche per anni fino a rovinarmi completamente i capelli.
    Ora sto facendo un trattamento dalla dermatologa perché ho pochi capelli, sottili e fragili.
    La dottoressa mi ha proibito tinte chimiche, ma ho qualche capello bianco che vorrei coprire (ho scurito i capelli 1 mese fa con una tinta della l’oreal, prima di andare dalla dermatologa).
    Che tono di henne dovrei utilizzare per ottenere un biondo scuro senza riflessi rossi?
    Si puó fare? Aiuto!!!!
    Grazie

    1. Cara Marta, se non vuoi riflessi rossi devi evitare accuratamente il lawsonia. Del resto però è davvero difficile ottenere un biondo scuro fai da te.

      Il mio consiglio è quindi di spulciare tra i mix pronti Khadi e Logona che, oltre alle tre polveri più note, usano anche camomilla e altri estratti per ottenere diverse colorazioni, ma tutte naturali.

      Forza, ce la farai!

  69. Innanzitutto ciao :)
    Mia madre fa da ormai mesi l’hennè rosso e, visto che io ho i capelli molto lunghi , mi aveva consigliato di incominciare a fare l’hennè.. Ho usato quello neutro e il risultato è stato ottimo. Ma ora volevo ottenere i capelli o viola o blu… Se uso solo l’indingo posso ottenere un risultato più marcato oltre che ai riflessi? Ps: ho i capelli castani
    Grazie in anticipo 😀

    1. Forse è meglio se ti descrivo meglio i miei capelli visto che non sono molto comuni… Sono divisi in tre colori senza contare i riflessi … All’esterno sono castano chiaro/scuro, ‘intermedi’ sono un castano scuro e le ciocche vicino alla nuca sono nere(scusa l’imprecisione) e ho i riflessi ramati/rossi e biondi alle punte :3

      1. Mamma mia Antea, mi sa che mi serve un disegnino. :)

        In generale, con l’indigo, il colore che si ottiene è nero (più o meno forte, direi castano se a farlo è una bionda). Con riflessi violacei. Ma nulla più. Non ti aspettare insomma la definizione di un colore chimico.

        Il vantaggio però, nel tuo caso, è che hai diverse colorazioni già di base, che farebbero venir fuori un colore per niente piatto. Perché non provi? Al massimo, dopo qualche mese, puoi ricorrere ad altre tinte – naturali e non – o lasciare tutto com’è. Da quel che ho capito la tua base non è così chiara da creare un eventuale distacco cromatico troppo forte.

  70. Ciao! complimenti per il blog.
    Volevo chiederti un consiglio… sono una grande consumatrice di prodotti bio (produco per uso personale sia saponette, che detersivi, che crema) purtroppo non ho ancora trovato un rimedio bio che sia adatto ai miei capelli (grassi sulla cute e secchi alle punte). Credo però che l’Hennè possa aiutarmi, i miei capelli sono anche sottili e so che l’Hennè li nutre e li inspessisce. Ho comprato un Hennè naturale mix di lawsonia e indaco, ho i capelli biondo cenere scuro, schiariscono solo un poco d’estate. Secondo te ho fatto la giusta scelta per ottenere un rosso scuro tendente al mogano? non vorrei sembrare pel di carota o rosso semaforo. Ho già provato su di una piccola ciocca dietro la nuca e il risultato sembrava ottimo… ma sono comunque preoccupata :-)
    se il colore dovesse risultarmi troppo chiaro, so che a furia il applicare l’hennè il colore scurisce, ogni quanto lo posso applicare per ottene il risultato (almeno simile) sperato?? e cosa posso aggiungere all’hennè per farlo venire più scuro??
    Ti ringrazio davvero tantissimo!!
    Dèsirèe

    1. Ciao Desirée, puoi stare tranquilla. Più è alta la percentuale di indigo e più il rosso sarà scuro (fino ad arrivare a un castano ramato se l’indigo supera il lawsonia). Tu non parti nemmeno da una base biondo platino. E quindi direi che puoi stare più che serena.

      Buone prove!

  71. Ciao Cloe,
    ho dei meravigliosi capelli (tanti e sani) se non fosse per l’esorbitante quantità di “fili spessi e bianchi” che risaltano tantissimo sul castano scuro.
    Da un paio d’anni ho ceduto alla tintura chimica, ma ieri ho fatto il grande passo; finalmente ho comprato l’hennè, in polvere in erboristeria. Sia il lawsonia, per coprire i bianchi, e sia l’indigo, nel caso il rosso non mi fosse piaciuto.
    Essendo passati quattro mesi dall’ultima tintura, preparo subito il primo, con l’acete di mele e lo faccio fermentare per 3/4 h a 30/35°. Lo stendo, combinando un disastro in bagno, e lo lascio in posa per un’ora (forse poco, ma avevo paura del “semaforo”).
    Inizio a sciacquarlo e l’acqua esce blu. Eh…si! Ho sbagliato bustina, complice l’erborista che le ha segnate al contrario.
    Non so se perchè l’ho mischiato con l’aceto di mele, lasciandolo riposare, o per il poco tempo di posa ma a livello di colore non noto nessuna variazione. Sono di sicuro più morbidi e lucidi ma al sole non ho alcun riflesso differente. Mi sembra di vedere meno capelli bianchi, ma in realtà l’indigo non li copre, giusto? Ed in ogni caso sono sempre troppi.
    In sintesi la domanda è: quando posso fare il lawsonia? E se poi mi esce troppo rosso, posso rimediare di nuovo con l’indigo?
    Credo di si, ma preferirei avere una conferma.
    Complimenti per la pagina, ancora non ho avuto modo di esplorare il resto del sito, ma al momento promette bene 😉
    Grazie

    1. Cara Clera, troppe variabili per capire quale sia stato il problema. Non per ultima la qualità della polvere. Ma in generale è vero: da solo, l’indigo, non copre i capelli bianchi. E a molte non colora nemmeno.

      Per questo di solito si fa prima lawsonia e poi subito dopo indigo (come volevi fare tu insomma). Un procedimento che puoi mettere in pratica da subito. 😉

      Buone prove!

  72. ciao e complimenti x i bolg e x la tua disponibilita’…volevo kiederti una cosa…vorrei passare a tinture naturali x i miei capelli ormai rovinati…oggi x la prima volta ho fatto la tintura vegetale della sante castano( io sono castana)ma nn mi ha coperto i capelli bianchi,nn ne ho tanti ma ho la ricrescita…cosa mi consigli?nn so se continuare a comprare la tintura vegetale o l’henné ?x fortuna mi consigli tu?

    1. Cara Antonia, innanzitutto dovrei chiederti se hai seguito alla lettera le istruzioni. Dando per scontato di sì, ti rassicuro: non tutti si trovano bene con le tinte vegetali a livello di coprenza.

      È un problema comune insomma. Che invece di solito – se si seguono tutti gli accorgimenti – non si ha con l’hennè.

      Perché non provare? Puoi affidarti ai mix già pronti Logona se vuoi qualcosa in stile tinta (come crema facile da stendere e come scelta nelle colorazioni) oppure buttarti con i miscugli fai da te (nel caso del castano con indigo e cassia, con un pizzico di lawsonia se vuoi dei riflessi ramati).

      Buona scelta!

      1. scusami :) ma se prendo l’henné già pronto della khadi castano va bene anche x coprire i capelli bianchi?nn vorrei dei riflessi ramati…oppure ankora mi conviene fare henne’ e tinta vegetale insieme?scusami ma sono completamente confusa (tutte le mie amike mi dicono ma che fai?con la tinta chimica fai prima e risolvi il problema)…tutto è iniziare lo so…ma nn voglio arrendermi…piano piano magari insieme ai tuoi consigli …imparerò giusto?grazie mille anticipatamente

        1. Mentre il rosso del lawsonia copre tutto senza dubbi, quando c’è di mezzo l’indigo (necessario per un castano) è tutto un po’ un’incognita.

          L’unica, hai detto bene, è provare e non arrendersi. Mal che vada hai fatto del bene alla tua chioma e potrai procedere per sostituzioni.

          Tieni duro.

  73. Ciao Cloe,
    vorrei chiederti un consiglio, ho i capelli molto spessi e forti, non li tingo da più di 4 mesi, perchè non voglio usare più tinte chimiche, ma il problema è che sono sale e pepe!!! … più sale che pepe (eredità di famiglia) ho un taglio corto e vorrei tingerli per averli sul rosso o sul castano ma temo di diventare un cerino, potresti consigliarmi come fare e quali prodotti scegliere?
    ma innanzitutto l’henna è indicato anche in casi di grossissima percentuale di capelli bianchi?
    Grazie
    Barbara

    1. Cara Barbara, l’hennè fa benone a tutte. A patto di volere dei riflessi rossi, ovviamente.

      Se hai paura della gradazione, procedi con cautela: mischiando alla lawsonia (colore rosso) della cassia (colore neutro, che smorezerà il rosso). Oppure, se vuoi ottenere una colorazione più scura, una sorta di castano ramato, puoi aggiungere al lawsonia una punta di indigo (colore nero).

      Puoi provare con due terzi lawsonia e un terzo indigo. Se dovesse essere ancora troppo chiaro, puoi stendere solo indigo anche il giorno stesso e li scurirai. Se viene fuori troppo scuro, invece, procedi con un’altra passata di lawsonia. In ogni caso, la prossima volta saprai meglio come regolarti e ogni disastro – ben raro a dire il vero – è facilmente risolvibile.

      1. Grazie Cloe!
        mi sono decisa finalmente a tingere, seguirò il tuo consiglio.. ho acquistato hennè rosso della Khadi e il castano scuro sempre della Khadi (invece dell’indigo), proverò a fare 2/3 e 1/3 di ognuno, speriamo bene..

        1. Niente paura Barbara. 😉

          Tieni solo presente una cosa: l’indigo – che sarà comunque presente nel castano, anche se smorzato -ci mette più tempo (cioè diverse applicazioni, almeno due o tre) prima di rilasciare il suo colore scuro. Mentre il rosso del lawsonia prende subito.

          Se quindi la prima volta verrai fuori un po’ più chiara del previsto, non preoccuparti. La seconda magari vai solo di castano.

          Buona hennata!

  74. Ciao! vorrei chiedere un parere… ho i capelli di un castano scuro e ad agosto ho avuto la brillante idea di fare una decolorazione dal parrucchiere ed un biondo miele… li ho rovinati tantissimo ed in più non riesco a liberarmi del biondo, infatti ho provato a fare due tinte (chimiche) una castano nocciola ed una castano scura ed ambedue non hanno attaccato e se ne vanno ad ogni shampoo. Sapete se l’hennè può riuscire laddovè la tinta chimica ha fallito e ulteriormente rovinato? se si quanto devo aspettare? ho fatto l’ultima tinta 4 giorni fa…. Vi ringrazio

    1. Noemi, aspetta un paio di settimane – più per non stressare il capello – e poi scegli la polvere più adatta a te. Che colore vuoi ottenere?

      Per scurire – e su una base così chiara direi per forza – dovrai per forza affidarti di base all’indigo (colore nero). Mischiato alla cassia (colore neutro) per smorzarne l’effetto e ottenere un castano o con un po’ di lawsonia (colore rosso) per dei riflessi mogano.

      Se hai le idee chiare sul mix ma hai paura di sbagliare le dosi, puoi affidarti ai mix già pronti Khadi da acquistare online. Se invece sei proprio confusa per il colore, cerca nei supermercati bio della tua città i mix Logona: nella scatola, come nelle tinte da super, è indicato chiaramente il colore che si ottiene in base a quello di partenza.

      Una volta risolto il colore, mi prometti che inizi a curare la chioma con le maschere fai da te e gli oli? Hanno subito un fortissimo trauma.

      Buona conversione!

  75. Ciao Cloe!ti scrivo mentre il mio hennè sta ossidando da un’oretta e volevo chiederti un consiglio: l’ho mescolato con un po’ di camomilla per renderlo “spalmabile” e un po’ di yogurt; essendo la camomilla calda,i tempi di ossidazione si accorciano?Ho trovato online una tabella coi tempi e ho visto che siccome non ho sncora il riscaldamento acceso dovrei farlo riposare fino a domani..ma col fatto che la camomilla era calda dici che ci vuole meno tempo?Grazie in anticipo! :)

    1. Ciao Cristina, la pare liquida del composto è sempre calda. E non per questo l’hennè si tiene meno a ossidare.

      Nella mia esperienza, comunque, non ho mai avuto variazioni così drastiche se tenevo la polvere a ossidare solo un paio d’ore o tutta la notte.

  76. ciao cloe! sono entrata pure io in questo fantastico mondo dell’ hennè…. Domanda…. limone, aceto di mele, yogurt, aggiunti a lawsonia inermis il colore tenderà a schiarire o scurire?….. scusa, questo ancora non l’ho capito. Grazie in anticipo…..:)

  77. Ciao bedda!
    Anche io sono siciliana 😉
    Vorrei provare l’hennè e vorrei dei consigli da te.
    Sarei tentata di fare uno sherazade, quindi mischiare l’hennè al balsamo ed utilizzarlo dopo lo shampoo come una maschera da tenere in posa anche solo una mezz’oretta.
    Vorrei solo dei riflessi.
    Io sono castana chiara con tanti ciuffetti più chiari, biondi e ramati.
    Tu cosa mi consigli? Come fare lo sherazade? Farlo ossidare la notte prima con limone o aceto o farlo direttamente il giorno stesso?
    Io vorrei accentuare i riflessi rame ma non avere i capelli arancioni finti.
    Vorrei qualcosa di naturale per questo preferirei uno sherazade.
    Aspetto dei tuoi consigli…:-)
    Baci baci

    1. Bedda, Marianna! :)

      In realtà anche l’impacco di hennè, se dosato bene, dà solo dei riflessi. Ma – specie se hai ciuffi molto chiari – fai bene ad essere cauta. Il vantaggio dello sherazade, inoltre, è che è molto più semplice da applicare!

      Le sostanze acide che citi aiutano a scurire il colore. Che per te potrebbe essere un bene: io preferisco lo yogurt al limone, perché nel frattempo fai anche bene ai capelli (il limone è davvero troppo acido). Semmai anche l’aceto di mele.

      Fai ossidare poco, direi un’oretta, così il risultato sarà ancora più soft. Dalla volta dopo, sarai tu a decidere se aumentare il tempo di ossidazione (ed eventualmente eliminare le sostanze acide) in base al colore che vorrai ottenere.

      Buone prove!

  78. Ciao Cloe! Complimenti per il tuo blog! Per me è stato utilissimo! Ma vorrei chiederti un ulteriore consiglio! Ho comprato dell’henné per tatuaggi da Cristaldi e vorrei prepararlo con infuso di rooibos per farlo scurire un po’ ma non troppo! Io ho i capelli castano chiaro e vorrei evitare che il rosso viri verso l’arancione che non mi piace! Il rooibos va bene oppure devo mettere aceto o succo di limone? Grazie in anticipo! :))

    1. Cara Mariolina,

      va benone il the rosso (per farci capire da tutte, anche se la definizione è imprecisa) ma, se vuoi ottenere un colore più scuro, io ti consiglio comunque di aggiungere delle sostanze acide. Che cambiano proprio la modalità di ossidazione della polvere.

      Buona prove!

  79. Ciao, ho trovato queste utilissime pagine cercando informazioni sull’hennè, e vorrei chiedere qualche informazione :)
    Vorrei provare l’hennè neutro per lavorare su un problema di forfora che ho da poco tempo (ho letto che sia l’hennè neutro che quello rosso possono aiutare, e ovviamente hanno altri vantaggi): anche quello neutro nel tempo tende a scurire i capelli o succede solo con quello colorante?
    Se più avanti decidessi di cominciare ad usare anche quello colorante che colore verrebbe fuori sui miei capelli castano né chiaro né scuro, diciamo medio – ma non molto caldo? Mi piacerebbe andare più verso il mogano che verso il rosso-arancione, quindi immagino che dovrei scegliere la varietà Jamila.

    1. Cara Ari, bravissima, sei già un’esperta di teoria! :)

      Il Jamila è sicuramente la scelta migliore ma, in generale, non partendo da una base chiara, non verresti fuori in ogni caso pel di carota. Specie se acidifichi il composto (aggiungendo, oltre all’acqua, un po’ di yogurt e/o aceto di mele) e tenendo su non troppo tempo il preparato.

      Per quanto riguarda la cassia, è assolutamente incolore. Quindi vai tranquilla! Nel tuo caso, però, ti consiglierei di cercare anche l’amla: sempre di polvere neutra si tratta, ma regolarizza bene la cute, irrobustisce il capello e gli dona una lucentezza mai vista.

      Buon inizio!

      1. Grazie mille! 😀
        Purtroppo ho scoperto che al supermercato bio più vicino non hanno l’hennè perché a detta loro non vende abbastana: non me l’aspettavo prorpio!
        Mi informerò meglio, anche sull’amla, che da quello che hai detto mi fa gola 😉 Mi piaceva molto la luncentezza che avevano i capelli quando usavo l’olio di lino come pre-shampoo, ma purtroppo il mio ragazzo non ne sopportava l’odore (e aggiungevo olio essenziale di lavanda!) e dovevo stargli a 3 metri di distanza…complicato, visto che conviviamo 😛

        1. Non ti dico il mio fidanzato quando faccio hennè o indigo. Scappa di casa!

          Ps. Hai provato con altri oli? Cocco e jojoba sono tra i miei preferiti per i capelli.

  80. Ciao!
    Ho i capelli castano scuro, ma non troppo. Il mio colore mi piace, ma vorrei provare a farli sul rosso naturale, giusto per cambiare un po’. Ovviamente, da inesperta, ero convinta che l’henné andasse via dopo un po’. Siccome non voglio avere un effetto permanente (anche perché non so come starei col rosso), potresti consigliarmi qualcos’altro?
    Ti ringrazio!

    1. Purtroppo, Anna, i coloranti naturali sono quelli. E hanno questo effetto. Muovendoci nel campo del bio, non potrei consigliarti altro. :(

      Al massimo puoi ravvivare il tuo colore con la cassia (colore neutro) che li renderà più lucidi e belli. Oppure fare una sherazade di lawsonia (mischiare cioè poca polvere a un balsamo) in modo da avere un blando effetto riflessante facile da coprire con altro in caso cambiassi idea.

      Ma di più non saprei.

  81. Ciao e bravissima!ti chiedo questo :ho capelli deboli secchi fini rovinati ssiimi e pochi!insomma il peggio del peggio.sono castana scuro ma intorno alla fronte la classica coro cima di capelli bianchi da ritoccare ogni dieci giorni…poiché i capelli sono deboli vorrei ricorrere ad un impacco che li rimetta in sesto da perpetrare nel tempo,pensavo quindi alla cassia con….?,però non rischio di seccar li ulteriormente?mille grazie x avermi letto e per ciò che mi dirai!

    1. Stefania, vai tranquilla con cassia. E, come consiglio a chi è nelle tue condizioni, prova anche l’amla (sempre una polvere incolore).

      Se di buona qualità (no erboristeria insomma, specie per queste polveri poco conosciute e quindi poco richieste. Rischi di trovare una partita dell’avanti cristo), irrobustiscono il capello, regolarizzano la cute e donano lucentezza. Senza alcuna secchezza.

      E poi ci sono gli oli e le maschere. Tutto insieme è una combo infallibile!

  82. Ciao! Spero che tu possa scegliere i mie dubbi.
    Ho smesso di tingere i capelli a gennaio perché sono molto sottili e delicati e a furia di colorazioni chimiche sono riuscita a rovinarli del tutto. Mi è stato consigliato l’hennè, anche perché nonostante li abbia tagliati di molto, continua a persistere la colorazione di gennaio, ormai rovinatissima. In poche parole, i miei poveri capelli sembrano ormai paglia.
    Il mio colore base è un castano medio, è indicato usare l’hennè vista la mia situazione? vorrei sia usarlo come espediente curativo sia provare a scurire i capelli dove c’è ancora la vecchia tinta ormai stinta :) rischio di diventare verde???

    1. Le polveri (se di buona qualità) fanno bene, su questo nessun dubbio, cara Annalisa.

      Piuttosto mi sembra di capire che tu voglia scurire. E quindi non so se l’hennè (che vale a dire lawsonia, cioè colore rosso) sia la scelta adatta a te. Piuttosto forse sarebbe il caso di valutare l’indigo (colore nero, ma dopo tante applicazioni. All’inizio scurisce leggermente e basta. La prima volta nemmeno quello). O un mix dei due se vuoi dei riflessi rossi.

      Rifletti su questo. Magari mentre metti su una maschera homemade (trovi alcune ricette sul blog) che fanno già benone!

  83. ciao! complimenti per l’articolo molto utile :) volevo un parere personale. Ho i capelli estremamente sottili e fragili, l’hennè li rinforzerebbe giusto? Poi le punte sono più chiare rispetto al resto della capigliatura, infatti sono biondo ramato rispetto al castano chiaro della radice, facendo l’hennè tutto il capello diventerebbe dello stesso colore? e ultima domanda, che colore dovrei usare per ottenere un colore più scuro del mio “castano chiaro” , vorrei tipo un castano scuro leggermente tendente al rosso? e se volessi aggiungere al mio castano chiaro dei riflessi lucenti cosa dovrei utilizzare? grazie mille.

    1. Ciao Silvia,

      Innanzitutto le polveri naturali sono ottime per rinforzare il capello. Quale scegliere dipende dal colore che vuoi ottenere, ma in ogni caso – non agendo come una tinta chimica – questo dipenderà dalla tua base. Più chiaro dove i tuoi capelli sono già più chiari, più scuri dove lo sono già.

      La lawsonia dà una colorazione rossa. L’indigo invece va verso il nero (dopo molto e ripetuti passaggi). Se vuoi scurire, ma con dei riflessi ramati, dovrai mischiare le due polveri. Tenendo presente che il rosso prenderà subito mentre la colorazione più scura arriverà solo dopo due o tre applicazioni.

      Se invece non vuoi cambiare colore, ma solo rinforzare il capello e donare lucentzza, devi affidarti alla cassia: polvere dal colore neutro.

      Tutto chiaro?

      Buone prove!

    1. Evviva Antonia! Considerato che l’indigo – la parte scura del mix – non ha bisogno di essere ossidata (è anzi controproducente lasciarlo a riposo troppo tempo, colora meno) e che di suo colora solo dopo alcune applicazioni, io non farei riposare il composto. Preparalo appena hai tutto pronto per stenderlo e mettilo su.

  84. Ciao! Complimenti per l’articolo!
    Ho letto che in caso di ripensamento dovrei aspettare mesi e mesi prima di fare una tinta chimica, giusto? Volevo sapere più o meno quanti mesi. Ho fatto un henné rosso intenso (e per questo motivo non credo fosse completamente puro) forse 6-7 volte a intervalli molto poco regolari, facendo passare parecchio tempo tra uno e l’altro. L’ultimo impacco l’ho fatto a fine agosto. Ora che il colore è aranciato vorrei tornare al mio colore naturale (castano) e volevo sapere dopo quanto tempo posso fare una tinta chimica del mio colore senza rischiare. Grazie mille! :)

    1. Cara Michela, due mesi spesso sono sufficienti. Ma purtroppo non c’è un’indicazione esatta. In questi casi, ahinoi, tocca rischiare. Tenendo presente che comunque i risultati strani sono rari.

  85. Cia Cloe ho bisogno di un consiglio! A giugno ho fatto uno shatush biondo sui miei capelli castani, adesso vorrei coprirlo e cercare di riavere il mio colore naturale evitando tinte…una mia amica mi ha detto di aver fatto un hennè castano ma da quanto leggo ora, non esiste! Cosa mi consigli? Esiste un hennè che possa coprire il biondo e darmi un effetto castano-cioccolata e non rosso??? Grazie!

    1. Cara Giulis,

      Quello che viene chiamato di solito “hennèdiqualuquecolore” è in realtà un mix di polveri (quando va bene).

      Per ottenere una colorazione scura dovresti affidarti all’indigo (colore nero che, su una base chiara come la tua, verrebbe un castano). Il problema è che spesso l’indigo non tinge che dopo due o tre applicazioni, tinge poco e a volte per nulla senza una base di lawsonia sotto.

      In compenso, il risultato è strepitoso.

      Se hai la pazienza necessaria per fare più applicazioni ravvicinate prima di vedere qualche risultato, non te ne pentirai.

  86. Ciao Cloe! Io ho i capelli castano chiaro/rossi, mai tinti e mai fatto trattamenti stressanti, permanente etc etc in 25 anni (uso però la piastra).
    Vorrei ravvivare un po i riflessi e dare corpo ai capelli (soprattutto ora d’autunno che ne sto perdendo diversi) rendendoli anche più lucidi..cosa mi consigli di fare? Su internet ho guardato un po’ i prodotti khadi…ma ci capisco per poco!
    P.s: questi prodotti seccano la cute? Che già ho un pochino di forfora, non vorrei peggiorare la situazione (anzi!)

    Grazie! :)

    1. Cara Giulia,

      le polveri – se di buona qualità come le Khadi – non fanno che bene. Se tu vuoi ravvivare i riflessi senza colorare, dovresti andare di cassia (altrimenti chiamata senna) oppure di amla. Polveri incolore che irrobustiscono la chioma, regolarizzano la cute e la rendono super-lucida.

      Buone prove!

  87. Io mi sono appena fatta l’henne rosso …e il risultato non è venuto male dalla radice fino a meta lunghezza, ma è appunto da li che iniziava il mio ombre verde(si propio verde) e quindi adesso o meta dei capelli belli riflessati rossi e meta tra un biondo um arancione un verde un blu.e un marrone(sono arlecchino yeah!!!… -.-)..Quindi la mia domanda è: Per fare sopra l’henne una tinta ROSSA devo comunque aspettare mesi e mesi?(che poi se mi venissero i capelli verdi non mi dispicerebbe affatto!!! XD)

    1. Ehm… Ma da che base partivi? Se avevi già – come mi sembra di capire – i capelli multicolor, purtroppo era abbastanza prevedibile che l’hennè non avrebbe potuto uniformarli.

      Se l’idea è quella di avere dei riflessi rossi, io mi armerei di pazienza e agirei in due mosse: una prima passata di indigo, per scurire e uniformare, nella speranza che copra tutti quei colori e, dopo un po’ di tempo, un’altra hennata per i riflessi rossi.

      Se però vuoi fare una tinta chimica, conosci già la questione: potrebbero – e ripeto potrebbero, magari no, non c’è certezza – venir fuori degli strani rilessi (o ciocche) sul verde. Se a te sta bene rischiare, per carità, vai pure. Io eviterei e aspetterei almeno un mesetto. 😉

  88. Ciao! Complimenti per il tuo articolo e modo frizzante di scrivere. Hai anche attirato persone come te, ed è un piacere leggere! Se non fosse che sono in ufficio, leggerei tutto subito!
    Ho i capelli molto fini e vado spesso in piscina…..Sono anni che sono schiava delle tinte e voglio cambiare, specie perchè mi attirano molto le proprietà nutritive dell’hennè.
    La mia situazione però è questa….Sono castana chiara/castana di base (forse con quale riflesso dorato), ho ca. 2-3 cm di ricrescita, le lunghezze sono colorate con il mio colore naturale e sopra decolorate leggermente con il pennello (no colpi di sole), ti prego di non inorridire… :)….Dopo l’estate mi hanno fatto una colata sopra per scurire un po’.
    Il parrucchiere è molto bravo, l’effetto non è malvagio, ma ovviamente i capelli sono un po’ secchi e sfibrati.
    Voglio continuare a tenerli lunghini.
    Vorrei gentilmente chiederti che strategia posso adottare. Io vorrei raggiungere il mio castano con riflessi mogano. Come devo fare?
    Aspettare un anno e tagliarli piano piano…e la mia vanità potrebbe convivere con questo?
    Inoltre domanda importantissima: L’hennè copre i capelli bianchi? I miei non sono moltissimi, ma li ho (classici fili argento che spuntano) ai lati della riga da una parte e sulle tempie dietro alle orecchie, per fortuna sul secondo strato di capelli. Se faccio lo chignon davanti non si vedono quasi affatto e quelli laterali riesco a camuffarli.
    Devo aspettare un anno e non fare nulla (mi sento male), non ci sono davvero alternative? O posso al limite provare una ciocca?
    La mia paura è di diventare arancione….e poi mogano sulla ricrescita.
    Attendo fiduciosa una risposta prima di muovermi :)!
    Ciao e complimenti ancora!

    1. Cara Luisa, perché un anno? Basta un mesetto per fare hennè sopra una tinta chimica o anche nulla. Io aspetterei solo per non strassare i capelli.

      La polvere copre i bianchi, che ovviamente però diventano più chiari (non arancione ma rosso accesso). Per uniformare, ti basterà ripetere l’applicazione accorciando la distanza tra l’una e l’altra (non una volta al mese ma una volta ogni due settimane anche solo per il primo mese. Poi vedi se è ancora necessario).

      In generale ti consiglio di usare hennè di ottima qualità, se puoi ordinare online mi affiderei al Jamila, che conferisce effetti ciliegia e non rame. E usa sostanze acide (aceto di mele, yogurt) nell’impasto che scuriscono.

      Se hai altri dubbi, sono qui!

      Ce la puoi fare! 😉

      1. Ciao e grazie mille per la risposta…Il mio dubbio è ancora questo…sul capello con 3 cm di ricrescita grigio e poi colorato…divento rossa acceso nei 3 cm di ricrescita e poi meno rossa? Nel senso, sarò più rossa/chiara in ricrescita che sulla lunghezza? Grazie 😉

  89. Ciao Cloe. Questo post e’ davvero interessante. Vorrei farti una domanda: sono castano scuro e ho qualche capello bianco, secondo te qual è l’henné adatto a me che non voglio riflessi rossi/blu/viola ma voglio solo coprire un po i miei capelli bianchi? Leggevo dell’henné Lagona e Khadi…quale marca mi consigli e quale tipologia di henné?
    Grazie mille per i tuoi preziosi consigli….a presto!!!

    1. Cara Fabifa,

      Tutti i mix a base di polveri naturali hanno come base o il nero dell’indigo o il rosso dell’hennè. Anche i castani hanno quindi dei riflessi rossi, ad esempio (magari scuri, mogano, ma comunque rossi).

      Quindi credo che purtroppo non facciamo molto al caso tuo.

  90. mentre il paese e sull’orlo di un baratro che non ha paragoni nella troppo benestante recente passato, ste quattro galline hanno il grave problema del colore delle capigliature. La pubblicita mediatica della tv commerciale ha fatto centro ha creato degli zombi telecomandati.

    1. Certo, virgola, certo.

      È nota a tutti la strategia mediatico-commerciale che dice alla gente: “Compra meno prodotti, riproducili in casa, spendi meno e meglio e non inquini”. Un classico del berlusconismo. :)

  91. ciao cloe…scusami ti disturbo di nuovo…allora ho fatto l’henné’ castano scuro della khadi,il colore mi piace molto ma,i capelli bianchi nn sono stati coperti,cioè sono diventati biondi…x la prox hennata,cosa mi consigli?faccio henné + tinta sante?oppure mi conviene comprare l’henné puro o l’henné rosso e poi fare sopra il castano?per favore aiutami e scusami ancora…grazie comunque

    1. La soluzione potrebbe essere fare prima lawsonia (hennè rosso) e poi sopra indigo (hennè nero). È il metodo più sicuro per coprire i bianchi, che comunque saranno sempre più chiari rispetto al resto.

  92. Ciao :) interessante quello che hai scritto ma vorrei un consiglio.. Stasera dovrei farmi l henne alle punte effetto sfumato, ho i capelli castani e ho preso l henne della sitarama color rame naturale.. L henne deve riposare da quando faccio la “poltiglia”? E quanto tempo lo devo lasciare ? È vero che lascia i capelli dsecchi dopo? E per rimediare posso applicare l olio dolci di mandorle ( comprato in erboristeria 100% naturale) se si come devo usarlo? Scusa x le troppe domande.. Ti ringrazio anticipamente !!

    1. Ciao Sarah,

      Dopo aver fatto preparato il pappone, dovrai lasciarlo a riposare almeno qualche ora – ma anche tutta la notte – al calduccio (su un termosifone o sotto una coperta).

      L’effetto secco si ha solo quando la polvere non è di ottima qualità, ma ti sconsiglio di usare oli (da spalmare sempre e solo sui capelli umidi, mai asciutti) perché potrebbero portare via più in fretta il colore. Almeno nei primi giorni dopo la stesura, quando il colore si sta ancora assestando.

      Se dovesse succedee, te ne occuperai allo shampoo successivo.

      Buona hennata!

  93. Ciao, ho bisogno di un consiglio: ho capelli biondo cenere e ad agosto ho fatto mèches leggere e sottili (ancora ne ho) e qualche shampoo colorante rosso(sparito), ho preso gel all’henne e camomilla, nuance biondo ramato, ma sulle istruzioni sconsiglia l’uso dei riflessanti su mèches. quanto ancora devo aspettare, secondo te??grazie

    1. Cara Anna,

      Dipende molto da cosa c’è dentro il tuo gel (strana formulazione per l’hennè, tra l’altro). Il fatto che lo scrivano loro stessi mi fa sospettare che ci sia del picramato, che potrebbe in effetti alterare il colore.

      Ma se sono passati tre mesi, direi che è sufficiente.

  94. Un sito completo ed esauriente, complimenti davvero:) però avrei ancora un paio di dubbi :
    Dovrei cominciare a breve ad andare in piscina e mi sono informata sui vari metodi per proteggere i capelli e prevenire i danni causati dal cloro. Olii da applicare ai capelli e risciaquo prima di entrare nella vasca, cuffia di stoffa sotto e di silicone sopra, prodotti per lo shampoo poco aggressivi per lavaggi frequenti. Ciò nonostante i capelli si sfibrano . Tengo molto ai miei capelli e farei qualsiasi cosa per non danneggiarli . Le mie domande sono : Gli impacchi di lawsonia (rosso rame naturale della sitarama, senza picramato) proteggono i capelli dal cloro? Ogni quanto va fatto? Esistono altri metodi per non rovinare i capelli? Che tipo di olio va applicato sui capelli prima di entrare nella vasca? Quale tipo di shampoo SENZA SILICONI , poco aggressivo e utile per lavaggi frequenti posso utilizzare ? Nelle docce l’acqua contiene cloro?

    Grazie in anticipo , un bacione !

    1. Cara Sofia,

      Lo stress da piscina, purtroppo, non dipende solo dal cloro. Ma dall’asciugatura, dalla cuffia che tira e spezza, ecc.

      Per i prodotti da usare al lavaggio trovi un post apposito sul blog. Così come sugli oli. In entrambi i casi, dipende molto dai tuoi gusti e dai tuoi capelli. Non ti resta che provare.

      Le polveri infine ti aiuteranno sicuramente a “schermare” la chioma dall’aggressività del cloro. Ma tieni presente che quest’ultimo altera anche tantissimo il colore. Quindi, se non vuoi ritrovarti con un rosso che diventa subito color paglia o non vuoi fare hennè spessissimo, ti consiglio di usare la cassia: nessun colore, ma tanti effetti benefici.

  95. Ciao :) vorrei un consiglio, sono castana naturale ( nè scurissimo, nè chiaro) ed ho delle meches più chiare ( poche) vorrei tonalizzare il tutto dando sfumature e riflessi rame ( anche per coprire i primi capelli bianchi) cosa mi consigli, quale tipo di hennè e come lo applico? Grazie :)

    1. Cara Luisa,

      Dipende dall’effetto che vuoi ottenere (più rame o più ciliegia/mogano). Ti consiglio di leggere con attenzione tutti i commenti – sono tanti, lo so – dove troverai diversi spunti!

      Buona hennata!

  96. Ciao. Grazie per tutte le spiegazione, è già un po’ che penso di passare al henne perché voglio smettere di fare tinte, i miei capelli sono riccioli, ora sono molto secchi e mi è venuta la forfora. Vorrei fare l’henné ma non voglio un colore rosso, (in questo momento ho le mèche californiane qui conosciute come shatush) su aromazone ho visto che c’è l’henné biondo (si ho letto che non esiste) l’inci è questo: matricaria recutita flower powder, rosmarinus officinalis leaf powder, cassia obovata leaf powder, rheum rhaponticum root powder, ho visto da qualche parte che se lo mescoli con camomilla, curcuma (poca), cassia, miele e limone verrebbe un colore non biondo ma comunque ne anche oscuro, mi andrebbe bene anche un castanno ma non rosso, tu cosa mi consigli? O comunque se l’henné non fa per me che marche di tinte vegetali potresti consigliarmi? Grazie mille del tuo tempo.

    1. Cara Carol,

      A prescindere dal nome, quel mix non ha niente che non vada. Non ha nemmeno lawsonia (hennè rosso), quindi vai tranquilla. :)

      Probabilmente l’effetto colorante sarà blando, come un riflessante, ma puoi provare. Il rosmarino inoltre dovrebbe aiutare parecchio i tuoi problemi di forfora.

      Già che ci sei, se acquisti on line, ti consiglio di prendere in considerazione anche l’amla: non colora, ma regolarizza, fortifica e lucida parecchio la chioma.

  97. Cara Cloe,
    leggendo le tue risposte ai vari post ho scoperto tante cose interessanti che mi saranno utili a breve in quanto stó per uilizzare anch’io l hennè per la prim a volta comprato in erboristeria e non essendone a conoscenza del fatto che potessero contenere metalli ti chiedo come posso venirne a coscenza prima di comprarla la prox volta.
    PS: ho comprato 70%di “castano” e 30% di lawsonia x avere un castano “rosato” partendo dal mio colore naturale castano…che ne pensi?

    1. Cara Hema,

      Il primo problema è che l’hennè castano non esiste. Spero si tratti di un mix di indigo e cassia.

      In generale, il primo passo per essere sicuri è leggere l’Inci. E richiederlo all’erborista anche in caso di polveri sfuse (sebbene sia una richiesta che di solito cade inascoltata). Se non riesci, affidati a marche conosciute e provate. Ne abbiamo parlato anche qui sul blog, in un altro post.

      Buona prima hennata!

  98. Ciao :) ho i capelli color castano scuro naturali e un anno fa ho fatto la tinta nera senza ammoniaca (la ricrescita neanche si vede). Ora vorrei passare ad un colore rosso ciliegia ma senza utilizzare la tinta chimica visto che ho i capelli fini e non vorrei rovinarli tra tinta e decolorazione. Cosa mi consigli? Con l’henne riuscirò ad avere il colore che desidero? Grazie :)

    1. Cara Michela, dipende dal tipo di hennè che userai.

      Il migliore per il colore che vuoi ottenere è senza dubbio il Jamila. Ma, partendo da una base così scura, difficilmente otterrai un pel di carota con qualunque polvere.

      Buona prima hennata!

  99. ciao, volevo farti i complimenti per il tuo articolo, interessantissimo e utilissimo, soprattutto per una come me che non se ne intende affatto di tinte per capelli. Volevo approfittare anch’io per chiederti un consiglio. Ho i capelli castano scuri (non scurissimi ma scuri). In certe condizioni di luce hanno dei bellissimi riflessi ramati (NATURALI). Non li ho mai e dico mai colorati. Qualche settimana fa mi è stato proposto di fare dei riflessi ramati e ho ceduto alla tentazione (la parrucchiera diceva che la tinta era abbastanza naturale. Lasciamo perdere che ho visto l’inci e mi è venuto male, è una tinta chimica punto e basta).
    Non me ne intendo assolutamente, ma mi è stato detto che comunque dopo diversi lavaggi la tinta andrà via (non l’ha fatta su tutti i capelli, ma su diverse ciocche).
    Comincio ad avere alcuni capelli bianchi (28 anni, ma purtroppo…) quindi stavo pensando di coprirli un po’. Sono indecisa se tingerli tutti o solo alcune ciocche, prendendo quelle dei capelli bianchi, ma temo non avrebbe molto senso, perché i bianchi potrebbero poi spuntare successivamente su ciocche non colorate… Ma il mio obiettivo era mantenere il colore naturale dei miei capelli, ed aggiungerci dei riflessi ramati. Ho visto sul sito di eccoverde le polveri naturali khadi. Ma non ho idea di quale scegliere. Ripeto, mai fatto tinte quindi non me ne intendo assolutamente. Leggendo il tuo articolo poi ho scoperto che queste tinte naturali a differenza di quelle chimiche restano a vita, quindi se sbaglio il colore sono fritta. Tu cosa mi consigli di fare? e quale colore prendere?
    Spero tu possa consigliarmi :)
    Grazie mille :)

    1. Cara Chiara,

      È vero che l’effetto delle polveri è indelebile, ma non significa che non si possa correggere. 😉

      I mix khadi inoltre, non avendo solo lawsonia (che è super colorante), hanno un effetto parecchio smorzato. Difficile (impossibile) che cambino radicalmente il tuo colore. Guarda i castani e stai tranquilla che non sbaglierai.

      Al massimo verranno ovviamente più rossi i capelli bianchi. Ma sarà come avere dei riflessi naturali appunto.

  100. Ciao Cloe, i miei capelli sono sottili, castani abbastanza chiari con qualche riflesso biondo. Non ho mai fatto una tinta, ma da un po’ mi è venuta voglia di scurirli per ottenere un castano scuro, non proprio nero ma comunque scuro. Ho fatto qualche ricerca e ho scoperto l’esistenza dell’indigo, ho acquistato in un negozio che vende prodotti per centri estetici un mix che contiene “indigofera tinctoria e lawsonia inermis”, quello che mi preoccupa però è il risultato sui ciuffi biondi. Sempre dopo una ricerca in internet ho seguito il consiglio di fare una prova prendendo i capelli dalla spazzola (so che in genere si prova su una ciocca ma avevo paura di fare danni e andare in giro con capelli multicolor). Il problema è che è venuto fuori un colore abbastanza scuro ma con un vago riflesso verde! Ho letto che può succedere perché all’indigo servono un paio di giorni per ossidare ma non mi alletta molto la prospettiva di andare in giro con i capelli verdi per due giorni!
    Hai qualche consiglio da darmi? Magari dovrei provare a usare un mix di henné e indigo? In questo caso il rosso sarebbe molto evidente o posso smorzare l’effetto semplicemente mettendo più indigo che henné?
    Grazie mille e complimenti per l’articolo, tra tutti quelli che ho letto sei stata la più chiara in assoluto! :)

    1. Ciao Carolina,

      Quello che hai comprato in effetti è già un mix (lawsonia inermis=hennè rosso). Ed è giusto così perché l’indigo da solo difficilmente colora tanto da coprire i bianchi, ad esempio. In quei casi si procede prima di hennata e poi di indigata per scurire.

      I riflessi verdi potrebbero essere sinonimo di una polvere vecchia.

      Il mio consiglio è: fai un po’ di prove con indigo puro. A molte prende dopo la terza volta, a certe mai, ad altre ancora subito. Non diventeranno neri, tranquilla, nella migliore delle ipotesi si scuriranno un po’.

  101. Ciao Cloe, ho i capelli biondo cenere chiarissimi, molto fini e sfribratissimi a causa delle varie decolorazioni passate. Così ho fatto un taglio drastrico e finalmente la chioma è tornata normale..però vorrei rinforzarla. Ho sentito (e le tue risposte ne hanno dato conferma) che l’hennè naturale è fa’ molto bene, dunque ecco la mia domanda: colorando i capelli sulla ricrescita con le tinture tradizionali (non decolorazione, con quella ho definitivamente smesso), posso utilizzare l’hennè naturale? Insomma, se la cassia italica non ha colore, in che modo potrebbe renderli verdi? Potresti spiegarmi come le bionde si devono comportare con l’hennè? grazie mille!!!!! :)

    1. Ciao Cristina,

      Puoi certamente utilizzare la cassia e ti farà benone. L’unico rischio è che poi le tinte non prendano più tanto bene (perché il capello è come schermato), ma questo dipende da diversi fattori. In caso dovessi notare un simile effetto, basterà coordinarti con i tempi e lasciare la ricrescita “libera”, diciamo così.

      Le bionde possono ricorrere al lawsonia solo nel caso in cui vogliano diventare peldicarota. Oppure andranno di indigo se vogliono scurire.

  102. Vediamo se ho capito bene :) allora, sabato faccio il colore con tinta tradizionale, poi posso cominciare a fare gli impacchi con la cassia italica pura senza alcun rischio, giusto? avevo pensato che man mano che i capelli crescono, basterà applicarla solo sulle lunghezze tralasciando le radici, in maniera che la tinta possa “attaccare” normalmente. I tempi di posa della cassia sono sempre intorno alle 3 ore? ogni quanto li posso fare? grazie milleeee!!! :)

  103. ciao!permettimi di kiederti1informazione:cosa succede ai miei capelli(schiariti kn tinture kimike cirka3settimane fa) se decidexi di usare l’henne neutro x nutrirli e anke x celare l’effetto rikrescita?grazieeee

    1. Cara Rosanna, puoi usare la polvere senza problemi. Visto che non colora, non hai alcuna interazione strana da temere con la tinta chimica. Per lo stesso motivo però non capisco come possa celare la ricrescita.

  104. Ciao Cloe :)
    Volevo ringraziarti perchè dopo tanta preparazione mi sono hennata per la prima volta e sono assolutamente e totalmente soddisfatta!
    Ero con un po’ di ricrescita (ca 2-3 cm) castana naturale con qualche filo grigio e ciocche decolorate sulle lunghezze (castano chiaro-giallo paglierino, capelli “cotti”).
    Ho usato 50% Jamila e 50% Indigo. Preparato Jamila con succo limone, lasciato a riposare la notte. Aggiunto indigo al momento. Ho fatto un disastro in bagno, ma poi ho lavato tutto con facilità. Il risultato è strabiliante. copertura pressochè totale dei capelli bianchi con riflessi rossi, capelli più forti e corposi. Chioma castano (anche scuretto, così la prossima volta aumento la % del lawsonia visto che l’effetto sui miei capelli è più che ok!). Ti avevo scritto inizio novembre e scrivo per incentivare tutte a provare, specialmente con hennè purissimo, i miei capelli sono molto più belli di quando esco dal parrucchiere e spero tu possa leggere il mio entusiasmo! Grazie ancora di cuore e buona hennata a tutte!

  105. Ciao!!volevo avere un consiglio!io nn ho mai fatto tinte neanche i più comuni shampoo colorati per carnevale!pero mi sono incuriosita leggendo il tuo articolo!vorrei usare l’henné per dare colpi di luce e riflessi ai miei capelli un po’ spenti!ho un castano molto scuro!!che tipo di henné dovrei acquistare?come si applica?che devo fare??grazie mille in anticipo!

    1. Cara Roberta,

      Ti consiglio senza dubbio di leggere con attenzione i post dedicati all’hennè e tutti i commenti.

      Unica raccomandazione: essendo tu scura, avrai al massimo un color mogano. Ma, qualora dovessi pentirtene, l’hennè non va via con lo shampoo. Quindi pensaci bene.

  106. Ciao Cloe!!
    Ti volevo chiedere un consiglio.. Cosa ne pensi degli Hennè che troviamo sul sito Lush?? Ho un buono regalo da consumare in quel sito..e stavo pensando di provare l’ hennè per la prima volta.. così volevo unire le due cose!!
    grazie mille!!! :)

    1. Ciao Eleonora,

      Ti dirò, molte si trovano anche bene, ma per le cultrici dell’hennè avere un panetto da sciogliere è già un’eresia!

      Più che altro, ma trattasi di sentito dire, pare che non colorino molto.

      Se comunque vuoi fare una prima prova, direi che può andare. Facci sapere!

    2. Ora che ci penso, se per caso hai la pelle mista/grassa/asfittica, un ottimo acquisto che puoi fare da Lush è la mascherita piperita. Meravigliosa! Toglie i punti neri che è un piacere e non secca la pelle.

      (Nulla a che vedere con i capelli ma, se non la conosci, è assolutamente da provare).

      1. Grazie del consiglio!! Alla fine niente henne lush…ma ho optato per la maschera Piperita!!! mi piace proprio! grazie davveroo:)

  107. Ciao Cloe,
    io sono una rossa naturale, per l’esattezza ramata. il mio colore mi è sempre piaciuto, ma negli ultimi anni si è scurito parecchio ed anche un po’ spento. vorrei rinvigorirlo un po’ e renderlo più chiaro e lucente come prima. Ho paura però del rischio, vista la mia base di partenza, pel di carota/arancione.
    ti ringrazio e complimenti per il blog.
    Paola

    1. Cara Paola,

      Che fortuna! :)

      Perché non provi con un impacco di cassia (colore neutro) che dia lucentezza ai tuoi capelli? Al massimo puoi mischiare proprio una punta di lawsonia e semmai aumentare la dose in base al risultato.

      Ci fai sapere?

      1. Grazie mille Cloe,
        unica cosa hai un sito di cui ti fidi in cui possa acquistare un buon prodotto e soprattutto, come dici tu 100% naturale e ad un costo giusto? ho provato in un paio di erboristerie ma non sono molto convinta dei prodotti che vendono e le commesse non mi sembravano molto preparate…
        ti ringrazio nuovamente e vi farò sapere il risultato.

        1. Purtroppo acquistando online i prezzi lievitano (soprattutto per le spese di spedizione). Ma hai già provato i Logona da cercare nei negozi bio? Costicchiano, ma a conti fatti spendi uguale.

          1. Ciao Cloe,
            Hennè trovato in una erboristeria a un buon prezzo e soprattutto 100% naturale.
            ho preso 100gr di cassia, secondo te va bene se aggiungo 20/30 gr di lawsonia?? scusa le domande infinte ma ho paura di fare pastrocchi. ho i capelli lunghi circa 10 cm sotto le spalle… grazie
            Paola

          2. Poca polvere per la tua lunghezza e poco lawsonia: come primo tentativo antipastrocchi può andare. :)

            Vedrai tu stessa cosa è il caso di aumentare la prossima volta (sicuramente la cassia mi sa).

            Buona prova!

  108. Ciao Cloe, mi sono imbattuta in un henne dello yemen, trovato Min un alimentari etnico, ma e ‘ scritto quasi tutto in arabo….volevo sapere se lonconksci e cosa ne pensi, ti descrivo la confezione: sacchettino in alluminio, sul davanti quasi tutto verde con una fascia marrone in alto, ci sono immagini, una di mani henna te e in basso sulla sinistra in un ovale giallo una signorina dai capelli lunghi ne rossi, sul retro c’ e’ scritto high Quality Yemen henna e levistruzioni in inglese su come prepararlo sia x body art che x capelli, poi tutto in arabo, nn ce’ la composizione e solo una data (2012) che nn so se e’la scadenza o la produzione.
    grazie, grazie

    1. Ciao Yales, ma non ha un nome, una marca? Perché le confezioni di questi hennè purtroppo si somigliano un po’ tutte.

      Il fatto che sia baq (body art quality) depone a suo favore, ma così non saprei dirti su eventuale picramato.

  109. La marca non c’e’, magari e’ scritta in arabo….posso dirti che la confezione è quella che compare come terza immagine se su google (immagini) digiti hihg Quality Yemen henna. Volevo appunto cercare di capire se conteneva picramato. Grazie c’e Buona serata!

  110. Ciao Cloe!
    ritorno dopo aver sperimentato.
    Ho i capelli biondi decolorati. Mi sono fatta l’hennè solo su alcune ciocche. La marca è Zubeda. Ora: restano bellissimi subito, cioè hanno una tonalità che mi piace moltissimo, aranciata appena fatti. Li lavo una volta e perdono già molto di intensità. La prima prova l’avevo fatta solo su alcune ciocche e a furia di lavare si sono ridotti quasi ad essere di nuovo biondi……
    La mia domanda ora è: è normale????? nel senso che uno fa tanta fatica a tenersi la pappetta in testa ore ed ore e poi lei mi abbandona così?? 😀 Oppure potrebbe essere causa dell’hennè utilizzato? E tu consigli di vertire sul Sahara Tazarine??….che ahimè non ho trovato..:(
    Grazie mille sin da ora!

      1. SI puliti, li lavo , tampono e poi applico. nessun olio. E da mesi ormai lo shampo me lo faccio io con base lavante , gel di semi di lino home made ecc….uso solo un pò di balsamo per districarli, ma davvero poco e uso lo splendor perchè nn sono ancora riscita a fabbricarne uno soddisfacente in casa…

        1. cambia polvere, si. io sono passata da quello di erboristeria (che secondo me era vecchio) ad uno di erboristeria di un’abbazia (me lo hanno portato da Padova <.<)….la consistenza è simile ma il secondo ha tinto di più e sul rosso ciliegia. Io ho il tuo stesso problema…non so, forse sono i miei capelli, ma gia questo tiene molto di più!^^…prova con il Tea, dicono che sia molto buono e facile da stendere, stavo pensando di comprarlo anche io! è naturale ed equosolidale, costa sui 4 € mi pare.

  111. Ciao Cloe, è circa una settimana che mi sto documentando su l’henne e finalmente sono capitata nel tuo blog che ha risolto molti dubbi.
    Non ho mai tinto i miei capelli e sono oramai due annetti che uso solo prodotti naturali e i miei capelli sono una favola. Vorrei ottenere dei riflessi sui miei capelli castano scuro. Ho già dei riflessi rossicci e mi piacerebbe accentuarli. Al momento, dato che non ho molta dimestichezza in questo campo, pensavo di comprare l’henne della Khadi come da te consigliato. Pensavo di prendere il Lawsonia puro, secondo te va bene o dovrei mischiarlo con la Cassia in modo da smorzare il rosso?
    Inoltre ho letto dello yogurt per rendere il colore più scuro..se metto lo yogurt non metto l’acqua giusto? (credo che la risposta sia ovvia, ma prima di mettere mani sui capelli e di fare pasticci voglio essere certa di quello che faccio). Ho i capelli lunghi fino alle fine delle scapole, diciamo ad “altezza reggiseno”…300 gr andrebbero bene? Infine sul sito dove ho trovato l’hennè della Khadi, ho letto che va a lasciato a riposo tutta la notte…ma un paio di ore – diciamo circa 4-5 – andrebbero bene o va a finire che faccio un pasticcio?

    Grazie mille, sei favolosa!

    1. Allora, se la base è scura, anche solo Lawsonia dovrebbe andare bene. Se vuoi prendere della cassia per sicurezza e fare prima un tentativo di mix, considera che poi potrai riutilizzarla anche da sola senza problemi.

      Ti consiglio di mettere comunque un pochino di acqua, per rendere tutto più fluido. Specie se prendi 300 grammi che non sono tantissimi per la tua lunghezza (ma il Khadi si spalma benone). Le ore che dici tu andranno benissimo, tranquilla.

      Buone prove!

  112. ciao, il tuo sito mi è utilissimo!
    dopo anni di tinte, un po’ chimiche e un po’ di erboristeria, ho deciso di lasciare i miei capelli al naturale il che vuol dire ormai per un buon 30% bianchi.
    Solo che mi vedo un po’ invecchiata. Vorrei provare con l’henné, ho letto tutti i post e le tue risposte davvero esaurienti, ma avendo paura di pasticciare vorrei una conferma. quindi la mi base è castano scuro/capelli bianchi, sui quali ho fatto dei contrasti scuri dal parrucchiere, per accompagnare gradualmente la ricrescita (l’ultima volta un mese fa). Posso fare lawsonia + indigo? e poi come gestisco la ricrescita? i bianchi saranno rossi? e se uso il famoso Jamila + indigo? 50-50? grazie per il suggerimento, sono molto titubante ma attratta dagli henna, nel tempo i miei capelli ricci sono diventati molto secchi e dritti, e la cute sempre più irritata. barbara

    1. Cara Barbara, per coprire al meglio i bianchi ed evitare l’effetto rosso fuoco il metodo migliore è quello in due passaggi: stendere prima l’hennè e, dopo averlo tolto, procedere con l’indigo.

      Una fatica ma che viene ripagata.

      Puoi farlo nello stesso giorno o l’indomani se non ti da fastidio vedere i bianchi di un rosso molto acceso. Puoi anche provare il mix la prima volta, ma l’indigo non colora i bianchi senza una base di lawsonia e quindi rischi che vengano comunque molto rossi e di dover poi scurire con altro indigo. Ma, se il mix ti riesce come capita ad alcune, sei fortunella.

  113. Ciao Cloe,
    vorrei approfittare della tua esperienza per chiederti un consiglio. I miei capelli sono castani/cenere scuro, su cui anni orsono ho usato l’henné lawsonia con successo, ottenendo anche forti riflessi ramati. Ora però stavo cercando un modo per schiarili di almeno mezzo tono nel modo più naturale possibile e senza (o con minimi) riflessi ramati. Premesso che non esistono henné biondi, come hai spesso ripetuto, ho trovato online delle combinazioni che sono appunto chiamate henné biondo, come l’Henné Blond Clair di Centifolia con INCI: Camomillae matricania, rosmarinus officinalis, cassia obovata, lawsonia inermis. (Che però ad esempio non ha la percentuale della lawsonia :/) Oppure in siti fai da te si consiglia di usare la cassia con la camomilla. Ho guardato anche la marca Logona che consigliavi, però in tutti i suoi toni specifica sempre che il composto non schiarsce il colore in nessun modo. E insomma, secondo te funzionano i primi due metodi, con cassia e camomilla? C’è un modo per ottenere qualche riflesso dorato sui capelli castani che non comporti una schiaritura chimica?
    Grazie mille in anticipo!

    1. Il Logona non schiarisce ma “aggiunge” il colore desiderato. Leggerissimo nel caso dei biondi perché elementi come la camomilla non hanno certo un forte potere colorante.

      Puoi provare camomilla e cassia, ma passerà tanto tempo prima di notare un risultato. E, in ogni caso, sebbene ottenuto con metodi naturali, schiarire i capelli non fa mai bene.

      L’altra formulazione mi convince di più (avrà poco lawsonia, ultimo ingrediente), ma è dal risultato incerto.

  114. Ciao Cloe,
    Avevo intenzione di acquistare online l’henné neutro della khadi.
    Come posso prepararlo nella maniera migliore? Essendo neutro, non ha colorazioni di nessun genere. Se volessi invece schiarire un minimo il mio castano chiaro? Ti ringrazio.
    Simona

    1. Che intendi per schiarire? Se dici sul rosso, allora vai di lawsonia.

      Altrimenti, per un simil biondo, ti consiglio di guardare tra i mix già pronti Logona che aggiungono piante come la camomilla. Ma l’effetto è davvero un blando riflessante.

      Per quanto riguarda la cassia, invece, mischi con acqua calda e metti su, semplice semplice.

  115. Ciao Cloe,
    complimenti per la tua competenza in materia di hennè! Ho i capelli di media lunghezza con colpi di sole biondi che ormai appaiono come una tinta biondo-paglia uniforme; ho una ricrescita color castano medio di circa 3 cm. con qualche capello bianco (pochi). E’ da tre mesi che non faccio più i colpi di sole e ora vorrei passare all’hennè, mi piacerebbe arrivare ad avere un color rame (il rosso ciliegia, l’arancione e il castano scuro non mi piacciono!!). Come mi consigli di procedere? Prima uniformare chioma e crescita (come?), poi passare al Sahara Tazarine, oppure usare Logona (ma che colore??!) o le tinte Sante? (vorrei evitare Khadi perchè ho problemi per il ritiro col corriere). Sono confusa…Ti ringrazio se vorrai aiutarmi ad entrare nel “club delle henneate”! Fiore

    1. Cara Fiore,

      Comincia con il Logona che non è troppo colorante. Ho paura che sul biondo l’effetto sia troppo forte.

      Poi, senza dubbio, procurati il Sahara Tazarine! :)

      1. cioè intendi usare Logona il marrone o il nocciola, oppure è meglio andare sul mogano o il rosso naturale? e magari a distanza di qualche giorno il Sahara Tazarine o aspettare ancora e rifare più volte Logona? Scusa ancora ma visto che è la prima volta non vorrei fare “pastrocchi”…
        Grazie mille!

        1. Prendi un logona non troppo chiaro e il mese dopo – o quando ti serve -, se l’effetto non è già troppo acceso, vai di Tazarine.

  116. ciao Cloe,
    io ho appena asciugato i capelli dopo aver fatto l’hennè su tutti i capelli, ma essendo biondo cenere di mio, con alcune ciocche biondissime(quasi bianche), su queste ciocche il colore è diventato arancione quasi fluorescente mentre sul resto dei capelli è diventato rosso ramato come volevo io.
    come faccio a scurire le ciocche arancio fluo in modo naturale e prima di stasera?
    grazie in anticipo

    1. Che pasticcio Cate! Dico sempre di stare attenti quando ci sono di mezzo capelli bianchi o chiarissimi.

      L’unico modo per rimediare, adesso, è passarci su un mix di (poca) lawsonia e indigo.

      Considera però che per le ricrescite ci sarà lo stesso problema (a meno che le ciocche chiare non siano frutto di tinte chimiche) qui di forse dovresti puntare a un colore meno chiaro.

  117. Ciao Cloe,
    il mio colore naturale di capelli è nero corvino, poi ho deciso di rovinarmeli con lo shatush..se facessi l’hennè a due mesi di distanza corro il rischio di ritrovarmi con i capelli verdi? Inoltre ho deciso di farmi mandare della Lawsonia inermis pura dalla Tunisia, ma non voglio dei riflessi troppo rossi. Quindi con cosa dovrei miscelare la polvere (limone o the rosso o verde?) e che risultato otterrei in definitiva considerando il mio colore naturale e lo shatush (anche se ormai ho solo le punte marroncine)?

    1. Cara Yasmin, dipende molto dal tipi di hennè che farai, impossibile dirlo a priori.

      In ogni caso, su una base così scura (anche le punte castane) difficilmente verrà fuori più di qualche riflesso rosso o, al massimo, un color mogano.

      Aggiungi sicuramente all’impasto delle sostanze acide (aceto di mele o yogurt) e facci sapere!

  118. Ciao Cloe! Grazie alle tue informazioni ora sono piu sicura per quanto riguarda al mondo dell’henne…ma ho una domanda da farti visto che non riesco a trovare nessuna informazione a riguardo in internet e nemmeno in erboristeria hanno saputo darmi una risposta…allora ti spiego che ho sempre fatto tinte chimiche..vado matta per il nero e non riesco a farne a meno…ma seguo molto il mondo naturale quindi mi son decisa, ci ho dato un taglio e mi son data all’henne visto che ho molto bisogno di far rivivere i miei capelli…dopo 3 mesi che non rifaccio tinte chimiche ho scelto di provare l’henne nero..puro comprato in erboristeria…mi è venuto un bel colore naturale sul cioccolato scuro..anche se ti ripeto amo il nero corvino..quindi volevo sapere come prima cosa se di volta in volta che faccio l’henne nero riesco ad arrivare alla tonalità piu scura possibile?….poi un’altra cosa…volevo cambiare un po…ho i capelli lunghi e volevo partire dal nero nelle radici fino ad arrivare da metà testaalle punte al rosso…è una cosa che si puó fare?? Dovrei schiarire la parte dove voglio trattate il rosso? Sono andata in erboristeria e mi ha detto che il colore dovrebbe prendermi comunque..ma ho le punte molto nere.. io non credo di arrivare a un bel rosso senza prima schiarire un po…ovviamente non chimicamente ma proveró con la birra o con la camomilla…..cosa mi consigli? Per ora mi son comprata il rosso mogano dell’ACAJOU…ma dovró aspettare! Grazie mille in anticipo! 😀

    1. Cara Giorgia, allora, innanzitutto continua con l’indigo e vedrai che pian piano otterrai un colore più scuro.

      Per quanto riguarda il rosso, invece, parendo da una base così scura, è impossibile arrivare a un rosso acceso, hai ragione. Se non decolorando che, in modo naturale (molto blando) o meno non è msi molto saggio. :)

      Ma, se proprio vuoi provare, ti sconsiglio i rossi già scuri (come il mogano). Dovresti prendere una polvere che viri sul rame e che, sulla tua base scura, verrà comunque mogano. Altrimenti verrà ancora meno evidente.

      Facci sapere!

  119. Ciao, vorrei chiederti un consiglio, sono disperata. Ho fatto l’henné (non completamente puro) per qualche tempo, e ora non ho più il tempo di starci dietro. Vorrei poter tornare al mio colore naturale (castano) ma ho letto che senza tagliarli è praticamente impossibile mandare via l’henné. Quindi vorrei chiederti se nel frattempo anche per coprire la differenza con la ricrescita potrei fare qualcosa per avvicinare il colore al castano, cercando di fare scaricare il più possibile l’henné e magari applicare dell’indigo insieme a qualcos’altro (non sono molto esperta di indigo, non so se è una stupidata) o magari fare qualche shampoo colorante castano anche se i riflessi rossi spunterebbero comunque. La parrucchiera mi ha sconsigliato la tinta per non appesantirli ancora, non so se abbia ragione :/ Puoi aiutarmi? :( non mi va proprio di tagliare i capelli corti, sono appena riuscita a farli crescere per bene :( grazie mille in anticipo!!

    1. Ciao Michela, tieni presente che i riflessi rossi sono i più tenaci in assoluto.

      Comunque sì, prova con l’indigo. Prima da solo un paio di volte e vedi se tinge abbastanza (è un po’ timido, ci mette del tempo). Altrimenti dovresti prima fare hennè e poi coprire con indigo. Oppure comprare un mix già pronto – ma naturale – di castano. Orientati sempre sul colore più scuro, tanto non verrà mai così.

      Semmai, prima di fare l’indigo, per almeno una settimana vai di impacchi di olio costanti. Aiutano a far scaricare il colore.

  120. Ciao! Vorrei un consiglio da te su quale hennè scegliere. Vorrei ottenere un rosso rame ma scuro, per intenderci non arancione. Ho i capelli biondo cenere molto spento. Non uso una tinta chimica da più di un anno. Ovviamente lo sò che non c’è una formula assolutamente perfetta, però per avvicinarmi il più possibile al risultato che vorrei, potresti dirmi che hennè mi consigli e anche in che cosa mi consigli di sciogliere l’hennè in questo caso& il tempo di posa? Lo sò che sono puntigliosa ma ho troppa paura di diventare arancione avendo questo biondo cenere. Tieni conto che che comprerò di sicuro un hennè con picramato perchè ho cercato, certo ma non riesco a trovarne uno naturale (online è fuori dalle mie finanze) e mi hanno detto che col picramato, l’hennè tende sempre un pò alla ciliegia (è vero?) Grazie in anticipo!

    1. Dipende dal picramato e dalla gradazione scelta, quindi non è facile orientarsi.

      Se non puoi comprare online e non ti sconvolge il fatto che non sia del tutto naturale, allora rivolgiti alle linee con diverse colorazioni e scegline una un tono più scuro di quella che desideri. Semmai la volta dopo potrai osare di più. 😉

  121. Ciao sono capitata per caso in questo blog,perchè appunto cercavo informazioni sull’hennè. Io sono castana chiara ma sono anni ormai che mi tingo i capelli di rosso. Ormai sono 4 mesi che non li tingo più,e siccome è da anni che volevo smettere con le tinte chimiche ora ho preso la decisione. Io vivendo in un paesino non è molto fornito,e l’unico posto dove hanno l’hennè è appunto in erboristeria che però come ho letto spesso non è buono come si pensa.Quindi mi chiedevo dove potevo trovare l’hennè online e ovviamente che sia rosso.Grazie mille 😀

  122. Ciao! vorrei un consiglio visto che mi sembri mooolto esperta! Io ho molti capelli bianchi (credo ormai il 70 %) ed uso un riflessante (senza ammoniaca) per coprire la ricrescita. Il colore dei miei capelli è castano chiaro e vorrei mantenerlo. Non mi piace il rosso, quindi mi chiedo: se faccio l’henné i miei capelli tenderanno al rosso o mi avranno per forza dei riflessi rossi?
    Grazie
    ciao

    1. Cara Mara, sì, il lawsonia tinge sempre e comunque di rosso.

      Potresti affidarti all’indigo (polvere che colora di nero, ma solo su basi già scure e dopo diverse passate) mischiato alla cassia (colore neutro), ma difficilmente prende sui capelli bianchi senza una base di lawsonia sotto.

      Una prova, comunque, non potrà farti che bene.

  123. Ciao, avrei bisogno di un consiglio. Ho fatto l’hennè due volte affidandomi ad un’amica che l’aveva fatto poco prima di me ottenendo i risultati desiderati. Il problema è che per me non è successo lo stesso. I miei capelli sono ricci, crespi e color castano chiaro (d’estate tendono ad avere riflessi quasi biondi, completamente naturali). Ho comprato l’hennè alla Lush, fidandomi del fatto che i prodotti fossero completamente naturali. In un primo momento ho utilizzato il “riflessi scarlatti”, il quale doveva farmi ottenere abbondanti riflessi ramati. Fatto la prima volta mi guardo allo specchio e…niente. Nessuna differenza. Solo alla luce del sole potevo notare dei lievi riflessi ramati, ma non mi sono sentita soddisfatta. Al secondo tentativo ho riutilizzato lo stesso hennè, mischiandolo però con quello della mia amica, il quale avrebbe dovuto essere completamente rosso. Poiché a lei (che ha i capelli molto più scuri dei miei) il colore si notò sin da subito, ho preferito mischiare per evitare di venir fuori con la testa arancione. Ho tenuto su l’hennè per 4 ore, l’ho lavato e…ancora niente! Questa volta, pur guardandomi al sole noto ancora meno effetti della prima volta! Non mi spiego come possa accadere, considerando che ho utilizzato lo stesso prodotto della mia amica ed è stata proprio lei ad applicarmelo, nello stesso modo in cui l’aveva fatto su se stessa. Ho letto gli ingredienti scritti sulla busta dell’hennè. Parla di lawsonia inermis e altri prodotti tutti naturali (ho controllato sul biodizionario) e non c’è traccia del picramato. Forse ho sbagliato luogo in cui comprarlo, non saprei…

    1. Cara Alessia l’hennè Lush non è noto per il suo potere colorante. Prova altre marche e polveri di solo lawsonia (così da non sbiadirne l’effetto). Se hai paura che siano troppo rossi, al massimo mischia il lawsonia con un po’ di cassia (polvere dal colore neutro).

      Poi, fai attenzione al procedimento: spalma l’hennè sui capelli puliti, non usare sostanze acide nella pappetta (scuriscono) e non lavare i capelli con lo shampoo per due o tre giorni.

      Non tutte le chiome sono uguali, quindi trova il metodo più adatto a te e vai serena.

  124. Ciao Cloe!
    Finalmente mi sono convinta ad iniziare con l’Hennè, soprattutto grazie ai tuoi post e ai vari commenti più che positivi reperiti su internet! Vista la tua esperienza approfitto per chiederti alcuni consigli su quale acquistare, pensavo al khadi dato che devo ordinare da ecco verde per altri prodotti.
    Ho un capello castano molto scuro, quasi nero, con delle meches castano ramato fatte a marzo 2013. (il parrucchiere mi ha detto di aver usato una tinta ma non decolorante).
    L’effetto che è ho adesso mi piace abbastanza, con la ricrescita sembra quasi uno shatush, però dopo quasi un anno mi sembra che si sia spento parecchio, senza contare le punte secche (che verranno presto tagliate di qualche cm).
    Non so ancora bene se puntare solo sul cassia o se provare qualche tinta pronta della khadi, in realtà mi va bene qualsiasi tonalità di castano, ramato, nocciola.. purchè sia vivo, luminoso e soprattutto fatto con lo scopo di rinforzare i capelli e di abbandonare le tinture chimiche che li rovinano e basta (in realtà ne ho fatte solo un paio, in 24 anni). Ciò che vorrei evitare è di diventare tanto rossa (anche se sullo scuro dovrebbe attecchire poco) e colori poco naturali tipo prugna/melanzana. Spero di essermi spiegata..
    Passando agli acquisti su ecco verde, che effetto potrei avere con la tinta vegetale nocciola? Diciamo che non vorrei coprire del tutto i riflessi, quindi avevo già scartato il castano scuro. In realtà leggendo un po’ qua e la pensavo anche di mischiare l’henne rosso con la cassia, ma ho ma oltre alla “paura” dell’henne rosso puro, volevo sapere se sai qualcosa sull’hennè neutro della marca Kart (se è buono, se contiene picramati.. etc..). Inoltre del mix con amlà e jotropa cosa ne pensi? Risulterebbe un rosso più tenue?
    Concludendo, cosa mi consiglieresti? Mi scuso per averti tartassato di domande ma vedendoti gentile e disponibile, ho approfittato! 😉
    Ti lascio qualche foto per rendere meglio l’idea del mio colore, anche se dalla foto centrale c’è un contrasto quasi corvino/rosso che in realtà è semplicemente un castano riflessato, scuro sopra e chiaro sotto.
    Grazie tante‼

    http://it.tinypic.com/r/6id4j5/5

    1. Cara Cecilia, se vuoi mantenere il contrasto – effettivamente interessante – ti consiglio di andare solo di cassia o di amla. In ogni caso, eviterei il lawsonia, che renderebbe tutto più rosso. Il nocciola mi sembra un buon compromesso.

      Tieni presente che puoi sempre stendere il colore più sulle radici che sulle lunghezze/punte e dopo qualche giorno fare una passata totale di cassia/amla solo per la brillantezza e i benefici che danno.

      Ps. I mix che contengono altro oltre al lawsonia lo smorzano sempre, è vero, ma considera che il rosso attecchisce sempre benissimo!

  125. Ciao Cloe, ho trovato il tuo articolo fortunatamente dopo giorni che cerco informazioni sull’hennè neutro. Non sono riuscita a leggere tutti i numerosi commenti che vi sono (magari ci sono state richieste simili alla mia) quindi ti chiedo un consiglio per la mia situazione: sono di colore castano cenere (mio naturale) con colpi di luce che vanno dal biondo dorato a un biondo più freddo. Sinceramente non vorrei rinunciare al biondo e sebbene non vado spessissimo a ripetere i colpi di luce (ogni 6 mesi anche di più) volevo provare a utilizzare l’hennè neutro per renderli più morbidi forti e luminosi. Ora mi chiedo: l’hennè neutro interferisce solo con le tinture chimiche o anche con la mia schiaritura (ho sempre fatto solo decolorazione mai tinta) ? e soprattutto, se non interferisce , una volta fatto l’hennè dopo quanto posso andare dalla parrucchiera a schiarirli?
    Grazie in anticipo

    1. Cara Irene, non dovresti avere sorprese sgradite. Ovviamente ti consiglio di far passare un po’ di tempo tra le due cose giusto per non annullare gli effetti benefici della cassia.

  126. Ciao Cloe,ho un grosso problema di allergia alle tinture capelli.Ho avuto terribili esperienze anche con quelle comprate in farmacia, che senza questo e l’altro,a me hanno dato comunque problemi.
    Devo coprire capelli bianchi, in quantità abbastanza elevata.Vorrei ottenere un castano medio/chiaro.Ho delle schiariture su tutta la lunghezza molto naturali, che vorrei mantenere.
    cosa mi consigli di fare?
    Premetto nn vorrei capelli rossi, ma ormai va bene tutto, purchè nn bianchi e senza rischiare ancora con tinture chimiche varie. Aiutami, per favore,per me sta diventando un grosso problema.
    Ti ringrazio anticipatamente.

    1. Cara Roberta,

      Senza sapere a cosa sei allergica è abbastanza azzardato darti un consiglio.

      Io comunque, fossi in te, darei una chance ai mix di polveri Khadi o Logona, per poter scegliere il colore pur mantenendomi sul naturale – evitando il più possibile il rosso e buttandomi sui castani – e per non incorrere in polveri di scarsa qualità su una cute già stressata.

      Tieni presente però che, pur scegliendo un castano scuro, è possibile che i bianchi si colorino un po’ con più tonalità rossastre perché lì il lawsonia prende benissimo. Il vantaggio comunque è che l’insieme apparirà sempre molto naturale, non temere.

      Tieni duro!

  127. Ciao Cloe, ho sempre tinto i miei capelli con tinture chimiche dal parrucchiere, ora però non vorrei più usare questi prodotti e ho deciso di provare l’hennè.
    Solo che non so proprio da dove iniziare!!!
    La mia base è castana , ma comunque il resto della chioma è tinto…sempre castano ma escono ancora dei riflessi sul rosso..
    Mi piacerebbe fare un colore rosso…ti vorrei chiedere dove posso acquistare una tinta all’hennè veramente buona o nei negozi o sul web.
    Grazie

    1. Cara Fabiola, se cerchi nel blog, troverai un post apposito sulle marche rintracciabili in erboristeria. Online invece puoi acquistare i mix di polveri Khadi – modulabili per colore ma naturali – sul sito che preferisci.

      Prenditi del tempo, leggi bene i commenti e troverai un sacco di spunti!

  128. ciao , complimenti x il blog e x la conoscenza in questo campo… ho un forte dilemma che non mi a procedere con l’acquisto e quindi non so proprio come fare.. i miei capelli sono castano chiari di natura, solo che parecchi mesi fa per coprire i primi capelli bianchi ho fatto shampoo coloranti che , una volta scaricato il colore , mi hanno lasciato dei riflessi leggermente ramati .. vorrei eliminare quei riflessi rame che odio … proprio per questo non so decidermi tra khadì castano chiaro (o altro tipo di castano) e miscele da fare io stessa e quindi comprare le polveri adatte in modo che non vengano fuori i riflessi rossi .. help please !!! non so proprio come comportarmi.. spero mi risponderai presto , ci conto molto .. grazie mille :)))))

    1. Ciao Sara, se non mi sbaglio la colorazione che dici tu ha comunque del lawsonia dentro. E tu, se vuoi evitare riflessi rossastri, dovresti farne a meno.

      Potresti buttarti sull’indigo mischiato a un po’ di cassia, ma tieni presente che, con la ricrescita, non coprirebbe i bianchi.

      In quel caso dovresti fare il doppio passaggio: prima lawsonia e poi indigo per coprire.

      Tutto chiaro?

  129. Ciao!! Complimenti per l’articolo, è davvero esauriente e chiaro 😀 io torno all’henné dopo anni di assenza, ho i capelli biondo scuro/castano chiaro e un’infinita nostalgia del rosso scuro che avevo raggiunto… vorrei chiederti dove ordini l’henné su internet, visto che adesso h il terrore di comprare porcherie chimiche 😀 grazie mille ciao!! Marta

  130. Ciao, in base alla mia esperienza personale volevo fare un appunto su una parte del tuo articolo:

    “In caso di ripensamento, non vi resterà che aspettare mesi e mesi – o tagliare i capelli – per poter far su una tinta chimica. Sfidare la potenza dell’hennè significa non solo rischiare di venir fuori con i capelli verdi – sono casi rari, ma capita – ma più comunemente buttare dei soldi.”

    Io ero castano molto chiaro (mio colore naturale) con colpi di sole -quando mai li ho fatti!-
    Ho provato a fare l’hennè lawsonia…e mi è uscito un arancione carota: orribile davvero! L’ho tenuto per un paio di settimane (avevo fatto in tempo a fare 3 o 4 lavaggi). Poi sono dovuta andare dalla parrucchiera perché ero veramente inguardabile, mi ha fatto una tinta castano scuro che ha coperto completamente l’hennè!
    Lavandoli poi sono spuntati fuori i riflessi rossi dell’hennè che c’è sotto ma nulla di più.
    Quindi per esperienza personale posso dire che nel caso di ripensamento l’hennè si può tranquillamente coprire con la tinta chimica.

    1. Cara Alice, ci mancherebbe. Come dico sempre, con le polveri non c’è certezza. Ci sono però dei casi comuni, che ovviamente non è detto capitino a tutti. Per fortuna! :)

      Ps. Il lawsonia puro su una base così chiara ė stato di certo un azzardo. Se dovesse venirti voglia di riprovarci, mischialo con dell’indigo o, almeno, con della cassia.

      Grazie per aver raccontato la tua esperienza!

  131. Ciao! Ti avevo già scritto e finalmente mi sono decisa a comprare l’henné. Siccome non vedo l’ora di farlo, sono andata in erboristeria e ho chiesto quello senza picramato. Mi hanno dato l’henné della marca Patrizio Breseghello. Sull’etichetta c’è scritto solo hennè naturale extra forte polvere, lawsonia alba, che è stato coltivato in Egitto nel 2012 e i grammi.Ne hai già sentito parlare? Secondo te è affidabile? 100 g li ho pagati non poco.. infatti ci son rimasta male quando mi ha detto il prezzo. Ho i capelli lisci e molto lunghi.. arrivano più o meno a metà schiena. Quanti grammi dovrei usare? Sto andando in confusione perché ho letto siti diversi e su ognuno c’erano informazioni differenti -.-
    Potresti aiutarmi? XD so che sto per fare un danno.
    Grazie in anticipo e scusa per la valanga di domande!
    Anna

    1. Cara Anna, vai tranquilla. Ho usato da poco l’indigo della stessa marca e mi trovo benone (al netto di un po’ di sabbia). Per quanto riguarda il lawsonia mi hanno detto che c’è di meglio, ma come prima prova va benissimo.

      Piuttosto 100 gr mi sembrano un po’ pochini per la tua lunghezza, specie se è la prima volta. Io ne prenderei almeno 150 se non 200 (avrai difficoltà a stenderlo all’inizio).

      Buone prove!

      1. Ciao, grazie mille per i tuoi consigli. Oggi dovrei preparare l’henné per poi metterlo domani. Ti farò sapere come viene 😉
        Mi sono ricordata che il 30 dicembre avevo provato il gel all’henné dell’Erbolario (che non ha dato molti risultati), ma penso sia già sparito. Anche perché al sole vedo qualche riflesso rosso nei miei capelli, ma li ho sempre avuti al sole nonostante io abbia i capelli castani. Dici che rischio di farmeli verdi?

  132. Sono felice che finalmente qualcuno abbia chiarito queste cose… non sai quando sto lottando qui in calabria per questo! Io studio proprio i prodotti cosmetici!

  133. Ciao, sono una novizia nel mondo dell’ hennè e volevo affidarmi a qualcuno con esperienza cui poter chiedere consigli…direi che con te vado sul sicuro! Ho i capelli tra il biondo scuro ed il castano chiaro, con riflessi color miele, ed ho intenzione di provare per la prima volta l’hennè per dar loro un po’ di “carattere” nonché nutrirli visto che sono spenti e tendenti al crespo. La mia aspirazione sarebbe un rosso molto scuro, una cosa di questo tipo (potrei definirlo ciliegia?) :

    http://bellezza.pourfemme.it/foto/capelli-rossi-come-scegliere-la-tonalita-giusta_3383_11.html

    Oltre a chiederti consiglio su quali ingredienti utilizzare (ed in che dosi: ho i capelli abbastanza corti, arrivano fino a metà collo, però ne ho davvero tanti) e sul procedimento, volevo chiederti se ci sono particolari accorgimenti da prendere durante i lavaggi normali (shampoo e balsamo commerciali possono alterare il colore?) e se l’utilizzo della piastra (purtroppo ne ho fatto un oggetto indispensabile per via dei miei capelli tendenti a “gonfiarsi” ed incresparsi) possa rovinare il colore ottenuto. Ti ringrazio anticipatamente, soprattutto per la pazienza!
    Augusta

    1. Cara Augusta, sicuramente la piastra non è amica dei capelli. Così come prodotti da supermercato poco delicati.

      Per quanto riguarda la colorazione, invece, su una base così chiara non andrei di puro lawsonia. Specie per ottenere una tonalità scura. Mischia invece con l’indigo, almeno all’inizio.

      100 grammi dovrebbero bastare ma, visto che sei novellina, è meglio abbondare.

  134. Articolo interessantissimo! :-) avrei una curiosità: io ho i capelli biondi naturali, e ho pensato di fare un hennè neutro per ristrutturarli. Guardando in giro sul web ho visto che questa cassia può anche dare riflessi dorati, il che mi ha attirato parecchio. Ho visto che bisognerebbe lasciar riposare la cassia mescolata a acqua di infuso di camomilla, limone, curcuma o rabarbaro (e molti scrivono anche birra miele e yogurt bianco per contrastare la secchezza) per circa 12 ore e poi lasciarlo in posa sui capelli avvolti nella pellicola per molto più tempo rispetto all’ora o due dell hennè neutro usato come ristrutturante e non riflessante. In un post,però, ho letto che questo metodo può lasciare ciocche bianche, ma non era ben spiegato. Tu che dici,ti sembra un procedimento accettabile o rischio di fare pasticci? Ti ringrazio anticipatamente di cuore :-)

    1. La cassia viene usata con una polvere neutra. Qualunque tentativo di cavarne del colore può provocare pasticci. 😉

      Procedi intanto normalmente. Vedrai che i tuoi capelli saranno già più belli e luminosi così.

  135. Ciao Cloe, io non ho mai tinto i miei capelli castano chiaro, e vorrei ottenere un colore sul rosso non troppo acceso diciamo.. quale hennè dovrei usare? Ti prego non so proprio da dove partire!

  136. Ciao, scusa la mia ignoranza sull’henne ma in realtà devo ammettere che fino ad ora non sapevo nemmeno che esistesse questa tecnica. Vorrei farti delle domandine visto che da quanto ho capito sei esperta in questo campo.
    Io ho i capelli castani con qualche picca ciocca ramati (che si nota per lo più al sole). Ho provato varie tinte di quelle che si vendono nei negozi ma il colore non prende. Io li vorrei di un bel mogano (più tendente allo scuro) che pero sia evidente.
    Che henne dovrei prendere?
    Inoltre vorrei precisare che tempo faho usato la lozione schiarente della Schulzt per cui ancora adesso i miei capelli sono castani rossicci. Potrei ugualmente usare l’henne?
    Scusa per il discorso un po ingarbugliato

    1. Cara Joelle non ho capito la tua tonalità di castano. Se è scuro o medio, vai di solo lawsonia.

      Se è chiaro mischia con cassia. Se è molto chiaro, aggiungi un po’ di indigo per scurire.

      Leggi tutti i commenti, ti aiuteranno.

  137. Ciao Cloe,
    ti prego aiutami tu :) ho i capelli sottilissimi, castani e ho avuto l’intelligentissima idea di schiarirli un po (senza tinte, solo un po’ di schiarente per arrivare ad un paio di toni in meno rispetto al mio). Ora ho i capelli rovinatissimi.
    Col rosso, nonostante mi piaccia da matti e lo abbia già provato diverse volte, non sto bene a causa della carnagione troppo olivastra e i tratti mediterranei.
    C’è un hennè neutro o biondo che mi permetta di nutrire i capelli, anche scurirli un po’ ma senza dare il riflesso rosso?
    Secondo te,

  138. Ciao!!!ho un dubbio…ho comprato l henne della sitarama rame naturale sulla confezione c è scritto di utilizzare solo acqua calda(non voglio aggiungere il limone perché nn voglio scurire il colore)quindi non utilizzando il limone devo lasciarlo ossidare per qualche ora o non è necessario?…

  139. Ciao Cloe! Mi sono imbattuta per caso in questo interessantissimo articolo… Complimenti! Sono una novellina dell’henné e quindi ti volevo chiedere un consiglio…
    Ho i capelli castano scuro e un anno fa ho fatto l’effetto ombré biondo, poi m’è venuto il pallino dei capelli rosso/viola e quindi ho fatto una tinta (chimica ovviamente) dal parrucchiere. La tinta rossa unita alla mia base castana e all’ombré biondo ha dato un risultato bellissimo: un rosso tendente al viola che però risulta più chiaro laddove era stato fatto l’ombré. Avendo notato che i miei capelli si sono sfibrati, avevo pensato di fare un henné neutro (che tra l’altro ho già comprato) come trattamento rigenerante… Il dubbio è questo: successivamente potrò rifare la colorazione chimica dal parrucchiere per ravvivare il colore che ho attualmente? Se sì, quanto tempo dovrò aspettare dall’applicazione dell’henné?
    Scusami per il commento a dir poco lungo con la mia storia (:P) e grazie mille se mi risponderai!

    1. Cara Carla, la cassia non colora, quindi non puoi avere strane interazioni di colore. Aspetta comunque qualche settimana tra cassia e tinta: giusto uno scrupolo per evitare che i capelli siano schermati. Facci sapere!

  140. Ciao,
    Molto interessante il tuo blog. Ho già provato il tuo impacco pre-shampoo al cacao e devo dire che mi sono trovata bene.
    Mi sto’ interessando all’hennè. Vorrei avere qualche consiglio. Io sono castana scura e mi sono iniziati a venire i primi capelli bianchi. Mi era venuta l’idea di usare l’hennè per coprirli. Però mi piace molto anche il mio colore e vorrei tenerlo ancora per un po’. Quanto lo dovrei tenere affinché mi copra i capelli bianchi ma non mi cambi il mio colore lasciando solo qualche riflesso rosso?
    Hai da consigliarmi qualche colore naturale non permanente rosso simile all’hennè? Vorrei vedere come potrei stare con l’hennè prima eventualmente di iniziarmi a tingere in modo permanente.
    Grazie,
    Saluti
    Elisa

    1. Cara Elisa,

      Che tu lo tenga molto o poco, il lawsonia tingerà sempre di rosso. E purtroppo qualunque tinta vegetale non è mai naturale al 100%. Perché non provi con un mix Khadi o Logona sul castano? Tenendo sempre presente che i bianchi saranno più chiari.

  141. Ciao, complimenti per i consigli e la disponibilità. Ho 40 anni e causa capelli bianchi (troppi) tingo i capelli da circa 15 anni. Vorrei tanto passare all’ hennè ma ho paura di ritrovarmi effetto carota. leggendo su Internet ho pensato a un mix hennè ayurvedico e cassia (per non scurire troppo). Adesso ho un castano con giocche biondine ma al naturale sarei un sale/pepe. Vorrei un tuo prezioso parere

    1. Ciao Serena, io ti direi di cominciare gradualmente. E quindi, su una base così chiara, metterei anche un po’ di indigo o mallo di noce.

      1. Grazie mille. Ho letto oggi la tua risposta e proprio ieri ho ordinato i mix khadi (uno castano chiaro e uno nocciola)ma nel sito aavevano terminato l’imdigo.
        Ho troppa paura di ritrovarmi carota e ho una ricrescita bianca orrenda. Faccio un altro ordine per l’indigo?
        P.S. Ho anche preso amla tulsi cassia e ayurvedica

        Ti prego aiutami, sono disperata

  142. Ciao Cloe, ti chiedo umilmente di dedicare un po’ di tuo tempo per leggere il mio racconto e se puoi di darmi qualche consiglio al riguardo. Ti ringrazio. Vorrei aver letto prima quest’articolo ma, aimè, ieri sera mi sono già fatta la tinta con henne biondo, preso da AROMA-ZONE. Comincio dall’inizio. Io ho 40 anni e sono 20 anni che mi faccio tinte da supermercato di un biondo chiarissimo. I miei capelli naturali sono castano chiari e lunghi ca.30-40 cm, sono molto sottili e grazie alle tinte chimiche molto secchi. Negli ultimi 7-8 mesi sono passata a Herbatint presa in erboristeria, con tonalità biondo cenere e poi biondo miele, solo per la ricrescita! Credendo che fosse al 100% naturale mi sono trovata bene, ma guardando meglio nell’inci ho capito che anche questa era una truffa. Grazie all’internet e alle numerose ragazze su youtube ho saputo dell’henne biondo e, giustamente, ho voluto passare alle vere colorazioni naturali ed a migliorare lo stato dei miei capelli. All’inizio di quest’anno ho acquistato henne biondo e neutro, ma prima di provarli cercavo di capire meglio la preparazione e l’applicazione, e tutte le esperienze e i commenti di chi le ha provate erano solo positive. Ieri mi sono messa all’opera: ho mischiato queste due polveri (70 g biondo e 30 g neutro) con gel di semi di lino, le ho lasciate ben coperte con la pellicola in un posto caldo (30°C) 2 ore, poi ho aggiunto la pappetta di crema di riso per ammorbidirla e renderla più spalmabile ma che non coli e me la sono applicata. Avvolta per bene la testa con la pellicola e asciugamano sono andata a letto. Circa 7 ore di posa e mi vado a lavarli. AIUTO!…mezzora sotto l’acqua corrente a testa in giù, i capelli sono durissimi e le ciocche non vogliono sapere di sciogliersi, comincio a mettere lo shampoo e finalmente si ammorbidiscono e si lavano, ma restano ancora duri, e allora uso il balsamo, perche senza non riuscirò poi a pettinarli. Alla fine riesco a pettinarli e asciugarli con molta difficoltà e sono ancora un po’ secchi, ma è il colore che mi spaventa – la ricrescita è rimasta praticamente come prima, ma tutto il resto della lunghezza dei capelli hanno acquisito un colore indescrivibile, un giallo paglierino con le sfumature arancioni. La mia domanda è: i capelli sono da tagliare o con i frequenti lavaggi riesco a far andare via il colore? Grazie .

    1. Che disastro Yaro! È possibile sapere da cosa era composto il tuo “hennè biondo”? Quello che mi preoccupa, in termini di durata, sono i riflessi rossi, difficili da mandare via.

  143. dopo aver letto questo articolo mi sono messa a fare un paio di ricerche perchè l’hennè Sahara tazarine mi ha incuriosita ^^
    L’ho trovato (online) e credo che lo prenderò solo che ho un dubbio..essendo un hennè per le mani, o tatuaggi, ho paura di cosa potrebbe succedere se dovesse sbavare sul collo o vicino alle orecchie. L’hennè che ho usato fin’ora viene via dalla pelle con una bella strofinata, magari non subito ma entro un giorno si. Visto che questo è per tatuaggi rischio di rimanere con la macchia a lungo? Consigli su cosa mettere sulla pelle per evitare che assorba il colore?

  144. Ciao Cloe!! Ho appena scoperto la tua pagina é ho trovato questo articolo in particolare molto interessate!!! Ti spiego la mia situazione:
    Io sono castana cioccolata con riflessi biondi e rossi naturali, ma ho sempre avuto una passione per i capelli rossi! Dopo anni durante i quali ho provato invidia per tutte le rosse che incrociavo per strada, mi sono fatta coraggio e ho provato una tinta chimica castana/rossiccia. Dirti che non venne nulla é dire poco, ma in compenso i capelli mi si rovinarono tantissimo e, per me che ho sempre avuto i capelli morbidi come la seta, é stato un vero dramma!
    Faci passare un paio di anni e, precisamente in ottobre del 2011 decisi di provare a farli l’henné in busta della Herbamea (che contiene “Lawsonia inermis leaf extract” e “Sodium picramate”). :(
    Ahimè, mi trovai bene. I capelli non vennero rossi come li avevo sempre sognati, ma di certo non li avevo mai avuti più rossi di così (erano diventati mogano)!! Ero soddisfatta e convinta che non avrei mai potuto aspirare a qualcosa di meglio senza rovinare troppo i capelli, così ho continuato a farla ogni 4/5 mesi fino all’inizio della scorsa estate 2013. Il fatto é che il rosso era sempre meno intenso e ho iniziato quasi a preferire il mio colore naturale, così ho smesso.
    Adesso avrei voglia di riprovare, in modo più deciso, ad avere i capelli rossi, e vorrei provare con una tinta chimica, che sicuramente li rovinerà un po’, ma che forse mi darà il colore che sogno da sempre!!!
    Il problema é che su internet trovo un sacco di pareri contrastanti!! Gente che dice che mi si bruceranno e che mi cadranno tutti. Gente che dice che diventeranno verdi. Gente che dice che non avrà alcun risultato. Gente che, dopo soli due mesi dall’ultimo hennè, ha fatto la tinta ed é rimasta soddisfatta.
    Non so a chi affidarmi!! In fin dei conti, non mi scoccia buttare 10 euro, quindi se non venisse nulla, non sarebbe un problema!!! Ma se si rovinassero irreparabilmente?? Possibile che non potrò mai più farmi una tinta permanente senza prima tagliarli?? I miei capelli mi arrivano quasi al sedere e ci ho messo talmente tanto a farli allungare che non voglio davvero tagliarli!!!
    Scusa per la lunghezza di questo “poema” e ti ringrazio in anticipo per la risposta!!! :)

  145. Ciao e complimenti per il blog! Chiedo a te un consiglio dato che sei esperta! Ho capelli di un castano medio (forse più tendenti allo scuro) e vorrei cominciare ad usare l’henné. Non mi sono mai fatta tinte chimiche se non qualche riflesso (dalla parrucchiera, quindi chimico, ad agosto 2013, il colore era ramato). Quello che mi chiedo è: è passato abbastanza tempo per provare a fare l’henné? Su queste parti chiare cosa accade, diventerebbero arancioni? Io aspirerei ad un colore ciliegia o mogano, insomma non vorrei diventare color carota! Che mi consigli di fare? Grazie in anticipo!

  146. Ciao Cloe io ho bisogno di aiuto è da anni che mi coloro i capelli chimicamente e col tempo sono diventati sfibrati…vorrei passare all’hennè è da un pò che ci penso e mi sono informata un pò in giro fino a che non ti ho trovato e ritengo utili ed interessanti i tuoi consigli. Vorrei chiederti quanto tempo deve passare prima che possa farmi il 1° hennè e avendo i capelli castani cosa mi consigli di acquistare? p.s. alla radice ho tanti capelli bianchi :(
    ti prego gentilmente di darmi un tuo consiglio.
    grazie Ale

  147. Ciao Cloe :) ho letto delle proprietà dell’hennè e ho deciso di chiederti consiglio.Ho i capelli biondi (ahimé) non naturali (nonostante avrei potuto averli se non li avessi danneggiati con numerosi trattamenti chimici, ma questo è un altro paio di maniche!). L’ultima volta che ho fatto i colpi di sole è stato ad agosto e adesso mi ritrovo con una ricrescita di qualche cm del mio colore naturale [biondo cenere scuro/castano cenere chiaro (?)]. Speravo di ottenere un colore simile al mio colore naturale con l’hennè, ma da quanto ho capito, non è possibile. Ora, non so se potrò mai coprire il biondo senza ottenere un rossiccio, quindi per adesso lascio i capelli così come sono; la domanda che voglio porti è un’altra: i capelli sono danneggiati. Li ho un po’ salvati tagliando le doppie punte, nutrendoli con varie maschere bio e ho intenzione di proseguire per questa strada ma li vedo ancora sottili e fragili, quando li desidero forti e folti! L’hennè neutro potrebbe giovarmi? O mi modificherebbe in qualche modo i capelli decolorati delle lunghzze? Grazie per i tuoi preziosi consigli!

  148. Ciao Cloe, anch’io navigo nel mondo della cosmesi naturale (faccio l’hennè da anni), e sono contenta di aver letto questo articolo, perchè mette in guardia su cose che spesso non si sanno prima di usare l’hennè (come il fatto che sia difficile mandarlo via o che spesso non fa prendere le tinte). Unica cosa :P….ci tenevo solo a dire che l’hennè biondo esiste, come mix di piante, ma esiste (come esistono anche in questo caso, ovviamente, quei mix che contengono schifezze anche sotto la dicitura “hennè biondo”). Infatti la cassia (hennè neutro), se ossidata per molte ore rilascia un pigmento dorato, e i mix “puri” di hennè biondo (quelli privi di schifezze, guardate sempre l’inci e non fidatevi alla cieca), solitamente contengono cassia, rabarbaro, camomilla, rosmarino e piante che riflessano di biondodorato… non ha un potere colorante molto forte, ma usato assiduamente può dare risultati fantastici (dall’esperienza di un’amica bionda che ora ha un bellissimo biondo grano usando questo mix)….

    ci tenevo a dirlo perchè esistono anche validi hennè biondi, come ad esempio Erbamea o quello del sito Aroma-Zone, che personalmente ho testato sui capelli di mia sorella C:, e che soprattutto sono privi di sostanze chimiche.
    Ovviamente questo non toglie, e ci tengo a ribadirlo, come hai fatto giustamente anche tu, che esistano anche hennè biondi che contengono sostanze chimiche, esattamente come alcuni hennè rossi e anche neri, ma è meglio evitare di dare informazioni non corrette… con questo ovviamente non voglio dire che tu lo abbia fatto eh?! (ovviamente in buona fede hai cercato di mettere in guardia, per portare chi legge a diffidare da chi ci vende una cosa di cui non sappiamo cosa contenga), ma visto che si parla di un argomento su cui vi sono molta ignoranza e credenze sbagliate, è meglio sempre riportare informazioni corrette.
    La mia non è una critica, ma un accorgimento che mi auguro venga accolto come costruttivo ai fini di “sfatare realmente” miti e credenze” :) Un bacione!

    1. Grazie mille per il tuo contributo Ross!

      I mix che proponi tu sono ovviamente validissimi, l’importante è non chiamarli hennè. 😉

  149. Ammiro la buone fede dell’articolo e apprezzo chiunque si avvicini ad approcci naturali per prendersi cura del proprio corpo, ma devo farti notare che hai scritto diverse cose che non sono corrette, anzi alimentano la disinformazione e i dubbi che le persone hanno. In particolare mi riferisco al fatto che ci si puo tranquillamente tingere i capelli sia prima che dopo l’henne, a condizione ovviamente che si tratti di hennè 100% puro, non tagliato con sostanze ignote e senza picramato, solo quella è l’accortezza che si deve tenere. A tal proposito basta scegliere hennè che sono body quality, ossia quelli per fare i tatuaggi che si trovano nei negozi etnici per avere una polvere purissima, finissima e con massima potenza tintoria! altra incorrettezza sta nel fatto chè l’henne resta sul capello piu di una tinta permanente. Errato. Ci sono modi per far scaricare l’henne, come gli impacchi oleosi o i lavaggi con la birra, creare perossido a bassima percentuale 2% (schiarente inglese) chiaramente dipende anche dalla porosità del capello, dal numero di volte che si è hennato e dalla frequenza con cui lo si è fatto. Chiaramente un hennè stratificato da anni potrà con questi metodi scaricare un po’ ma non del tutto. E poi non ho capito il senso di quello che hai scritto riguardo a dove si collocano le molecole di colore: a ragion di logica è piu difficile intaccare un colore che penetra sotto le squame del capello, come fa appunto la tinta chimica piuttosto che una “guaina” esterna. Ed infatti così è. Prova a far scaricare una tinta permanente senza decolorare poi dimmi se ci sei riuscita 😉 Comunque ripeto complimenti per l’intento ma al fianco delle esperienze personali secondo me è giusto anche fare ricerche approfondite prima di scrivere un articolo che ha l’ardire di chiarire le cose e di fatto non lo fa, almeno non del tutto. Ci sono diversi forum che trattano ampiamente l’argomento, ci si confronta sulle varie esperienze e si apprendono dati sicuramente piu esatti. Visto che sei interessata dagli un’occhiata. saluti!

    1. Cara Ilaria, ti ringrazio per il contributo. Certi forum, come sappiamo, sono indispensabili per chiunque si approcci a questo mondo. Lo sono stati e lo sono anche per me.

      Detto questo, continuo a sottoscrivere tutto. Ho visto con i miei occhi capelli verdognoli per un hennè nemmeno troppo scadente post tinta (un solo caso per fortuna). Certo, lawsonia purissimo è una garanzia, ma quante persone conosci che all’inizio sono coscienti della polvere che comprano? Per questo continuo a invitare alla cautela.

      Degli oli per far scaricare il colore ne abbiamo parlato. Ma hai mai provato a far andare via un rosso frutto di hennate prolungate? È una battaglia non per tutte. Al contrario di una tinta che – senza aver decolorato ovviamente – va via eccome.

      Il punto è che qui si danno consigli a persone che cominciano adesso e magari non hanno voglia di diventare delle super spignattatrici o magari lo faranno con il tempo. Ad azioni semplici spesso corrispondono rimedi semplici. Ma se una ragazza va di hennè solo per curiosità e poi non le piace, chi glielo dice poi che deve ricorrere al perossido? Per questo io continuo a invitare alla cautela.

  150. Ma se ho fatto l’henné biondo, posso passare al rosso o mi ritrovo con la testa color carota? Io sono castana scura di mio

    1. E l’hennè biondo che effetto ha avuto? Non importa quello che hai fatto prima, ma la base di colore da cui parti. Se non è molto chiara, puoi stare serena.

  151. Ciao, io ho i capelli castani ed inizio ad avere qualche capello bianco.Comprando l’henne’ Khadi Castano Chiaro risolvo qualcosa?Premetto che i miei ora sono un po’ scuretti perchè avevo fatto 2 mesi fa una tinta color cioccolato. ps: avevo comprato alla Lush l’Henne’ solido(fatta come una stecca di cioccolato, la incartano con della carta) ed ho provato a farla su mio marito che ha i capelli quasi neri e parecchi capelli bianchi, ma non ha fatto effetto, i capelli bianchi sono rimasti tali. Come mai?Grazie, ciao

    1. Cara Elisa, non ha funzionato perché l’hennè Lush non colora molto e perché l’indigo (che apporta la colorazione scura) non tinge i bianchi.

      Prova con il khadi. I bianchi saranno più chiari, il resto più sul mogano. Ma con un effetto complessivo molto naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *