Maschera per capelli secchi al tuorlo d’uovo Ricetta nutriente (e con rimedi anti-puzza)

maschera al tuorlo di uovo

Io la immagino già la vostra faccia dopo aver letto il titolo: una smorfia di ribrezzo accompagnata da un lungo “bleeeeah“. Come darvi torto? L’idea di mettersi un tuorlo addosso non è certo piacevole. Detto da una che nemmeno le mangia le uova potete fidarvi. Ma quante volte avete combattuto con i vostri capelli secchi e sfibrati, magari spendendo un patrimonio in maschere e lozioni, senza risultati? La soluzione vale il sacrificio, promesso. Così oggi parliamo della maschera per capelli all’uovo.

Un antico rimedio delle nonne, mai passato di moda. Gli ingredienti sono, come sempre, pochi e semplici (dosi per capelli di media lunghezza, moltiplicate per capelli molto lunghi):

  • un tuorlo d’uovo
  • un cucchiaino di olio, quello che preferite
  • un cucchiaino di latte
  • miele quanto serve per addensare (diciamo un cucchiaino colmo)

Ed ecco il procedimento, altrettanto semplice: sbattete il tuorlo, aggiungete gli altri ingredienti e amalgamate il tutto. Aggiungete miele fino a quando la maschera avrà una consistenza tale da non colare. Almeno non troppo. Una volta fatto, distribuitela sui capelli, più sule lunghezze che sulla cute, e impacchettatevi la testa con della pellicola. Così da evitare di sporcare in giro. Meglio ancora se aggiungete alla fine un altro strato: un asciugamano che, sviluppando calore, permetterà alla vostra maschera di penetrare e agire meglio.

Tutto bello, direte voi, ma la puzza? Se proprio dovesse essere insopportabile – ma vi dico che è meno peggio di quanto si pensi – qualche trucchetto è sempre possibile. Il più efficace è mettere nel composto qualche goccia di olio essenziale per il corpo per profumarlo. Ma di questi amici speciali non abbiamo ancora parlato. Come sempre, comunque, possiamo benissimo arrangiarci con quello che abbiamo in casa. Ad esempio:

  • cannella, la mia preferita per il magnifico odore che ha
  • cacao, per massimizzare gli effetti dell’impacco in una combo con la maschera al cacao di cui abbiamo già parlato
  • caffè, per chi ha i capelli scuri, più per l’odore che per i minimi riflessi che lascia

Tenete in posa la vostra frittata special per almeno 20 minuti – più tenete duro e meglio è, come sempre – e poi procedete al vostro shampoo. Magari ne serviranno due, ma molto dipende dal tipo di detergente che usate.

Avvertenza. Il primo shampoo dopo aver fatto la maschera potrà essere una delusione, specie se vi siete già abituate all’effetto miracoloso di quella al cacao. I capelli potranno sembrarvi informi, ma non preoccupatevi, è normale. Passerà al prossimo shampoo. Quella all’uovo non è infatti una maschera di bellezza, ma altamente nutriente, quasi curativa potremmo dire. Buona norma, in caso di capelli da sos, sarebbe ripeterla una volta al mese con costanza.

38 pensieri riguardo “Maschera per capelli secchi al tuorlo d’uovo Ricetta nutriente (e con rimedi anti-puzza)”

  1. Io ho provato una maschera simile, solo che ho messo 8 cucchiai di olio d’oliva, due uova intere e 2 cucchiai di miele..il risultato sono capelli secchissimi soprattutto mentre schiacquavo i capelli..ma com’è possibile? ho i capelli decolorati da anni ma non sono MAI stati cosi secchi..ho paura di aver fatto una cavolata =(

    1. Ciao Noemi, hai inumidito i capelli prima di mettere la maschera? Altrimenti, come spiegavo in uno dei primi post sul blog, sui capelli asciutti l’olio (specie in queste grandi quantità) rischia proprio di avere l’effetto opposto e seccare il capello.

      1. Ho provato a mettere meno olio e sembra funzionare! Grazie mille! Una curiosità, ma tutte le volte che metto qualche olio o impacco devo sempre inumidire i capelli?

  2. vorrei chiederti un consiglio, dato che a casa ho delle bustine di tè ad un gusto che non mi piace e non so che farci, sai se mi possono essere utili per qualche maschera (capelli o viso) o altro? hai qualche ricetta particolare?

    1. Io un consiglio te lo do, ma poi dovrai cambiare nick. :)

      Una delle cose che amo di più sui capelli sono gli infusi di alcuni erbe: salvia, timo, rosmarino, quello che trovi in cucina insomma. Purificano e donano brillantezza al capello, specie il rosmarimo del cui effetto rimarrai impressionata.

      Puoi utilizzare il thè al posto dell’acqua semplice per profumare l’infuso e poi, una volta freddo, mischiarlo a un po’ di balsamo, un uovo o – sarebbe l’ideale – un po’ di gel di semi di lino per rendere l’impacco corposo. Lo metti sui capelli, copri la testa di pellicola per alimenti e lo tieni su almeno mezzora. Poi procedi con lo shampoo.

      Se si trattasse di thè verde o nero di cui conosci la provenienza (poche schifezze e non bustine del supermercato con aromi d frutta varia insomma), potresti usarle anche per fare un ottimo tonico viso. Di cui parleremo tra qualche post.

      1. allora non posso farne un tonico per il viso, ma poco male, tanto sono i capelli che sono orrendi xD proverò sicuramente :) grazie

  3. come si fa ad avere dei cappelli lisci e morbidi io ho provato di tutto ma sn sempre gli stessi ho anke peggio mi puoi aiutare

    1. Ciao Nora, avendo io i capelli mossi ed essendo amante del riccio, ho più esperienza in quel versante.

      In ogni caso, però, tutto passa sempre dalla salute del capelli: se la chioma è arida, sfibrata o stressata, non sarà mai morbida e lucida.

      Molto dipende anche dal tuo capello naturale: tende al liscio di natura?

      Se sì, dovrebbe bastarti prendertene cura con molta pazienza. I risultati non si vedono in una settimana – e nemmeno un mese – ma sono duraturi nel tempo. Oltre a utilizzare i prodotti giusti (shampoo e maschera, lascia perdere il balsamo che serve a poco) – eco-bio, non aggressivi e che non promettono miracoli – puoi aiutarti con dei leave in naturali, come il gel di semi di lino, che puoi fare anche in casa (ne parleremo prossimamente).

      Comunque dicci di più dei tuoi capelli e vedremo cosa si può fare!

      Baci

  4. Ciao,

    ho provato la tua maschera aggiungendo il cacao e lo yogurt (in pratica ho combinato le due ricette) ed effettivamente dopo lo shampoo hanno davvero un bell’aspetto! Ho i capelli castano chiarissimo tendenti al biondo e con il cacao effettivamente sono leggermente più scuri ma più ricchi di riflessi e il colore è senz’altro migliore. Spero che l’effetto duri! ho i capelli secchi e spenti (causa tintura), ogni quando mi consigli di fare il trattamento? pensavo ogni 10 giorni. Inoltre ultimamente non tengono la piega più di 1 giorno (sono mossi e dopo la piega son perfetti, il giorno dopo diventano informi), dipenderà anche questo dal fatto che sono sfibrati o non c’entra?

    Una cosa: in rete si trovano molte ricette con oli vari ma nessuno avvisa sul metterli solo sui capelli umidi (infatti la scorsa settimana ne ho provata una con miele e olio di oliva e dopo i capelli hanno raggiunto il loro minimo storico e son stata tentata di tagliarli corti!), penso dovresti specificarlo in ogni tua ricetta che lo contenga perchè credo possa essere utile a molte.

    Infine, grazie davvero per il tuo blog, è utile ma anche simpatico, spiritoso, ben scritto ed essendo anch’io di Catania non posso che esserne lieta :-)

    1. Cara Noemi, grazie mille per i complimenti e soprattutto per i consigli!

      Se i tuoi capelli hanno bisogno di riprendersi – e mi sembra di capire di sì – puoi prevedere un impacco anche prima di ogni shampoo, magari variando gli ingredienti per non fare abituare il capello. Devi avere il tempo, certo, ma anche stendere un semplice olio poco prima è già meglio di un inutile balsamo.

      Questi accorgimenti però da soli non bastano: per vedere cambiare davvero la tua chioma, devi soprattutto affidarti a uno shampoo e a prodotti da leave in validi (senza schifezze!).

      Ho deciso, nel prossimo post ve ne consiglio qualcuno! Forza, in un paio di mesi, se sarai costante, avrai una chioma leonina! :)

  5. Ciao cloe,
    Molto interessante la tua pagina,si mi piace davvero tanto.
    Io ti volevo chiedere un.consiglio su come far ritornare i miei capelli come quelli di
    una volta.
    Inizio col dire che la piastra e’ stata la causa di.tutto!
    Un periodo ho avuto la fissa dei capelli lisci e io avendoli lunghi e ricci li volevo assolutamente LISCII!Cavolata,facendo cosi me li sono solo rovinata ed ora sono secchi,sfibrati e nin tendenti piu’ al riccio riccio.
    Aiutamiii ti prego.
    RAGAZZA DISPERATA :(

    1. Cara Aurora, che pasticcio.

      Il primo ingrediente che posso consigliarti è la pazienza. Te ne servirà tanta.

      Poi, io darei innanzitutto una spuntatina alla chioma – a costo di sacrificare un po’ di lunghezza – chiedendo alla parrucchiera di alleggerirla, così da “aiutare” il riccio a venire fuori.

      Dopo di che dovrai trovare la tua routine sotto la doccia. Ne parleremo tra qualche post, ma intanto ti consiglio di munirti di un buono shampoo (prova i Capelvenere, troverai un mio post che ne parla) e di una buona maschera post-shampoo.

      Pima dello shampoo, prendi l’abitudine di fare una maschera fai da te (una volta ogni 15giorni uovo e poi yogurt e oli, ma poco e sui capelli umidi mi raccomando. Trovi diversi post anche su questo).

      Per tenere i capelli in posa, sulla chioma bagnata post shampoo e prima dell’asciugatura prova a mettere un po’ di gel d’aloe modellando il riccio (appiccica un po’ tipo la schiuma, ma aiuta parecchio). Oppure un gel ai semi di lino, dall’effetto più naturale ma regge meno.

      Come trattamenti da fare una volta sl mese, invece, puoi andare di cassia (trovi alcune info dove parliamo di hennè, ma la cassia non colora, tranquilla) e/o di amla. Più difficile da trovare (va comprata online) ma molto utile.

      In generale, hai bisogno di curare la chioma in ogni passaggio insomma. Queste sono le indicazioni generali. Spulcia il blog: di alcuni argomenti abbiamo già parlato, di altri che qui ho accennato lo faremo a breve.

      E tieni duro!

  6. Proverò presto questa maschera.. ma volevo sapere una cosa perchè si deve utilizzare solo il tuorlo dell’uovo? se si usa intero non si ha lo stesso effetto? Grazieee, mi piace tanto il tuo blog

  7. Ciao Cloe,il tuo sito è bellissimo e tu sei bravissima,volevo chiederti se potevo fare questa maschera ogni 15 giorni per cominciare perché ho i capelli davvero sfibrati e me ne cadono parecchi in questo periodo (sto facendolo una cura di fiale e shampoo bio thymus).ho trovato davvero beneficio la prima volta che l’ho fatta e me ne sono innamorata…grazie in anticipo

    1. Certo Alice, ascolta pure i tuoi capelli e agisci di conseguenza. 😉

      Ps. Contro la caduta e per fortificare la chioma, hai mai pensato all’amla? È una polvere, non colora, ma su alcune teste ha fatto miracoli.

      Buona rinascita!

  8. Ciao, anch io come tante ho un cspello rovinato nella lunghezza, provero sicuramente la maschera con l uovo e l olio ma visto che consigli anche lo shampoo buono, mi daresti due dritte su quale comprare?? Grazie!

  9. Ciao cloe,
    Finalmente mi dai qualche speranza. Ho sempre voluto i capelli lunghi lunghi ma purtroppo crescono lentamente perche’ sono molto rovinati e sfibrati. Ho iniziato a fare queste maschere ma mi chiedevo cosa ne pensi degli integratori come lievito di birra o miglio?

    1. Il lievito di birra l’ho provato personalmente e, ogni tanto, mi dico che dovrei fare un ciclo. Nonostante il saporaccio.

      Perché fa bene alla pelle, ai capelli, a tutto! Il trucco è presto detto: lavorando sull’intestino, tutto ne trae giovamento.

      Quindi, se oltre ai capelli un po’ così, hai anche uno stile di vita stressante o non sempre mangi benissimo, te lo consiglio davvero. L’unica cosa è che devi essere paziente: i risultati (niente miracoli eh) si vedono solo dopo qualche mese.

  10. Ciao Cloe,
    al di là che come consigli tu la maschera andrebbe lavata con acqua fredda perchè chiude le squame del capello e li rende più lucenti, ho sentito dire che le maschere all’uovo vanno sempre risciacquate con l’acqua fredda altrimenti l’uovo “strapazza” in testa. è vero?? In questo periodo se potessi evitare di lavarmi i capelli con l’acqua fredda ne sarei felice!
    Grazie

    1. Ahhah Elisa, ho immaginato me stessa con una frittata in testa! :)

      Per “strapazzare” direi che l’uovo ha bisogno di una temperatura così elevata che ti darebbe anche fastidio. Acqua tiepida quindi e passa la paura.

      In generale, comunque, per combattere il freddo, io consiglio di fare l’ultimo risciacquo – o in questo caso il primo – non sotto la doccia ma nel lavandino. Bagnando solo i capelli e non il corpo, l’acqua fredda è abbastanza sopportabile e difficilmente ci si prende un accidenti. 😉

  11. L’ho fatta e non ho ottenuto risultati del tutto soddisfacenti…è normale per la prima volta? Dopo quante applicazioni si vedrà qualche risultato? :(
    Potresti consigliarmi un modo per applicare l’olio d’oliva la notte? Grazie :)

    1. Nessun rimedio, specie se naturale, può fare miracoli. L’unico gesto che assicura un risultato è la costanza.

      Per quanto riguarda gli oli, forse io preferirei un olio meno unto (tipo jojoba), visto che poi devi andarci a dormire. O che puzzi meno (tipo karitè). In ogni caso, l’importante è che non stendi mai oli sui capelli asciutti. Prima vanno inumiditi.

  12. Ciao scusami volevo chiederti una piccola informazione, poiché io ogni volta dopo lo shampo uso una normalissima maschera per i capelli per una 20entina di minuti, facendo questa maschera che invece hai consigliato tu posso lo stesso utilizzare quella maschera dopo lo shampo o è inutile ??? ^_^

  13. Ciao! Ho appena scoperto questo sito, davvero molto bello complimenti!
    Volevo chiederti, posso usare questa maschera dopo aver fatto l’hennè per combattere l’effetto secco? O meglio aspettare almeno il prossimo shampoo?

    ps. a proposito di hennè uso la marca Erbamea, è buona secondo te?

    1. Ciao, puoi fare la maschera quando vuoi, ma evita l’olio se hai appena fatto il colore (lo fa scaricare più in fretta).

      Per il lawsonia Erbamea evita le colorazioni rinforzate (non sono naturali). Chi lo ha provato mi diceva che colora pochino però.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *